Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Cesa, Boldrini, Tajani

Le ultime posizioni di Tajani, Boldrini, Cesa su nuove concessioni comunitarie, aperture e importanza di novità per le pensioni

 Pensioni ultime notizie su quota 100, m

pensioni novità ultime affermazioni laura boldrini



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): Ancora una volta ci sono stati concessi diversi miliardi extra dalla Comunità. Non è stato semplice, ci è voluta una trattativa, ma alla fine l'obiettivo è stato centrato. E così si potrebbe attuare per le novità per le pensioni come sottolineano anche diverese nostre autorità e alcune hanno già fatto colloqui in tal senso nelle ultime notizie e ultimissime come la Boldrini.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Non si capisce perché non siano sfruttate fino in fondo le opportunità offerte sulle novità per le pensioni, come la possibilità di introdurre l'assegno universale attraverso la Comunità. Certo, occorrerebbe un progetto mirato e condiviso nelle ultime notizie e ultimissime, ma rispetto ad altre grande questioni la volontà sembra essere decisamente inferiore.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): C'è la Comunità con il suo ingente fiume di denaro che può sostenere le novità per le pensioni differentemente da quanto molti ritengono. E in effetti ad esempio sempre al centro nelle ultime notizie e ultimissime e riprese anche da nostre autorità c'è l'assegno universale, ma non solo sostenute dalla Comunità stesse. Ma bisogna fare una azioni mirata e mostrare la convenienza, ci vuole la volontà di chi ci rappresenta.

Tra  nuovi fondi al nostro Paese dalla Comunità e necessità di attuazione di novità per le pensioni profonde per favorire l’interscambio, le ultime notizie, potremmo dire, essere particolarmente vantaggiose, quanto meno apparentemente, per il nostro Paese. Le ultime notizie, infatti, confermano un nuovo stanziamento da parte della Comunità dopo quello già concesso di 21 miliardi di euro da destinare a misure per contrastare l’indigenza, miliardi che avrebbero potuto essere impiegati per introdurre un assegno universale unico anche nel nostro Paese, come del resto richiestoci dalla stessa Comunità, considerando che il nostro Paese e la Grecia sono gli unici della Comunità dove l’assegno universale non è ancora in vigore. Ma si tratta di una somma abbastanza ingente che avrebbe potuto permettere anche di approvare le profonde novità per le pensioni come la quota 100 o novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza oneri, che, come confermano le ultime notizie, sarebbero fondamentali per rilanciare occupazione e interscambio, e quindi produttività ed economia in generale. Ma l’apertura comunitaria non è stata forse apprezzata fino in fondo, considerando che i 21 miliardi di euro sarebbero bastati per novità per le pensioni di quota 100, per cui sono stati stimati circa 7 miliardi di euro, novità per le pensioni di quota 41 per tutti, per cui sono stati stimati circa 5 miliardi di euro, e assegno universale, per cui servirebbero circa 10 miliardi di euro. Ma non sono stati impiegati per queste novità per le pensioni, né per l’introduzione dell’assegno universale.

Le ultime posizioni di Antonio Tajani e ripercussioni su novità per le pensioni

Le ultime notizie, poi, confermano un nuovo via libera da parte della Comunità ad un ulteriore finanziamento di una somma tra 1 e 3 miliardi di euro per le opere di ricostruzione post calamità naturali, come i terremoti che hanno colpito il centro del nostro Paese. Dopo che il via libera al cofinanziamento al 95% nell'uso di fondi comunitari per la ricostruzione post-terremoto, il presidente del Parlamento comunitario, Antonio Tajani, ha chiaramente spiegato che il nostro Paese avrà la possibilità di ulteriori concessioni comunitarie che sarebbe meglio venissero impiegati effettivamente per la loro destinazione, altrimenti si tratterebbe di ennesimi soldi sprecati che non porterebbero ad alcun beneficio. Sarebbe, forse, arrivato il momento di apprezzare le tante concessioni che la Comunità continua a farci, dimostrando di avere fiducia nell’operato del nostro Paese. bisognerebbe, dunque, impegnarsi, d'altro canto, nel dimostrare impegno e massimo sforzo per raggiungere gli obiettivi di crescita stabiliti per il nostro stesso Paese.

Le recenti posizioni della presidente Boldrini e conseguenze per novità per le pensioni

Aperture da parte della Comunità sono state espresse anche alla presidente della Camera, Laura Boldrini, nel corso dei diversi confronti avuti con la stessa Comunità per l’introduzione dell’assegno universale che, come potremo ricordare, sia dalla presidente della Camera sia dal responsabile del Dicastero dell’Economia sarebbe stato proposto a livello comunitario. Il problema è che nonostante le tante aperture e nonostante nel nostro Paese si continui a parlare di assegno universale, che tra l’altro è stato proposto in varie forme, non si è ancora arrivati a nulla di concreto, esattamente come accade da tempo anche per le importanti novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti ancora rimandate.  

Le ultime posizioni di Cesa e impatto su novità per le pensioni

Commenti decisamente positivi sono stati espressi dal segretario nazionale UDC, Lorenzo Cesa, secondo cui, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, la nuova concessione al nostro Paese rappresenta un segnale importante e concreto di attenzione per l’impiego dei nuovi fondi al 95% per le opere di ricostruzione di opere danneggiate dalle calamità naturali, sottolineando che i contributi nazionali necessari per il cofinanziamento dei progetti dovrebbero essere esclusi dal calcolo del disavanzo previsto dagli obiettivi di crescita. Si tratta di soldi che, dunque, dovranno essere ben impiegati per ridare al Centro Italia dignità, mentre forse ancora per un bel po’ continueranno ad essere rimandate misure come assegno universale e novità per le pensioni importanti se non cruciali per sostenere l’interscambio occupazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il