Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 elezioni subito verità triplice

Il quadro sta diventando più chiaro e diventano più evidenti, oltre le novità per le pensioni, le ragioni che hanno portato a rinviare elezioni subito.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità tre verità



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:21): Non sono ancora escluse le elezioni subito, ma occorre capire i motivi anche nascosti che non hanno portate a decidere sul sistema per elezioni subito e far naufragare tutto e farci vivere questa sorta di stasi per le novità per le pensioni e generale nelle ultime notizie e ultimissime sempre più forte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Sonos sempre centrali le elezioni subito e di cosa potrebbero comportare per novità per le pensioni se ci fossero o meno. E se non sono mai stati chiariti fino in fondo i reali motivi dello stop, spuntano nelle ultime notizie e ultimissime alcune spunti sul singolo comportamento dei singoli esponenti istituzionali ma anche di potenziale ripresa delle trattative.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): Le tre verità sull'elezioni subito sui differenti aspetti e non solo se ci saranno o meno e come saranno e che correlazione potrebbero avere per le novità per le pensioni così come si capisce nelle ultime notizie e ultimissime pure cercando di andare oltre

Continua a essere oggetto di discussioni l'improvvisa marcia indietro rispetto all'ipotesi di elezioni subito che venivano date praticamente per certe in seguito all'accordo preliminare tra le principali forze. Sebbene questa possibilità non sia definitivamente tramontata, si tratta di una strada adesso difficilmente percorribile. E a rimetterci c'è chi attendeva questo momento per il rilancio delle novità per le pensioni, considerando che l'esecutivo attuale ha di fatto congelato la questione e non sta più mostrando quell'indispensabile slancio al cambiamento. In qualche modo sta veleggiano verso il traguardo in attesa che arriva il momento delle elezioni, subito o meno che siano, senza l'intenzione di effettuare alcuno scatto. Ma quali sono le vere ragioni per cui sono saltate le elezioni subito? Quali sono le tre verità che stanno emergendo? Alla base del repentino stop

  1. ci sono le divisioni interne tra gli schieramenti rispetto al momento più opportuno per elezioni subito, anche considerando la necessità di mettere mano ai programmi e quindi anche alle novità per le pensioni;
  2. ci sono le divisioni sulle alleanze da mettere in piedi, tenendo conto che il metodo individuato per elezioni subito imponeva la necessità della formazione di coalizioni, anche innaturali, tenendo conto della diversità di vedute sulle stesse novità per le pensioni;
  3. ci sono ragioni ben più materiali, considerando che ciascun esponente istituzionale avrebbe dovuto rinunciare a diverse e ben remunerate mensilità, ben sapendo che non tutti loro avrebbero la sicurezza di essere confermati.

Prima verità su elezioni subito e cosa comporta per novità per le pensioni

La prima verità da cui non si scappa è appunto quella delle divisioni interne tra gli schieramenti rispetto al momento più opportuno per elezioni subito, anche considerando la necessità di mettere mano ai programmi e quindi anche alle novità per le pensioni. A dominare è come sempre la frammentazione e ciascuno schieramento porta con sé anime differenti con differenti visioni. Nella stessa maggioranza, nonostante la separazione dell'ala più oltranzista, peraltro molto combattiva sulle novità per le pensioni, non tutti sono convinti dell'indispensabilità di elezioni e subito e la stessa cosa si rinnova dalle parti del Cavaliere. E perfino i pentastellati, solitamente più granitici nelle posizioni, non si registra una piena uniformità di vedute. In fin dei conti, anche pensando ai risultati delle elezioni comunali, non tutti possono dirsi così sicuri della vittoria finale e il gioco delle alleanze diventa la partita da vincere.

Seconda verità su elezioni subito e cosa comporta per novità per le pensioni

Ed è proprio questa la seconda verità che emerge sullo stop di elezioni subito: la divisione tra le alleanze, con posizioni diverse anche sulle novità per le pensioni. Il metodo indivuato per fare esprimere la preferenza ai cittadini prevedeva infatti la necessità per le differnenti forze di organizzarsi in macro alleanze al fine di formare una maggioranza e dunque un esecutivo. Più facile a dirsi che a farsi considerando i rapporti di diffidenza reciproca tra il Carroccio e il Cavaliere, gli ammiccamenti tra i pentastellati e lo stesso Carroccio, le diverse anime a sinistra dell'attuale maggioranza, poco intenzionati a trovare una intesa con quella che solo apparentemente sembrerebbe la soluzione più naturale. Sulle questioni principali, come le novità per le pensioni, le visioni sono infatti differenti tra moderazione e revisione completa.

Terza verità su elezioni subito e cosa comporta per novità per le pensioni

Ci sono poi alcuni calcoli che prescindono dalle stesse novità per le pensioni: in caso di elezioni subito ciascun esponente istituzionale dovrebbero rinunciare a circa 60.000 euro tra stipendio, indennità, rimborsi e benefit vari, ben sapendo che la sicurezza della conferma viene assicurata a pochi. Un timore che coinvolge tutte le forze, maggioranza, quelle che fanno riferimento al Cavaliere, pentastellati e Carroccio.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire