Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 sei passaggi da attuare

I prossimi passaggi che l’esecutivo dovrebbe affrontare dopo la decisione di elezioni rinviate e impatto su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità sei passaggi elezioni rinviate rilancio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:20) Vi sono dei passaggi che riguardano l'immediato per le novità per le pensioni ma quelli più profondi e rilevanti non le riguardano strettamente e subito nelle ultime notizie e ultimissime nonostante siano certamente più significativi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): I passaggi per il rilancio delle novità per le pensioni possono sembrare tanti e lunghi. E in effetti ci sono molti aspetti da risolvere e di cui l'esito nelle ultime notizie e ultimissime è tutt'altro che scontato. In realtà, sarebbe sufficiente una maggiore convinzione all'azione ovvero una reale volontà per imprimere un'accelerazione e una svolta all'intero percorso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30):  Vi sono ben sei passaggi che questo esecutivo deve intraprendere per le novità per le pensioni attuali e che verranno ritornate nelle ultime notizie e ultissime ancora relativamente rilevanti

All’indomani del rinvio della definizione del sistema per elezioni subito che ha, dunque, anche rimandato le stesse urne che difficilmente potranno ora tenersi a settembre, come volevano i pentastellati, o ad ottobre, considerando che il sistema per elezioni tornerà il Aula dopo la pausa estiva, secondo le ultime notizie, sarebbero diversi i passaggi che l’esecutivo dovrebbe fare. Sei, in particolare, sono quelli che emergono da un’attenta analisi e che serviranno tanto per cercare di continuare a garantire stabilità, quanto per cercare di andare avanti con quei provvedimenti importanti ma ancora lasciati in sospeso che potrebbero concorrere al rilancio dello sviluppo interno del nostro Paese.

I sei passaggi per rilancio di novità per le pensioni dopo le elezioni rinviate

I sei passaggi che l’esecutivo dovrebbe affrontare e che potrebbero contribuire a rilanciare di nuovo ulteriori novità per le pensioni sarebbero:

  1. verificare di avere una maggioranza e decidere di andare avanti concretamente su singoli punti importanti e questioni cruciali da chiudere, come quella relativa alla definizione del nuovo codice antimafia o quella relativa al provvedimento di riconoscimento della cittadinanza italiana a tutti i figli di stranieri nati nel nostro Paese, con la definizione di priorità da portare avanti, chiaramente:
  2. riprendere da subito le discussioni sulla definizione delle prossime decisioni economiche strategiche per mettere in sicurezza i conti, passaggio fondamentale se si vuol davvero andare avanti con le novità per le pensioni;
  3. cercare di trovare un accordo per un sistema di elezioni che riuscirà effettivamente a garantire una maggioranza certa e una piena governabilità, condizione chiaramente fondamentale per andare avanti anche le novità per le pensioni ma anche con tutti gli altri provvedimenti importanti al momento bloccati;
  4. riprendere il momento successivo per le novità pensioni, per cui, stando alle ultime notizie, già nei prossimi giorni dovrebbero riprendere le discussioni tra rappresentanti dei dipendenti e Dicastero dell’Occupazione, anche se non si hanno le idee chiare sulle ulteriori novità per le pensioni che rientreranno nel momento successivo;
  5. cercare di dare risposte alle urgenze per le novità per le pensioni o novità per le pensioni con revisione del meccanismo delle probabilità di vita cui è agganciata l’età pensionabile che, infatti, dal prossimo 20109 dovrebbe ancora aumentare, per cui si parla da ora di blocco o revisione di questo sistema di adeguamento;
  6. decidere come e quando andare avanti con la novità per le pensioni di revisioni delle alte pensioni degli esponenti istituzionali.

Prossime mosse dell’esecutivo e impatto su novità per le pensioni

Ciò che dunque l’esecutivo dovrebbe avviarsi a fare sarebbe una totale riorganizzazione dei suoi impegni, con l’obiettivo di portare avanti tutte quelle iniziative che proprio a causa delle continue discussioni sul sistema per elezioni subito sono state lasciate in sospeso. E non si tratta nemmeno di un progetto tanto inaspettato, considerando che, stando a quanto riportano le ultime notizie, lo stesso premier solo qualche giorno fa avrebbe manifestato l’intenzione di voler rimanere alla guida del Paese fino alla naturale scadenza dell’attuale legislatura, pronto a rimettere mano su tutti quei provvedimenti bloccati, da nuovo codice antimafia, a biotestamento, ius soli e non solo. Per farlo, per, sarà necessario verificare che ci sia una maggioranza sicura in grado di tenere, considerando che proprio le grandi questioni di nuovo codice antimafia e del provvedimenti di riconoscimento della cittadinanza italiana ai figli di stranieri nati nel nostro Paese in questi ultimi tempi non hanno fatto altro che dividere e creare profonde spaccature.

Tra i provvedimenti da sbloccare, importati per dare al nostro Paese nuovo slancio economico, ci sarebbero anche le novità per le pensioni. Se, da una parte, l’intento è quello di riprendere il momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni, ancora da definire però e che secondo le ultime notizie potrebbero riguardare novità per le pensioni per i ragazzi o anche novità per le pensioni di revisione delle probabilità di vita lasciando al momento da parte novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41 per tutti che potrebbero essere poi rilanciate solo quando effettivamente si andrà a prossime elezioni, dall’altra, ci sarebbe ancora da chiudere il capitolo relativo alle ultime novità per le pensioni già approvate.

E stiamo parlando di novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41: si tratta di provvedimenti che, secondo quanto stabilito dal precedente esecutivo, avrebbero dovuto esser già in vigore dallo scorso primo maggio, con atti finali da presentare entro lo scorso marzo. Ma gli atti finali con le relative regole ufficiali, e tempi, di funzionamento delle stesse novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41 non sono ancora stati presentati. Ne sono stati definiti solo due, relativi rispettivamente a novità per le pensioni senza oneri e quota 41, e mancherebbe ancora quello relativo alla mini pensione con oneri decisamente importante, considerando che, come confermano le ultime notizie, dovrebbe render noti i tassi di interesse da calcolare sulla mini pensione ricevuta e da restituire agli istituti, elemento che definirà la convenienza, o meno, di questa novità per le pensioni per lasciare anzitempo la propria occupazione solo di qualche anno.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il