Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Labriola, Monchiero, Cristadoro

Continuano a rimanere ferme al palo le novità per le pensioni anche perché esponenti istituzionali stanno giocando la partita della riconferma.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 09:30): Si pensa solo al rendiconto personale sia per le novità per le pensioni che in generale e c'è una fretta di farlo visto il periodo nelle ultime notizie e ultissime che si accentua sempre più

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Sono solo tre casi emblatici di come il rendiconto personale in un momento assolutamente complesso sembra sempre più la vera priorità e le novità per le pensioni se si fanno, si fanno per pochi e sempre gli stessi che nelle ultime notizie e ultimissime dovrebbero adoperarsi per il bene comune

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Crescono i casi di rendiconto personale in questo quadro vago e incerto dove, invece, di porre almeno i pressuposti per le novità per le pensioni creando le condizioni indispensabili, molti esponenti si occupano solo delle proprie faccende.

Cosa sta succedendo in questo ultimo scorcio di legislatura? Un fuggi fuggi generale tra gli esponenti istituzionali a caccia di candidature sicure e una scarsa attenzione alle questioni di rilievo, come le novità per le pensioni, mentre la lotta alle spese superflue, così decisive nelle ultime notizie pensioni, presenta buchi e fallimenti.

Le ultime posizioni di Vincenza Labriola e conseguenze per novità per le pensioni

Più passa il tempo e più i casi di interesse personale aumentano e diventano quasi imbarazzanti. E lo sono a tal punto che verrebbe la tentazione di non riporre più alcuna speranza di un intervento serio e convinto sulle novità per le pensioni e su tutti quei progetti che meriterebbero la massima e quasi esclusiva attenzione per via della loro importanza. Sapere che, come raccontano le cronache, che si sta registrando una transumanza continua verso lo schieramento del Cavaliere non depone certamente a favore degli esponenti istituzionali. Non tanto e non solo per il fatto in sé (al di là delle forze coinvolte), ma per la tempistica. Alle cinque adesione delle ultime ore, tra cui la pentastellata Vincenza Labriola, se ne potrebbe aggiungere un'altra decina. I motivi non vanno certamente cercati nella condivisione di progetti sulle novità per le pensioni o su una comunanza di vedute in questo ultimo scorcio di legislatura. Tutt'altro, a spingere questi spostamenti, pur legittimi, ci sarebbero ragioni di conferme e di candidature in vista del prossimo appuntamento con le urne, rispetto a cui ciascun esponente sta iniziando a fare i suoi calcoli.

Le recenti posizioni di Aldo Cristadoro e impatto su novità per le pensioni

Allora la lotta agli sprechi che aveva preso le auto blu come simbolo dello sperpero ingiustificato era stata solo una finzione. O almeno non è stata tale da autorizzare a parlare di svolta. La società Twig coordinata da Aldo Cristadoro, su richiesta del quotidiano la Repubblica, ha infatti voluto vederci chiaro e il risultato è stato sorprendente: non solo le auto blu non sono diminuite, ma nell'arco di 12 mesi sono passate da circa 20.000 a quasi 30.000. La flotta di Stato è composta da dicasteri, autorità e agenzie fiscali, Regioni e Province autonome, Province e Città metropolitane, Comuni, Sanità, regionale, Università, altri enti. Tutte, a vario titolo e con intensità differente, sono coinvolte. E succede proprio in un periodo in cui le novità per le pensioni sono finite ai margini per la cronica assenza di coperture. A voler andare ancora più a fondo dei numeri diffusi, emerge come siano stati i dicasteri quelli che hanno fatto registrare qualche numero positivo mentre i comuni, un po' a sorpresa considerando che sono quelli più vicini al territorio come dimostrano le ricadute dell'introduzione di novità per le pensioni, ad aver fatto registrare una impennata di auto blu.

Le ultime affermazioni di Giovanni Monchiero e impatto su novità per le pensioni

Ci sono poi dei casi al limite dei paradosso perché si tratta di esponenti istituzionali che più di altri si stanno battendo per evitare le urne prima del dovuto e, sostengono i beninformati, questa ostinazione è dovuta proprio alla possibilità pressoché inesistenze della riconferma nelle assise. Nel mirino c'è anche la pattuglia di Civici e Innovatori, di cui fa parte Giovanni Monchiero, uno di quelli che è stato accanto all'ex capo dell'esecutivo che ha dato il via a quelle novità per le pensioni così contestate che fanno adesso parte del nostro ordinamento. A chi lo intercetta, Monchiero spiega come le urne siano da evitare perché il sistema in vigore per la scelta dei rappresentanti è inadeguato e non in grado di creare una rappresentanza utile per il nostro Paese. Ripercorrendo quando fatto e provando ad andare al di là di della complessità delle posizioni e delle soluzioni possibile per rendere migliori le pensioni con l'introduzione di novità mirate, a suo dire non c'è alcun tornaconto personale nelle scelte. Né da parte sua e né di tutti quelli del gruppo di cui fa parte. Ma c'è un progetto preciso che prevede posizioni precise sulle novità per le pensioni così come su gli altri nodi che soffocano il Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il