Prove Invalsi domani giovedì 15 giugno 2017 terza media. Risultati matematica,italiano,risposte corrette aggiornamenti tempo reale

Per conoscere le domande assegnate domani giovedì 15 giugno 2017 e le relative risposte possono essere consultati molti siti che propongono aggiornamenti in tempo reale.

Prove Invalsi domani giovedì 15 giugno 2

Test Invalsi 2017: i migliori siti



Ancora un altro appuntamento con le prove Invalsi 2017. Domani giovedì 15 giugno è il turno della terza media (scuola secondaria primo grado) con i test di matematica e italiano. Al pari di quanto è accaduto con i test dei precedenti appuntamenti, anche non mancheranno aggiornamenti in tempo reali ovvero la pubblicazione di risultati, soluzioni, risposte e domande corrette non appena disponibili. Lo faremo anche noi di businessonline.it, invitando a rimanere collegati su questo stesso sito. Altre piattaforme dedicate al mondo della scuola che propongono osservazioni, aggiornamenti e commenti sono ScuolaZoo, OrizzonteScuola e Studenti.it.

Test Invalsi: aggiornamento tempo reale

Per conoscere le domande test Invalsi assegnate domani giovedì 15 giugno 2017, e naturalmente le relative risposte, possono essere consultati anche i siti generalisti di informazione, come il Sole 24 Ore o il Corriere della Sera, che forniscono comunque aggiornamenti tempestivi. I test Invalsi 2017 cui sono sottoposti gli allievi sono state pretestati su campioni rappresentativi di studenti. In questo modo è possibile mettere a punto un protocollo di somministrazione agli allievi della terza media basato su tempi e modi sperimentati su allievi con caratteristiche molto simili a quelle dell'intera popolazione scolastica che deve sostenere le stesse prove.

Come prepararsi in queste ultimissime ore in vista dei test Invalsi della prossima settimana? Il web è come al solito lo strumento più idoneo con il suo ampio ventaglio di possibilità. Oltre al sito ufficiale Invalsi, c'è il portale proveinvalsi.net. Viene data la possibilità di mettersi alla prova su tutti i test degli anni precedenti per gli studenti della terza media. I passaggi da seguire sono tre: scegliere il livello di scuola, la classe e l'anno, completare la prova online e leggere, salvare o stampare i risultati. La piattaforma offre anche la possibilità di personalizzare la prova con domande scelte. E ci sono anche oltre 600 test suddivisi per classe, area di apprendimento, specifica disabilità che potranno essere utili anche nella didattica delle normali lezioni curricolari.

In ogni caso, per esercitarsi con i test Invalsi il web è come sempre ottimo strumento per la preparazione. L'esigenza primaria è di fare bene e le esercitazioni e simulazioni presenti sul web rappresentano un buon allenamento. Per mettersi alla prova, fra i siti più attivi c'è skuola.net che propone tutti testi degli anni scorsi con tanto di soluzioni. C'è anche chi mette a disposizione le prove in formato testo ed MP3, la griglia di correzione per matematica, il quadro di riferimento, la scheda automatica per la raccolta dei dati e per il calcolo del punteggio, il manuale della scheda automatica, gli strumenti consentiti.

L'Invalsi, come altri organismi che in ambito internazionale si occupano di ricerche sui livelli di apprendimento per gli studenti e in generale per il mondo della scuola, è partito dalla definizione di quadri di riferimento per la valutazione. Essi rivestono un ruolo fondamentale per la costruzione delle prove standardizzate da somministrare agli allievi. Mediante il quadro di riferimento per la valutazione vengono definiti gli ambiti, i processi cognitivi e i compiti oggetto di rilevazione, delimitando quindi il campo rispetto al quale sono costruite le prove. Inoltre il quadro di riferimento per la valutazione consente di definire e circoscrivere il valore informativo delle prove che in base a esso vengono costruite, chiarendone la portata e i limiti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il