Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 una priorità unica indispensabile ora per rilancio pensioni

Varie priorità vengono considerate per le novità per le pensioni, ma al momento una sola è davvero fondamentale nelle ultime notizie e ultimissime assai poco buone.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità una unica fondamentale priorità



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:47): Non si riprender per ora nessuna novità per le pensioni, per la difficoltà a individuare una priorità reale da perseguire. Si tratta di una mancanza evidente nelle ultime notizie e ultimissime che certifica l'assenza di una strategia forte e condivisa per apportare quei cambiamenti necessari.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): La difficoltà a giungere a sintesi, anche in relazione alle novità per le pensioni, dipende anche dall'assenza di un vero progetto basato su priorità da perseguire e raggiungere. In realtà il percorso potrebbe essere notevolmente semplificato se nelle ultime notizie e ultimissime venisse identificata una priorità su tutte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Si continua ad andare alla ricerca delle priorità per le novità per le pensioni, ma in realtà tra le tante una sola sarebbe quella realmente utile nelle ultime notizie e ultimissime. Ma per varie ragioni presentano ostacoli di natura differente, non così semplice da superare.

Dopo aver visto tutti i problemi legati al sistema per elezioni subito frutto dell'incapacità o della
furbizia o di entrambe probabilmente di non riuscire a concretizzare un punto dove vi è l'80% dele forze convergenti e aver capito che, comunque, vada, sia con elezioni subito o dopo, sia con questo sistema o con quello dell'Alta Corte non ci sono concrete probabilità di vedere una legislazione duratura, ma nemmeno capace di governare, a questo punto appare chiaro che per le novità per le pensioni e per il Paese stesso una sola priorità ovvero una svolta inaspettata che potrebbe essere di varia natura, ma ci deve essere, in quanto la continuità non tanto e non solo di questa maggioranza ma in generale degli ultimi 20 anni non può portare nulla di buono.

Tra l'altro ancora una volta si sta dimostrando nelle ultime notizie e ultimissime come dopo tante
affermazioni a favore delle novità per le pensioni non ci ancora certezza su cosa si intenda davvero fare e anzi, ora sembra che le priorità della revisione delle imposte abbia preso il soppravento.
Nulla di male, per carità, peccato che costi molto di più di quello che si vuol far credere e che costi soprattutto di più che usare la variabile delle novità per le pensioni come strumento per la ripresa insieme certamente ad altri.
Strumento di riprsa perchè permetterebe l'iterscambio nelle attività, una magiore efficienza ed efficacia, maggiori consumi, conseguente aumento demografico, della fiducia, etc, etc quella famosa spirale positiva su cui tutti predicano bene e razzolano male.
Ma quale potrebbe la sorpresa che costiuirebbe come scritto la priorità ora fondamentale?

  1. Un nome inaspettato con la forza e le capacità di agire concretamente
  2. Una forza a sorpresa che può essere più verosimilmente una alleanza
  3. La Troika

Novità per le pensioni da un nome forte a sorpresa 

E' probabilmente la situazione più semplice, ma con differenti ostacoli da superare che non la rendono certamente così immediata.
Potrebbe essere un nome di una persona al di sopra delle parti che avrebbe la convergenza di quasi o tutte le forze come potrebbe essere il Governatore dell'Istituto della Comunità che, guarda casa, l'anno porossimo sarà a fine mandato e che nelle ultime notizie e ultimisime è apparso in differenti discorsi come un nome papabile.
Lui non si è mai espresso su questa posisbilità, ma certe avrebbe tutte le qualità per poter finalmente fare qualcosa di concreto ed è favorevole alle novità per le pensioni legati alla crescita degli occupati.
Oppure un nome del passato come potrebbe essere il Professore, sempre più vivace, che potrebe tranquilizzare molti italiani, ma non sarebbe il nome più auspicabile e facilmente vincente.
Ci dovrebbe essere una vera sorpresa, una figura che arrivi dal mondo civile, economico, una figura più tecnica e alcune possibilità non mancano, ma sono ancora molto nell'ombra rispetto alla prima che abbiamo citato.

