Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 elezioni subito riappaiono per rilancio pensioni

Si torna a parlare della possibilità di elezioni subito, nuovi eventuali scenari e possibili conseguenze per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità spinta elezioni subito ritorna



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): Non è del tutto tramontata la possibilità delle elezioni subito, per le novità per le pensioni così interessante. Ma il percorso è certamente in salita perché il freno nelle ultime notizie e ultimissime da parte delle differenti forze è stato evidente e non è semplice rimettersi in moto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:45): Resta quindi da capire se le elezioni subito, interessanti in termini di novità per le pensioni rispetto all'allungamento dei tempi, possano trovare di nuovo linfa vitale. Nessuno scenario viene per ora escluso dagli esponenti di punta delle principali forze dopo aver letto e analizzato nelle ultime notizie e ultimissime i risultati delle elezioni comunali.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): Sono tramontate le elezioni subito, che tanto potrebbero offrire potenzialmente per novità per le pensioni. È quanto rivelano le posizioni di alcuni dei leader delle principali forze che, sulla scorta dei risultati per certi versi sorprendenti delle elezioni comunali, aprono nelle ultime notizie e ultimissime a questa possibilità.

Le ultime notizie, secondo alcune indiscrezioni all’indomani della rottura dell’accordo sul sistema per elezioni subito per un clamoroso dietrofront dei pentastellati, riportano l’idea di ritorno ad una possibile nuova spinta per elezioni subito, intenzione che sarebbe stata paventata innanzitutto in questi ultimissimi giorni  dal segretario della maggioranza che, pur negandolo in maniera esplicita e diretta, lo starebbe pensando soprattutto per colpire i pentastellati che dall’esito delle elezioni comunali risulterebbero in caduta libera.

Nuova spinta ad elezioni subito e prospettive

L’intenzione, dunque, secondo le ultime notizie, sarebbe quella di sfruttare la situazione attuale per andare ad elezioni subito e approfittando di tre fattori che potrebbero sostenere tale intenzione e che sono:

  1. la debacle dei pentastellati alle elezioni comunali;
  2. l’appoggio da parte del Cavaliere ad andare ad elezioni subito per battere facilmente i pentastellati che anche per lui rappresentano una preoccupazione;
  3. non sarebbe più necessaria la grande alleanza tra attuale maggioranza e Cavaliare, osteggiata da più parti, anche internamente allo stesso centrodestra, di cui si era tanto parlato considerando quanto previsto dal sistema teutonico proporzionale e con soglia di sbarramento al 5%.  

E potrebbero prospettarsi diversi scenari, vale a dire, pensare ad alleanze che permetterebbero di scegliere il sistema per elezioni subito con il loro appoggio basti pensare alle posizioni del Movimento democratico progressista, o degli ex Ndc, do del Carroccio, pensando di mettere a punto un sistema per elezioni subito simile a quello usato per le elezioni regionali che di certo riuscirebbe a garantire una maggiore governabilità. Si potrebbe, infatti, pensare alla definizione di un sistema per elezioni maggioritario con queste stesse forze che, rispetto a qualche giorno fa, non si sentirebbero escluse dalle grandi coalizioni.

Con il sistema per elezioni subito di cui si discuteva fino a qualche giorno fa, proporzionale e con soglia di sbarramento al 5%, il cui accordo è stato fatto saltare dai pentastellati, infatti, le forze più piccole sia di centrosinistra e che centriste, avrebbero rischiato di scomparire e per evitare questa fine si era pensato alle grandi riunioni delle forze più piccole sia del centrosinistra, da Sinistra Italiana a Campo progressista e Movimento democratico progressista, sia centriste. Con un eventuale maggioritario questo problema non dovrebbe più sussistere e si tornerebbe ad una contrapposizione a due, soprattutto, tra centrosinistra e centrodestra.

In tal caso, il centrosinistra potrebbe tornare ad essere tutto unito, non solo con la riunione di tutte le forze più piccole ma anche con l’attuale maggioranza, e dall’altra ci sarebbe una ritrovata unione anche tra tutte le forze del centrodestra, nonostante continuino ad esserci tensioni e divergente tra Cavaliere e leader del Carroccio. La situazione, dunque, non è tutta positiva, perché come chiaramente emerge vi sarebbero ancora diverse divisioni da superare, sia all’interno del centro sinistra, tra scissionisti e attuale maggioranza, sia all’interno del centro destra, come visto. Ma non si tratta di situazioni irrisolvibili che potrebbero far tramontare l’ipotesi di elezioni subito che, come ormai ben sappiamo, potrebbero favorire in maniera forte il rilancio di importanti novità per le pensioni. Anche se l’eventuale uscita di scena dei pentastellati non sarebbe poi così positiva per le novità per le pensioni, considerando che si tratta della forza che da sempre, insieme al Carroccio, punta alla totale revisione dell’attuale sistema rilanciando

  1. novità per le pensioni di quota 41 per tutti;
  2. novità per le pensioni di quota 100;
  3. abbassamento dell’età pensionabile per tutti;
  4. cancellazione delle ricche pensioni degli alti esponenti;
  5. introduzione dell’assegno universale per tutti.

Scenario possibile, alleanze e importanza per rilancio delle importanti novità per le pensioni

Se l’uscita di scena dei pentastellati potrebbe avere ripercussioni negative sul rilancio delle importanti novità per le pensioni, non è detto che con la ‘sfida’ tra centrodestra e centrosinistra le novità per le pensioni non possano essere centrali nella sfida per le elezioni subito. Al contrario: potrebbero comunque rappresentare uno dei temi principali su cui si punterà, considerando quanto sono care ai cittadini e quanto consenso e voti permetterebbero di conquistare. Del resto, nonostante le divergenze interne, sia all’interno del centrosinistra, sia all’interno del centrodestra, come riportano le ultime notizie, vi è una grande convergenza sulle novità per le pensioni da rilanciare tra:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti;
  3. novità per le pensioni di aumento delle pensioni inferiori;
  4. introduzione dell’assegno universale, ma strettamente collegato alla ricerca attiva di un nuovo impiego o alla frequentazione di corsi di formazione o specializzazioni volti all’inserimento nel mondo occupazionale.

Tuttavia, stando a quanto emerge dalle ultime notizie, non è detto che siano proprio le novità per le pensioni il tema cruciale da rilanciare in vista di prossime urne, perché sembrerebbe che l’attenzione di quest’ultimo periodo sia stata puntata anche su altre priorità che contemplerebbero innanzitutto le imposte, o meglio, un nuova riduzione delle imposte, soprattutto per le famiglie.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il