Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Pisapia, Prodi, Draghi

Le recenti posizioni di Prodi, Draghi, Pisapia su prossimi scenari interni, iniziative urgenti e rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

pensioni novità ultiime affermazioni giuliano pisapia



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:20): Si vedono all'orizzonte nuovi leader che potrebbero portare una rinnovata linfa vitale alle novità per le pensioni. Già in passato e a più riprese hanno infatti manifestato nelle ultime notizie e ultimissime il loro parere favore a introdurre provvedimenti correttivi e migliorativi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:15): Per differenti motivi sono protagonisti interessanti nella creazione di un prossimo esecutivo e tutti e tre hanno espresso pareri favorevoli per le novità per le pensioni e alcuni di loro nelle ultime notizie e ultimissime hanno ricevuto un consenso di più forze alcune volte esplicitamente, altre non così chiaramente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45):  Sono loro i tre possibili leader per un inedito esecutivo che potrebbe rilanciare davvero la ripresa per diversi esperti. Possono piacere o meno, ma certamente per le novità per le pensioni sono tutti favorevoli come hanno espresso nelle ultime notizie e ultimissime diverse volte.

Dal fondatore dell’Ulivo Romando Prodi, al presidente dell’Istituto economico comunitario Mario Draghi, all’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia fondatore del nuovo Campo progressista, nato dalla scissione dall’attuale maggioranza potremmo aspettarci diverse novità. Le prospettive di cambiamento dello scenario interno del nostro Paese sono, come riportano le ultime notizie, delle più disparate: si potrebbe andare incontro ad alleanze, anche inedite, se il sistema di elezioni subito venisse approvato come al momento modulato, vale a dire un proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, soglia che porterebbe le forze più piccole di centrosinistra, Campo progressista compreso, a riunirsi, così come farebbero i centristi, mentre ulteriori movimenti potrebbero essere in vista.

Le ultime affermazioni di Prodi e conseguenze per novità per le pensioni

Volgendo, infatti, lo sguardo da una parte, si scorge un autorevole possibile ritorno sulla scena istituzionale italiana: quella di Romano Prodi, fondatore dell’Ulivo, autorevole personalità che ha avuto un grande peso a livello comunitario, nei cui ambienti gode ancora di grande fiducia e credibilità, da sempre molto attaccato ai valori originari della sinistra, legati alla necessità di impegno per i cittadini, di soddisfare i reali bisogni e le richieste della gente, Prodi potrebbe rappresenta la figura di leader ideale per tutti gli scissionisti, soprattutto all’indomani delle sue ultime dichiarazioni nelle quali ha chiaramente spiegato di essere fuori dall’attuale maggioranza se il segretario concludesse davvero una rinnovata alleanza con il Cavaliere. E’ nota, infatti, da tempo, la forte ‘faida’ tra le due personalità.

Prodi potrebbe, dunque, porsi come la figura migliore per un concreto rilancio degli ideali propri della sinistra e per:

  1. misure per dare nuova spinta all’occupazione;
  2. un concreto rilancio delle importanti novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti senza alcun onere;
  3. concreta revisione della spesa pubblica;
  4. semplificazione del sistema di detrazioni fiscali;
  5. nuovi investimenti in scuola e istruzione;
  6. ritorno di una imposta di successione.

Le ultime posizioni di Draghi e impatto su novità per le pensioni

Se, da una parte, Prodi potrebbe porsi come nuovo leader degli scissionisti, in grado di trascinare con sé anche altri illustri nomi che da sempre fanno parte della storia della sinistra, dall’altra, un’altra autorevole figura, quella del presidente dell’istituto economico comunitario, Mario Draghi, secondo un recente assunto del Cavaliere, potrebbe essere tra i candidati a nuovo premier. Si tratta di una ipotesi che a molti non suona male ma che, stando alle ultime notizie, sarebbe difficile da ricoprire perché Draghi non avrebbe al momento intenzione di lasciare il suo ruolo comunitario.

Di certo, però, c’è che potrebbe rivelarsi la persona giusta per dare nuova spinta alle iniziative fondamentali per il rilancio della crescita interna ma ancora bloccate così come alle novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri, che sarebbero le migliori misure in grado di rilanciare quella occupazione che da sempre rappresenta una priorità per Draghi. Avendo la possibilità di porsi come tecnico sopra le parti e di avere avere ottimi rapporti comunitari, Draghi avrebbe l’opportunità di creare nel nostro Paese le situazioni ideali per l’attuazione di tutte quelle iniziative urgenti, comprese le profonde novità per le pensioni, volte a riportare il Paese verso la strada di una nuova e costante crescita.

Le recenti posizioni di Pisapia e conseguenze per novità per le pensioni

Dal canto suo, l’ex sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che ha dato vita al nuovo Campo Progressista, dopo aver aperto alla possibilità di coalizione con il segretario della maggioranza, secondo le ultime notizie, sarebbe tornato in una situazione piuttosto dubbiosa. Forse con il segretario della maggioranza, forse con tutte le altre forze più piccole scissioniste del centro sinistra. L’unica certezza che al momento abbiamo, stando a quanto riportano le ultime notizie, è che l’obiettivo di Pisapia resta quello di ricostruire il centrosinistra, attraverso il recupero di quei valori che sembrano essersi persi, rimettendo al centro dell’attenzione la persona, rispondendo alle esigenze di coloro che vivono in condizioni di maggiori difficoltà, riavviando un’occupazione che oggi sta vivendo ancora una situazione allarmante, attraverso nuove politiche attive per l’impiego ma anche importanti novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti che possono avviare un ricambio generazionale lavorativo.  

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire