Stockisti.com sequestrato, chiuso sito web. La truffa, garanzia prodotti e ordini. Come riconoscere siti illegali e truffe online

Dopo mesi di indagini arriva il sequestro del famosissimo sito stockisti.com e di console planet. Ecco come facevano ad offrire prodotti a così basso prezzo.

Stockisti.com sequestrato, chiuso sito w

Stockisti chiuso



AGGIORNAMENTO Stockisti.com chiuso, seuqestrato (novità e ultime notizie oggi venerdì 7 Luglio 2017): Per evitare ulteriori acquisti e ordini nella tarda serata di ieri è stato chiuso anche il sito online. Al momento gli ordini sono stati tutti sospesi e non saranno inviati. Chi ha pagato con carta di credito o bonifico anticipato si dovrebbe rivedere riotrnare indietro le somme che non dorvebbero nemmeno essere incassate ma stornate direttamente sulla carta di credito. Appena avremo aggiornamenti anche in tempo reale e novità le daremo.
ddNessun problema per la garanzia che viene data come sempre nel produttore.alal produttore

 

 

Negli anni stockisti.com si è creato un'ottima reputazione grazie alla vendita di pochi prodotti tecnologici tra smartphone, tv lcd e tablet a prezzi praticamente imbattibili. 

Non appena un prodotto veniva commercializzato il sito era in grado di venderlo a prezzi ribassati che nessuno era in grado di proporre, neanche grandi siti come amazon o yeppon.

La truffa di stockisti

La Polizia Postale e l'ufficio delle Dogane, in collaborazione, hanno analizzato le società che operavano dietro il sito scoprendo come riuscivano a proporre prezzi così bassi. Infatti non si trattava di acquisti in stock, ma di una maxi evasione di IVA. 

Si presume infatti un'evasione in questi anni di ben 50 milioni di IVA. In pratica dietro al sito vi è una società di Malta, isola facente parte dell'Unione Europea, in cui vige una tassazione agevolata per le aziende, che annualmente forniva in concessione italiano ad una diversa società italiana creata ad hoc che fungeva da prestanome. Con un sistema quindi di società che nel giro di poco tempo aprivano e chiudevono hanno reso possibile il raggiro dell'agenzia delle entrate per anni, continuando ad operare illegalmente nel mercato italiano.

Quali rischi per i clienti?

Per chi ha già comprato un prodotto presso il sito probabilmente non ci sarà alcuna ricaduta. E' possibile che venga richiesta, per chi ha usato spesso il sito web, di documentazione sugli acquisti (ordini e fatture) ma probabilmente non si incorrerà in alcun problema.

Quali rischia chi ha comprato oggi o è in attesa di un ordine?

Qui ci possono essere dei problemi. Per chi è in attesa di un ordine, questo sarà molto probabilmente bloccato alla dogana. Mentre per chi vuol tentare la fortuna e acquistare oggi un prodotto o anche domani (il sito è stato oscurando tramite DNS, quindi è possibile per alcune ore per molti utenti accedervi ancora) scontato c'è il rischio di perdere completamente i soldi per acquisto incauto.

Come riconoscere i siti illegali e di truffa

In questo caso al dire il vero è praticamente impossibile sospettare del sito, soprattutto perchè negli anni si è creato un nome per gli ottimi prezzi e per la qualità del servizio. Oltretutto, per l'utente, non ci sono rischi in quanto il sito lato consumer si è sempre dimostrato molto attento al cliente. Il problema è prettamente solo con il fisco.

In ogni caso quali linee guida per riconoscere i siti poco affidabili? Ecco alcuni suggerimenti veloci e pratici per identificare un sito come poco sicuro:

  • verificare che sia presente la P.IVA (deve essere esposta su tutte le pagine del sito, in genere è usanza inserirla in fondo nel footer del sito web)
  • contatti facilmente accessibili (sia l'indirizzo legale, sia i contatti telefonici)
  • per quanto riguarda i contatti telefonici sono preferibili telefoni fissi e numeri verdi. L'utilizzo di un numero cellulare quantomeno faccia venire qualche dubbio, di certo ci troviamo di fronte ad un sito piccolo e amatoriale
  • durante la fase di acquisto verificare che ci si trovi su un server sicuro (l'url del sito deve iniziare con https://)
  • verifica che vengano accettati altri metodi di pagamento oltre le carte di credito (esempio bonifico bancario, contrassegno, paypal,...)
  • se si è in dubbio sulla validità di un sito web, la presenza e l'utilizzo di paypal, grazie la sua garanzia per l'acquirente, è sinonimo di sicurezza
  • cercare informazioni su internet sul sito web

Inoltre ricordate che in genere le principali truffe avvengono su acquisti di abbigliamento di alta moda e che quasi tutti i grandi marchi non permettono la vendita online dei loro capi. Infatti pochissimi siti web hanno la licenza per poter vendere una selezione (non tutta) della collezione di una casa di moda e si tratta di siti dalla fama mondiale.

Arresti in tutta Italia

Ben 10 persone sono sotto fermo su 18 ordinanze cautelari emanate.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Lorenzo Pascucci pubblicato il