Novità per le pensioni con una forza inedita o una alleanza 

Tutte le forze attuali, nelle affermazioni ufficiali, hanno spiegato che il primo punto che vorrano attuare è rappresantato dalle imposte anche se non hanno spiegato bene tutti i punti in un classico costume del nostro Paese. E non hanno certo toccato, nell'estrema riceca del consenso ad ogni costo, di lotta alla corruzione, all'evasione fiscale o sui tagli agli sprechi.
Ci vorrebbe, dunque, una forza inedita e nelle ultime notizie e ultimissime sta venendo fuori, pur in forma embrionale, quella che vorrebbe unire le varei forze del mondo civile protagoniste della consultazione pubblica del 4 dicembre.
Oppure, molto più semplice, potrebbe essere una alleanza per punti chiara e precisa condotta, però, da un nome inedito tra la maggioranza attuale e il Mdp con delle primarie generali come auspicate da differenti esponenti. Oppure un centro-destra unito, ma sempre con punti chiari e distinti o la scommessa dei pentastellati con il Carroccio, le cui convergenze sono molte, ma ci vorrebbe anche in questo caso un leader sopra le parti e una serie di priorità scritta punto per punto.
Assolutamente da evitare una grande alleanza nazionale tra centro-destra e centro-sinistra visto come è andata a finire nelle ultime notizie e ultimissime e quanto non ha fatto, ovvero il nulla sulle novità per le pensioni e molto altro. Anzi, sì che ha fatto...tanti errori.
Il vero problema che queste alleanze, per avere la maggioranza che finora non avrebbero assolutamente, dovrebbero dichiarasi prima, indicare le priorità punto per punto, e avere una figura inedita per condurle.

Novità per le pensioni con la Troika

Alcuni penseranno che si è matti a voler la Troika in casa, ma dall'altra parte se non è si in grado di fare nulla da una parte e non si vuole fare dall'altra, l'unica possibilità è che ci sia qualcuno che lo faccia per noi.
Certo non tutti gli aspetti sono positivi, ma occorre ricordare che differenti nazioni sotto la Troika sono cresciute notevolmente e hanno risolto numerosi dei loro problemi.
Problemi che da noi sono chiari, ma che nessuno vuole affrontare. E che se affrontati ci darebbero un impulso fortissimo perchè nonostante i tanti anni passati a galleggiare siamo ancora tra le potenze mondiali.
Cosa si potrebbe fare se venissero risolti almeno parzialmente i punti dell'evasione fiscale o della corruzione (200 miliardi all'anno e più in due) o i tagli degli sprechi (100 miliardi e più stimati)
E occorre anche ricordare che la Comunità ci ha più volte sollecitato di intraprendere e attuare stumenti per far crescere l'occupazione differenti da quelli attuali bocciandoli e auspicando un netto miglioramento dell'assistenza a chi ha più bisogno introcendo anche l'assegno universale e lo ha detto più volte.
Non solo, non è così vero che sia contro le novità per le pensioni, perchè importanti autorità attualmente in carica hanno spiegato che con le dovute certificazioni di enti sovranazionali (perchè di non nojn si fidano) sistemi come quota 100 verrebbero fatti passare anche perchè nel medio-termine ci darebbero ancora più risparmi e aumeterebbero gli occupati da subito.
E ancora è da ricordare che nelle altre nazioni comunitarie, i sistemi delle pensioni non sono così rigidi come i nostri e ci sono differenti modi per poter smettere anzitempo per chi lo desidera evengono favoriti sia il mondo femminile che quello dei malati senza dimenticare chi ha fatto attività pesanti o ha iniziato da giovanissimo.
Sarebbe così pessimo avere la Troika?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il