Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni inutile pure doppio sistema elezioni subito

Sistemi per elezioni subito possibili incapaci di garantire maggioranze assolute: ultime notizie e impatto su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

pensioni novità doppio sistema elezioni subito rischi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:25): Se elezioni subito ci devono essere è bene che per essere produttive per le novità per le pensioni sia in grado di garantire la formazione di un maggioranza forte e stabile. Ma queste assicurazioni non ci sono nelle ultime notizie e ultimissime, a meno che non si scelga di percorrere una terza differente strada.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Si continua di due sistemi per elezioni subito, ma per le novità per le pensioni le differenze sarebbero poche. Perché per portare a casa mutamenti di rilievo occorre una maggioranza forte e stabile, qualunque sia il colore, e le regole fin qui prospettate nelle ultime notizie e ultimissime non sono in grado di assicurarla se non ci fosse una terza, difficile, via da percorrere totalmente al momento inedita.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):  Qualsiasi sistema per le elezioni subito sia quello dell'Alta Corte, sia quello teutonico non darebbero in nessun modo una maggioranza e una governabilità, nota assolutamente negativa per le novità per le pensioni qualsiasi sia l'esecutivo nelle ultime notizie e ultimissime che andrebbe a crearsi.

Il sistema di elezioni teutonico, proporzionale con soglia di sbarramento al 5% sembra essersi arenato, con un netto dietrofront dei pentastellati che hanno fatto saltare l'accordo tra le quattro grandi forze, cioè attuale maggioranza, Schieramento del Cavaliere, pentastellati e Carroccio, e il problema che secondo le ultime notizie si sta profilando è che senza questo sistema di elezioni subito difficilmente ce ne sarà un altro e si dovrebbe andare alle urne con i due cosiddetti Consultelli, che prevedono un sistema differente per Montecitorio e Palazzo Madama.

Doppio sistema per elezioni subito senza nessun vincitore

In particolare, il sistema alternativo a quello teutonico, per Montecitorio prevede un premio di maggioranza che dà il 54% dei seggi alla lista che arriva al 40% dei voti e la soglia per avere seggi è al 3%, mentre per Palazzo Madama non prevede un premio di maggioranza ma la soglia è all’8%. Anche questo sistema esattamente come il modello teutonico non sarebbe in grado di assicurare certamente una maggioranza certa e una piena governabilità. In base alle percentuali definite, l'unica differenza che si prospetterebbe è che con il modello teutonico a Montecitorio entrerebbero 4 partiti mentre con l'altro sistema ne entrerebbero 6.

Si tratterebbe in ogni caso di maggioranza piuttosto fragili. In un eventuale contesto di ritorno alle elezioni con soglia al 3% potrebbero giovarne le forze più piccoli che, a differenza del sistema con soglia al 5%, non rischierebbero più di scomparire. Resta, però, il fatto che a Palazzo Madama bisognerà comunque raggiungere l'8% ed ecco che lì le difficoltà si riproporrebbero. L'attuale situazione di grande confusione e incertezza preoccupa particolarmente il Capo dello Stato che, dopo aver più volte invitato a definire prima un sistema per elezioni subito certo e poi andare alle urne, pensava che la fine fosse vicina. Ma le ultime notizie dimostrano che poi non è proprio effettivamente così.

Elezioni subito in bilico, situazione attuale e conseguenze per rilancio di novità per le pensioni

E’ chiaro che se le discussioni sul sistema per elezioni subito si protrarranno ancora, i tempi si allungherebbero e diventerebbe sempre più difficile andare effettivamente alle urne in autunno, rimandando tutto. E si tratta di uno scenario che, secondo quanto riportano le ultime notizie, non dispiacerebbe a molti, considerando che se, da una parte, c'è chi auspica elezioni subito in autunno vedendole come opportunità di rinnovamento per il nostro Paese e di rilancio di questioni importanti, novità per le pensioni comprese, dall’altra, c'è anche chi ritiene che andare alle prossime urne in un clima di grande caos e incertezza come quello che regna in questo momento sia tra le diverse forze sia all’interno delle stesse, e senza la garanzia di un reale vincitore, che porterebbe al rischio di ingovernabilità, possa rivelarsi del tutto inutile, perché senza un vincitore e un esecutivo certo ogni provvedimento importante continuerebbe ad essere bloccato e si correrebbe anche il rischio di nuova esposizione alle speculazioni sul deficit. Nulla di buono, dunque, si prospetterebbe all’orizzonte anche per le stesse importanti novità per le pensioni.

Anche nel caso in cui, secondo alcuni, si raggiungessero eventuali equilibri solo per il sistema di elezioni subito, potrebbe esserci il rischio di un suo immediato crollo subito dopo le urne dimostrando ancora una volta come le stesse urne siano state inutili e per nulla vantaggiose sia in un'ottica di nuova stabilità politica sia nell'ottica della possibilità di portare avanti iniziative urgenti per la crescita economica del nostro Paese, per la riduzione del deficit statale e per il rilancio di importanti novità per le pensioni come:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza alcuna penalità;
  3. novità per le pensioni di revisione del meccanismo delle probabilità di vita, agganciate al’età pensionabile.   

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire