Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Verderami, Franco, GIannini

Le ultime posizioni di Verderami, Giannini, Franco su esito elezioni comunali, significato e impatto su rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, qu

pensioni novità ultime affermazioni massimo giannini



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:45):  Alleanze, sistemi di elezioni subito ed elezioni subito, schieramenti inediti, leader una serie di riflessionisui possibili quadri in divenire e le novità per le pensioni che in base a quello che avverrà si possono ritenere più o meno fattibili nelle ultime notizie e ultimissime in continuo divenire.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:02): Confronti e discussioni in atto tra elezioni comunali e impatto per le novità per le pensioni in vista della chiamata generale alle urne. Le opinioni non sono perfettamente convergenti ultime notizie e ultimissime perché è poi difficile trasportare i dati locali sul piano nazionale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Tempo di riflessioni perché un momento interlocutorio ma non meno importante per le novità per le pensioni. Ad alimentare il confronto ci sono adesso i risultati delle elezioni comunali che solo in parte possono essere trasportati sul piano generale. Ma è indubbio nelle ultime notizie e ultimissime che forniscono comunque indicazioni non proprio trascurabili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:19): Gli scenari che si potrebbero delineare per elezioni subito o dopo e per le novità per le pensioni le cosneguenze che potrebbero avere spiegate nelle ultime notizie e ultimissime da esperti e analisti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Le riflessioni sono adesso tutte sulle elezioni comunali per capire se sulle novità per le pensioni e sulle elezioni subito avranno conseguenze. Sono arrivati chiari segnali nelle ultime notizie e ultimissime sul consenso di cui godono le principali forze, ma resta appunto da comprendere fino a che punto si tratta di casi locali.

L'esito delle elezioni comunali sarà specchio di un chiaro ritorno alla sola contrapposizione tra centrosinistra e centrodestra alle prossime elezioni nazionali o non rappresenta un segnale poi così tanto eclatante a livello generale? Le risposte sono piuttosto discordanti: se, da una parte, le ultime notizie sull'esito delle elezioni comunali confermano un risultato decisamente deludente per i pentastellati, che sarebbero rimasti letteralmente fuori dalla corsa nelle grandi città, lasciando campo libero ai ballottaggi tra centrodestra e centrosinistra, in una sorta di ritorno al passato, dall'altra, non è detto che questo risultato possa essere significativo in vista delle prossime urne.

Di certo c'è, però, che è venuta meno quella convinzione da parte degli stessi pentastellati di poter tornare a correre più veloci dei proprio avversari perchè particolarmente sostenuti da quei cittadini che, come riportano le ultime notizie, non fanno che lamentarsi delle gestioni istituzionali di centrodestra e centrosinistra. Ma poi, nonostante le lamentele, si elegge l'ex premier, costretto alle dimissioni lo scorso dicembre, a nuovo segretario della maggioranza, come se nulla fosse accaduto, e si torna ad invocare, quasi, il ritorno del Cavaliere. Tutto si vorrebbe cambiare ma non si ha mai il coraggio di farlo e la netta sconfitta dei pentastellati alle comunali ne è ennesima dimostrazione.

Stando a quanto riportano le ultime notizie, ad aver pesato su questo risultato potrebbe essere stata la recente posizione degli stessi pentastellati di far saltare l'accordo tra i quattro grandi, attuale maggioranza, Schieramento del Cavaliere, Carroccio e, appunto, pentastellati, sul sistema per elezioni subito, dando il via ad una infinita querelle e botta e riposta tra le diverse forze, con attuale maggioranza e Cavaliere che hanno definito del tutto irresponsabili i pentastellati. Loro che, a dire il vero, continuano a spingere per elezioni subito, per cui vien da chiedersi perchè abbiano fatto saltare l'accordo sul sistema proprio per elezioni subito. E forse questa posizione ha creato non poche perplessità anche nei cittadini.

Le ultime posizioni di Giannini e conseguenze per novità per le pensioni

Tra coloro che si aspettavano una grande vittoria dei pentastellati, invece, come riportano le ultime notizie, i risultati delle elezioni comunali per loro sono state un vero e proprio flop, l’esperto Massimo Giannini che ha fatto un quadro della situazione attuale, decisamente deludente per i pentastellati, paragonandola al grande successo da essi stessi ottenuto lo scorso anno, con le importanti vittorie registrate a Torino e Roma, che avevano fatto sembrare i pentastellati pronti a conquistare la guida del nostro Paese in maniera concreta.

Ma, evidentemente, si è trattato di un risultato forse irripetibile a dimostrazione del fatto che il populismo tanto temuto forse nel nostro Paese non vince e che, forse per antonomasia, il nostro Paese è abituato allo ‘scontro’ a due tra centrodestra e centrosinistra, troppo radicato. Che si tratti di un segnale da considerare in vista delle prossime urne? Questo ancora non è dato saperlo ma la certezza è che il rallentamento dei pentastellati non è cosa decisamente positiva per il rilancio di quelle importanti novità per le pensioni, come quota 100 o quota 41 per tutti senza oneri, su cui da sempre puntano con grande forza.

Le recenti affermazioni di Verderami e rilancio di novità per le pensioni

Per Francesco Verderami, invece, l'esito delle elezioni comunali non rappresenta un evento che avrà, a suo parere, ripercussioni sul quadro nazionale nè dovrebbe interferire con le strategie delle diverse forze in vista delle prossime elezioni. Non è detto, insomma, che si vada certamente verso una nuova e sola contrapposizione tra due forze, centrodestra e centrosinistra, lasciando i pentastellati ai margini. Di certo, invece, per  Verderami, ci sarà ancora una prosecuzione dei giochi sulle diverse alleanze da stringere per arrivare alle urne sicuri di poter raggiungere una maggioranza certa e una piena governabilità.

E in questa prospettiva, secondo le ultime notizie, si potrebbe pensare ad un grande ritorno del centrosinistra, non solo di riunione delle forze più piccole come paventato qualche giorno fa, per superare la soglia del 5%, ma tra attuale maggioranza e scissionisti, il che potrebbe essere positivo anche per il rilancio di importanti novità per le pensioni, considerando la convergenza di tutti su novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti, ma anche sull’introduzione di un assegno universale per tutti.

E si potrebbe pensare anche ad un grande ricompattamento di centrodestra, tra Carroccio e Schieramento del Cavaliere, riunione che, forse più di quella del centrosinistra, sarebbe significativa per il rilancio delle novità per le pensioni, considerando che il Carroccio punta da sempre su una totale revisione delle attuali norme pensionistiche e che da tempo rilancia sulla novità per le pensioni di quota 100, mentre, d’altro canto, il Cavaliere ha proposto aumento delle pensioni più basse fino a mille euro e assegno universale.  

Le ultime affermazioni Franco e impatto su novità per le pensioni

Per Massimo Franco, i riflessi a livello nazionale delle ultime notizie relative agli esiti delle elezioni comunali potrebbero essere significativi, visto il chiaro ridimensionamento dei pentastellati, la sorprendente ripresa del centrodestra, e i risultati ottenuti dal centrosinistra che, seppur in affanno, si è comune confermata forza decisamente importante nel nostro Paese. E i risultati che dimostrano ancora come lo scontro predominante sia tra centrodestra e centrosinistra, secondo le ultime notizie, dimostrano ancora una volta quanto nel nostro Paese dia troppo radicata la cultura del maggioritario anche se Franco non sa esattamente dire quanto e quali conseguenze questi risultati potrebbero avere a livello nazionale, perché  dire che i pentastellati sono fuori da giochi, solo perché fuori da ogni ballottaggio, potrebbe essere decisamente prematuro. Ci si chiede a quanto punto cosa aspettarsi per le novità per le pensioni in base agli scenari reali che potrebbero prospettarsi in vista delle prossime elezioni.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il