Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 separazione da realtà inesorabile

Impietoso distacco tra la realtà del nostro Paese e ciò che si vorrebbe far credere: ultime notizie e ancora necessità di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità distacco realtà impietoso



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Non c'è più contatto con le questioni che davvero interessano i cittadini ma si cerca di concentrarsi su iniziative che poco interessano al contrario delle novità per le pensioni, per esempio, come nelle ultime notizie e ultimissime tanti elementi dimostrano

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Il distacco dalla realtà è su più aspetti e livelli sia sulla vita reale che sulle necessità dei cittadini per le novità per le pensioni e differenti altri. E si continua a trattare nelle ultime notizie e ultimissime cose completamente differenti

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): C'è un signigicativo distacco dalla realtà tra le le differeni forze chi più e chi meno e le realtà che vivono i cittadini e le loro priorità tra cui le novità per le pensioni. E tutto questo si evidenzia per moleplici aspetti nelle ultime notizie e ultimissime sempre più spesso.

Il distacco tra la realtà delle ultime notizie e ciò che si vuol far credere si potrebbe definire impietoso: le ultime notizie confermano una situazione ancora di grande difficoltà per il nostro Paese e del resto dati e numeri parlano chiaro. Stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie tanto manca una stabilità interna istituzionale nel nostro Paese in grado di portarlo a miglioramenti, quanto mancano ancora tutti quei provvedimenti urgenti che gli permetterebbero di crescere. In particolare:

  1. continuerebbero gli scontri tra tutte le forze con divisioni forti tra centrosinistra e centrodestra, ma anche tra pentastellati, questi ultimi divisi soprattutto a causa dei continui scandali che ne hanno coinvolto i membri e della questione Raggi, ma si tratta di scontri che non interessano le necessità dei cittadini, che invece dovrebbero essere considerate prioritarie;
  2. la decisione di far slittare le elezioni sarebbe stata fatta esclusivamente per mantenere il potere e lo status quo, perdendo occasioni favorevoli;
  3. aumentano indigenza e non occupazione.

Scontri tra le forze, elezioni rinviate per mantenere il potere e impatto su novità per le pensioni

Impietose le ultime notizie che interessano le diverse forze: da una parte, la maggioranza potrebbe andare incontro ad una scissione più profonda, soprattutto se non dovesse essere raggiunto alcun accordo con il movimento democratico progressista, ma si tratta di una prospettiva difficile al momento, considerando che, stando a quanto riportano le ultime notizie, il segretario della maggioranza più che ad una grande riunione del centrosinistra, guarderebbe con più interesse ad una rinnovata alleanza con la forza del Cavaliere che, dal canto suo, non disdegnerebbe. Forti sono, infatti, ancora le divergenze con il leader del Carroccio e pur avendo parlato lui stesso di centrodestra unito, difficilmente si riuscirà a riunire tutte le sue forze.

Si tratterebbe, tuttavia, di una alleanza che si farebbe solo per convenienza, per mantenere il potere e che, secondo le ultime notizie, non porterebbe a nulla di buono e concreto da un punto di vista di novità concrete, comprese le importanti novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti. Del resto, già la precedente esperienza di tal genere non ha portato a nulla di positivo. Molto, però, dipenderà dal sistema per elezioni che si definirà, tra quello che era in discussione, proporzionale basato sul modello teutonico, e voluto dal Cavaliere, e ritorno del maggioritario, che in tal caso spingerebbe verso le grandi alleanze delle due principali forze, centrosinistra e centrodestra. Solo, forse, nella corsa verso prossime elezioni potranno effettivamente essere rilanciare quelle profonde novità per le pensioni che finalmente, attraverso nuovo impulso a occupazione e produttività, permetterebbero al nostro Paese di rimettersi sulla strada della crescita.


Il problema è che, però, per fare questi giochetti di potere si potrebbero perdere occasioni favorevoli da sfruttare al momento, e vale a dire le nuove posizioni di apertura e disponibilità nei nostri confronti da parte di organismi internazionali, a partire dalla stessa Comunità che, come confermano le ultime notizie, avrebbe assunto una posizione decisamente più ‘morbida’ nei nostri confronti. Ma si tratta di una congiuntura favorevole che passerà e che, come detto, dovrebbe essere sfruttata al momento per riuscire nell’intento di attuazione di misure e provvedimenti, novità per le pensioni comprese, finora bloccate. E mentre si delinea praticamente questo impietoso scenario, d’altro canto, si cerca di far credere che invece tutto vada e migliori. Ma la magistratura contabile smentisce. E le ultime notizie anche.

Aumento di indigenza e non occupazione e urgenza di novità per le pensioni

Le ultime notizie, infatti, confermano un aumento dell’indigenza, una occupazione in stallo e un forte divario generazionale che continua ad aumentare e che sta portando sempre più a chiedere iniziative di cambiamento, a partire proprio dalle novità per le pensioni che, secondo quanto riportano le ultime notizie, sarebbero state richieste anche dal Fondo Monetario Internazionale proprio per dare nuovo avvio all’interscambio occupazionale in modo da rilanciare occupazione ma anche produttività. A causa, infatti, delle attuali norme pensionistiche in vigore, non solo i ragazzi sono letteralmente tagliati fuori dal mondo lavorativo, ma, costringendo gli impiegati più anziani e rimanere sempre più a lavoro, aumentano morti e incidenti sul lavoro, soprattutto in determinate attività come quelle faticose, a causa di mansioni troppo pesanti svolte da persone in avanti con l’età.

Le ultime notizie relative a indigenza e aumento di morti e infortuni sul lavoro non sono le uniche realtà che delineano un quadro impietoso del nostro Paese. A queste si affiancano, infatti, le ultime notizie relative ad:

  1. aumento dell’emigrazione da parte di coloro che cercano nuovi impieghi all’estero, e basti pensare che si sono cancellati dall'anagrafe 500mila italiani e 300mila stranieri che hanno deciso di spostarsi verso Paesi come Germania, Gran Bretagna e Francia soprattutto, motivati dalla mancanza di occupazione, grande problema del nostro Paese che potrebbe essere effettivamente risolto se si introducessero le novità per le pensioni tanto richieste, come quota 100 e quota 41 per tutti, dando nuova spinta ad un’alternanza a lavoro tra più anziani e più giovani che non costringerebbe questi ultimi ad abbandonare il proprio Paese;
  2. deficit statale che cresce, che, secondo le ultime notizie, ad aprile segnato un nuovo record a 2.270 miliardi, aumentato di 10 miliardi rispetto al picco di marzo, quando invece obiettivo e impegno nei confronti della Comunità sono quelli di ridurlo;
  3. sviluppo economico ancora bloccato, nonostante le ultime notizie sulle stime di crescite del nostro Paese siano state riviste al rialzo. Il problema è che mettendo a confronto le dinamiche del nostro Paese con quelle di crescita degli altri Paesi, l'Italia registra la situazione più preoccupante, mentre quasi tutti gli altri Paesi comunitari segnano una crescita, anche se in alcuni casi lieve.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il