Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Montanari, Zanetti, De Mita

Le recenti posizioni di Zanetti, De Mita e Montanari su ultime notizie di alleanze e nuovi schieramenti e rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, qu

pensioni novità ultime affermazioni enrico zanetti



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:33): Sono da mettere in conto tante sorprese e rimescolamenti di forze che avranno conseguenze sulle novità per le pensioni perché sono proprio quelle minori a spingere con maggiore intensità su questo versante. Tutto da vedere, però, se nelle ultime notizie e ultimissime riusciranno a ottenere un consenso adeguato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): I dubbi nelle creazione di queste inedite forze o rispolverate dal passato ci sono, ma è anche giusto sottolineare come alcune di esse hanno potenzialmente interessanti protagonisti che si sono impegnati nelle novità per le pensioni. Certo, sarà da vedere nelle ultime notizie e ultissime, il peso che tali forze riusciranno, se create ad avere.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): Inedite forze stanno cercando di crearsi e alcune hanno orientamenti per le novità per le pensioni interessanti o li hanno chi sta cercando di crearle avendo ribaditi nelle ultime notizie e ultimissime più volte. Non mancano, comunque, i dubbi di diverso genere.

Se il sistema di elezioni subito resterà quello basato sul modello teutonico, proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, per scongiurare il rischio ingovernabilità e ottenere una maggioranza certa, stando alle ultime notizie, serviranno alleanze, senza le quali le prossime urne potrebbero rivelarsi inutili, lasciando bloccato ogni importante provvedimento ad oggi in stallo ma cruciale per la ripresa reale del nostro Paese. Serve, infatti, dare nuova spinta allo sviluppo economico del nostro Paese, attraverso quelle iniziative urgenti, profonde novità per le pensioni comprese, in grado si bloccare lo stallo del momento. Le ultime notizie confermano, poi, che accanto ad alleanze tra i diversi schieramenti dovrebbero crearsi anche inediti schieramenti.

Le ultime posizioni di Zanetti e impatto su novità per le pensioni.

Si parla di un inedito centro, lanciato dal fondatore di Ap che avrebbe bisogno dell’appoggio di altri schieramenti e in tal senso, secondo le ultime notizie, tra coloro che potrebbe fare la differenza ci sarebbe Enrico Zanetti di Scelta Civica che, secondo quanto riportano le ultime notizie, dovrebbe pronunciarsi in merito ad eventuali alleanze e coalizioni in occasione della Direzione Nazionale, in programma martedì prossimo. Al centro dell’appuntamento, infatti, stando alle ultime notizie, dovrebbe esserci la questione delle possibili aggregazioni con altre forze, in vista delle elezioni subito considerando quanto attualmente previsto con soglie di sbarramento al 5%.

Il segretario di Scelta Civica, Enrico Zanetti, qualche settimana fa aveva detto no alla proposta del ministro dello Sviluppo economico di una grande alleanza tra centrodestra e centrosinistra. La strada giusta per Zanetti per raggiungere una maggioranza certa, infatti, non è l'ipotesi di rinnovata alleanza tra centrodestra e centrosinistra perchè si tratterebbe di una mossa unicamente fatta per contrastare i pentastellati. Per riconquistare la fiducia necessaria per vincere, serve invece organizzarsi in maniera intelligente, ponendo al centro dell’attenzione i cittadini e rilanciando su misure di sostegno, misure occupazionali e novità per le pensioni ad esse collegate.

Le recenti affermazioni di De Mita e impatto su novità per le pensioni

La discussioni sul sistema di elezioni subito proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, che rischia, come già spiegato, di far scomparire le forze più piccole, hanno portato eccellenti ritorni. Non solo il fondatore dell'Ulivo ma, come riportano le ultime notizie, anche Ciriaco De Mita, ex leader della Democrazia Cristiana, convinto del fatto, stando a quanto recentemente affermato, che alla luce delle ultime notizie sul precario equilibrio del nostro Paese, ci sia l'obbligo di riportare il Paese alle proprie orgini, di ridare vita ad un pensiero e ad un progetto ormai persi e per questo è tornato a rilanciare su un'inedita forza popolare con il compito di rilanciare non solo valori orignali di rappresentanza ma di tornare a puntare l'attenzione sulle reali esigenze e necessità dei cittadini, cose imprescindibili dalla necessità di mettere a punto misure di sostegno, di rilancio dell'occupazione e, quindi, di rilancio di importanti novità per le pensioni, come quota 100 e quota 41 per tutti, che sarebbero strettamente collegate al rilancio della stessa occupazione.  L’intenzione, dunque, è quella di una grande riunione delle diverse forze per cui resterebbe, però, ancora da definire la questione della leadership.

Le ultime posizioni di Montanari e impatto su novità per le pensioni

Anche il centrosinistra si riorganizza in vista di elezioni subito e per superare il problema della soglia punta ad una riunione delle forze più piccole. Stando a quanto riportano le ultime notizie, l’intenzione delle forze di centrosinistra sarebbe quella di compattare il popolo che ha detto no alla consultazione pubblica dello scorso dicembre, creando un inedito centro sinistra che possa riuscire a recuperare i suoi valori originari. A lanciare l’appello per una nuova sinistra riunita Tommaso Montanari, che ha affermato come un centro sinistra per il popolo deve rinascere dallo stesso popolo. L’obiettivo, secondo le ultime notizie, è quello di definire misure per soddisfare i bisogni reali della gente e raggiungere un benessere per il Paese, da novità per le pensioni, da quota 41 per tutti a quota 100, all’introduzione dell’assegno universale come misura di sostegno per chi vive in condizioni di indigenza. Proprio per puntare ad una riunione del centrosinistra, Montanari ha proposto un incontro per il prossimo 18 giugno a Roma e all’appello hanno già risposto diverse forze, da Movimento democratico progressista, alla nuova forza Possibile e non solo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire