Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Stirpe, Bocchi, Petteni

Che qualcosa stia mutando nello scenario generale con interessanti aperture per le novità per le pensioni è dimostrato dall'alleanza tra imprenditori e rappresentanti dei dipendenti.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:35): E' uno sicuramente dei momenti rimasti in cui si potranno avere delle novità per le pensioni in questo scorcio di fine legislatura dove tutto rimane nelle ultime notizie molto confuso e incerto in primis le iniziative già poco certe

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Vedremo allora dove porterà questo potenziale accordo e soprattutto se per le novità per le pensioni ci saranno ripercussioni reali. Per adesso, a differenza di quanto accade in altre trattative e in differenti ambiti, le premesse sono incoraggianti nelle ultime notizie e ultimissime e resta dunque da scoprire se le buone intenzioni si trasformeranno in fatti concreti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:07): Appare lecito nutrire ottimismo, solo in questo singolo ambito, sul versante delle novità per le pensioni. Nel limite delle rispettive competenze e ben sapendo come non sono per il momento centrali, l'accordo che si profila nelle ultime notizie e ultimissime tra gli imprenditori da una parte e i rappresentanti dei dipendenti non può che essere molto interessante.

Il rinnovato rapporto tra rappresentanti dei dipendenti e imprenditori non può che essere salutato con favore, anche oltre le novità per le pensioni, perché scavalca le lentezze nell'azione dell'esecutivo nelle ultime notizie pensioni, aprendo così prospettive differenti. Ma fino a quando durerà questa intesa già avviata? I primi segnali raccolti sono comunque positivi.

Le ultime posizioni di Maurizio Stirpe e conseguenze per novità per le pensioni

Si passa all'azione sul patto di fabbrica ovvero quell'alleanza tra imprenditori e rappresentanti dei dipendenti per favorire la ripresa del Paese. Tra le sue priorità ci sono la formazione professionale, un differente modello contrattuale, forse il ripensamento delle novità per le pensioni e il tentativo di dare una scossa al mercato occupazionale. Tra i contenuti per i quali si chiede un intervento organico e su cui è impegnato anche Maurizio Stirpe, numero due degli imprenditori per l'occupazione e le relazioni industriali, ci sono anche innovazione, formazione, conoscenza, ragazzi e rilancio del Mezzogiorno. Sullo sfondo ci sono appunto le novità per le pensioni, con la convinzione che non si tratta di un settore slegato dagli altri. Ma che, anzi, ne è condizione di base. Il dialogo tra le parti punta a rendere le relazioni industriali più moderne, un fattore di competitività per le aziende e per il nostro Paese. Di positivo c'è appunto che dagli imprenditori è arrivato chiaro il segnale alla disponibilità alla definizione di criteri per la misurazione della rappresentatività.

Le recenti posizioni di Gianluigi Petteni e impatto su novità per le pensioni

Quella del patto di fabbrica, indipendentemente se andrà in porto o meno ovvero quali saranno i punti che lo caratterizzeranno e fino a che punto ci sarà spazio per le novità per le pensioni, è l'ennesima conferma della ripresa di un salutare dialogo tra gli imprenditori e i rappresentanti dei dipendenti. In qualche modo stanno scavalcando l'esecutivo, procedendo lungo la propria strada così da risposte certe. E non è un caso che abbiamo già fissato nuove date per vederei già nelle prossime ore. Come ricorda Gianluigi Petteni, segretario confederale di una delle principali sigle di riferimento per i dipendenti, che da tempo si interessa anche di mercato occupazionale, novità per le pensioni, formazione professionale, contrattazione decentrata, modelli contrattuale, sono diversi i temi all'ordine del giorno che riguardano già individuati: dalla bilateralità ai contratti, fino al rilancio occupazionale, la rappresentanza e possibili novità per le pensioni da introdurre nel pacchetto di disposizioni per favorire la ripresa del Paese. Anche perché, fa notare Petteni, le norme in vigore hanno bloccato l'ingresso di ragazzi e e adulti.

Le ultime affermazioni di Tiziana Bocchi e impatto su novità per le pensioni

Le prime reazioni non possono che essere positive perché come hanno fatto notare gli stessi rappresentanti dei dipendenti, ci sono convergenze significative. Quelle che si potrebbero aprire per le novità per le pensioni, ad esempio, ma non solo. C'è comunanza di vedute anche sulla necessità di potenziare l'offerta di formazione continua, per ampliare la platea di dipendenti coinvolti, orientandola sempre più verso l'adeguamento delle competenze e l'occupabilità. Proprio questo rimane l'obiettivo principale, come fatto notare anche da Tiziana Bocchi, una delle rappresentanti che sta seguendo da vicino la vicenda del patto di fabbrica e che si occupa di contrattazioni, anche se per aumentare il tasso di successo è naturalmente indispensabile che si agisca anche sul versante delle novità per le pensioni, magari attraverso un percorso di avvicendamento. E sul diritto soggettivo alla formazione che viene considerata una delle leve fondamentali per governare i processi di crisi e rilanciare la crescita. I tempi non sono immediati, ma in qualche modo il percorso è stato avviato, indipendentemente dalle lentezze che stanno caratterizzando l'esecutivo.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il