Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 organismo mondiale sollecita revisioni

Arrivano interessanti aperture sulle novità per le pensioni che si affiancano a previsioni in rialzo da accogliere con positività.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità revisioni richieste



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): Sono sotto esame da parte di questo organismo mondiale le novità per le pensioni, a dimostrazione dell'importanza acquisita nelle ultime notizie e ultimissime ben oltre i confini nazionali. Dove sono in realtà pressoché bloccate.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): La richiesta delle revisioni delle pensioni arriva da un organismo internazionale per le novità per le pensioni ma bisogna precisare cosa è stato chiesto nelle ultime notizie e ultimissime che è ben differente da quello che è stato scritto da diversi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Le revisioni delle pensioni che per il momento appaiono ferme tra le novità per le pensioni sono richieste anche da un importante organismo internazionale che lo ha precisato nelle ultime notizie e ultimissime chiaramente

Ci sono anche gli organismi internazionali a seguire da vicino quanto accade all'interno del nostro Paese e le indicazioni che arrivano, soprattutto in relazione alle novità per le pensioni, sono nette e precise. Perché da sempre è proprio l'elevato impegno di spesa per le casse collettive a rappresentare un fardello da rendere sostenibile. Gli ultimi esecutivi hanno scelto due strade per cercare di contenere l'impatto per il budget complessivo e più esattamente

  1. hanno spostato sempre più lontano il traguardo della pensione, innescando però una reazione a catena che si ripercuote anche sul versante occupazionale e sulla stessa scontentezza dei dipendenti e degli autonomi impossibilitati a fare un passo indietro e ritirarsi a vita privata;
  2. hanno cambiato il modo di calcolare la pensioni passando al contributivo totale, ma senza averlo associato né a ulteriori novità per le pensioni né a interventi mirati sul versante occupazionale con la conseguenza di aver creato una generazione di precari con il futuro incerto.

Inevitabile allora che per il Fondo monetario internazionale, il nostro caso fosse oggetto di attenzione e interesse perché è un concentrato di particolarità e situazioni esplosive assenti altrove. La richiesta di fondo è comunque una sola: procedere con revisioni sulle pensioni, anche nette e sempre sostenibili.

Revisioni richieste da organismo internazionale per le novità per le pensioni

E allora lo staff del Fondo monetario internazionale ha terminato la missione nel nostro Paese, dove ci sono state consultazioni in vista della pubblicazione dell'Articolo IV, il rapporto con cui il Fondo fotografa annualmente lo stato di salute di un Paese membro. Non deve sorprendere che un passaggio ben preciso sia stato dedicato alle novità per le pensioni. Più esattamente sono richieste

  1. la revisione della spesa per pensioni rimane un obiettivo da raggiungere perché gli sforzi fatti fino a questo momento sono stati tanti e per certi aspetti anche rilevanti rispetto agli sprechi del passato, ma non ancora sufficienti per ipotizzare inedite e più costose novità per le pensioni;
  2. la redistribuzione del budget in ottica di contrasto dell'indigenza o comunque di chi trova in una situazione di evidente difficoltà reddituale e occupazione e sotto questo punto di vista una delle soluzioni più gettonate è l'assegno universale, più volte invocato ma mai portato a casa.

E di positivo c'è che, dati del Fondo monetario internazionale, l'economia è stimata in crescita nel 2017 dell'1,3% e non più solo dello 0,8% come calcolato in precedenza. In queste condizioni diventa allora più facile ipotizzare l'attivazione di ulteriori novità per le pensioni.

Revisione e redistribuzione fondamentali per le novità per le pensioni

La rotta del Fondo monetario internazionale è stata dunque tracciata: non ha chiesto genericamente di toccare le pensioni, ma di procedere con due azioni ben precise. Secondo gli esperti questi obiettivi sono raggiungibili e a portata di mano, ma in ogni caso occorre procedere con gradi. Di interessante c'è appunto che, oltre al tradizionale equilibrio dei conti da non perdere di vista, l'organismo internazionale mette nero su bianco l'importanza di aiutare chi è più indietro anche attraverso le novità per le pensioni.

Ma l'orizzonte non si è ancora del tutto rischiarato e sul futuro della crescita permane l'ombra di rischi significativi, legati all'incertezza cronica che caratterizza il nostro Paese ovvero l'assenza di stabilità, al fardello del deficit, alla fragilità finanziaria assieme alla delicata situazione degli istituti. Il Fondo Monetario Internazionale riassume così nel suo Article IV la congiuntura nazionale. Questa volta il bicchiere è però mezzo pieno anziché mezzo vuoto e la buona notizia questa volta, oltre all'apertura sulle novità per le pensioni, è che, a pochi mesi di distanza, gli esperti hanno appunto rivisto sensibilmente al rialzo le previsioni di crescita, con un Prodotto interno lordo quest'anno all'1,3% contro un +0,8% calcolato in prima battuta.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il