770 2017 e Spesometro 2017: proroga e risposte richieste chiarimenti. Novità questa settimana

Si resta in attesa della decisione sulla proroga di 770 2017 e Spesometro 2017, con il rischio che arrivi proprio a ridosso della scadenza. Le novità da oggi lunedì 10 Luglio, martedì e giorni successivi questa settimana

770 2017 e Spesometro 2017: proroga e ri

770 2017 e Spesometro 2017: proroga



Questa è stata la settimana in cui la questione della proroga degli adempimenti fiscali è di nuovo tornata al centro dell'attenzione. Nel mirino dei commercialisti sono finiti il 770 2017 e Spesometro 2017, con il primo che va già in scadenza il 31 luglio. Nel primo caso la richiesta di slittamento è al al 2 ottobre 2017, nel secondo al 31 ottobre 2017. L'altra doppia invocazione di proroga riguarda l'invio telematico della dichiarazione dei redditi dal 2 ottobre al 15 ottobre 2017 e dell'invio telematico della dichiarazione Imposta regionale sulle attività produttive dal 2 ottobre al 15 ottobre 2017. Il tutto mentre la stessa Agenzia delle entrate a fornito risposte e chiarimenti sull'invio di una comunicazione con cui integrare o rettificare quella trasmessa anche oltre il quindicesimo giorno dal termine di adempimento, al fine di ravvedere l'omesso o errato adempimento comunicativo. Ma non in relazione alla proroga di 770 2017 e Spesometro 2017, con il rischio che la decisione arrivi proprio a ridosso della scadenza, come più volte è successo.

770 2017 e Spesometro 2017: novità questa settimana

Sono tenuti a presentare il modello 770 2017 semplificato le società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali; le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali; le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; i trust; i condomini; le società di persone residenti nel territorio dello Stato; le società di armamento residenti nel territorio dello Stato; le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato.

Il modello 770 2017 ordinario deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta, dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell'anno 2015 od operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, nonché i dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio e quelli concernenti i versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d’imposta utilizzati.

Per quanto riguarda la compilazione del 770 2017, in caso di mancata prosecuzione dell'attività da parte di altro soggetto, la dichiarazione deve essere presentata dal liquidatore, curatore fallimentare o commissario liquidatore, in nome e per conto del soggetto estinto. In particolare, nel frontespizio del modello, nel riquadro "dati relativi al sostituto" e nei prospetti che compongono la dichiarazione, devono essere indicati i dati del sostituto d'imposta estinto e il suo codice fiscale. Il liquidatore, curatore fallimentare o commissario liquidatore che sottoscrive la dichiarazione, deve invece esporre i propri dati esclusivamente nel riquadro del frontespizio "dati relativi al rappresentante firmatario della dichiarazione".

Stando alle norme in vigore sullo Spesometro 2017, l'obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto per le quali è previsto l'obbligo di emissione della fattura è assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, dell'importo di tutte le operazioni attive e passive effettuate. Per le sole operazioni per le quali non è previsto l'obbligo di emissione della fattura la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore a 3.600 euro, comprensivo dell'imposta sul valore aggiunto.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il