Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Luciano, Loy, Baseotto

I rappresentanti dei dipendenti provano uno scatto sulle novità per le pensioni, ma l'impressione è che si siano mossi in ritardo rispetto ai tempi utili.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:05): Tutto secondo quanto scritto le novità per le pensioni richieste sono quelle che abbiamo visto sotto con l'aggiunta che è stato minacciato nelle ultime notizie e ultimissime uno sciopero generale che stavolta sembra molto più credibile 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19,30): Questa che si presenta è forse l'ultima occasione per lasciare il segno sulle novità per le pensioni. Il nucleo dell'azione dei rappresentanti dei dipendenti è adesso rappresentato dalla revisione delle attese vita, ritenuta nelle ultime notizie e ultimissime la più urgente delle correzioni da apportare al quadro delle pensioni in vigore.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 05:01): Provano a dare una rinnovata spinta alle novità per le pensioni anche se sanno bene che differenti variabili giocano a loro sfavore. Ma per i rappresentanti dei dipendenti è importante dare un segno di vitalità nelle ultime notizie e ultimissime perché tra le questioni in gioco c'è quella della revisione delle attese vita su cui fare qualcosa è prioritario.

Continua a essere delicata la questione delle novità per le pensioni, a tal punto che i rappresentanti dei dipendenti provano a staccarsi dall'esecutivo per rivendicare maggiore forza nelle scelte. Più facile a dirsi che a farsi considerando la scarsa capacità fin qui dimostrata a incidere nel dibattito e nelle ultime notizie pensioni, ma anche il ritardo con cui si sono mossi. Gli ultimi tempi sono stati infatti caratterizzati da una certa sonnolenza dei rappresentanti dei dipendenti in confronto a quanto mostrato su altre questioni.

Le ultime posizioni di Giovanni Luciano e conseguenze per novità per le pensioni

C'è molto da impegnarsi sulle novità per le pensioni, i rappresentanti dei dipendenti lo sanno bene e cercano adesso di guadagnare una maggiore autonomia rispetto al cronoprogramma dell'esecutivo. L'obiettivo è innalzare il potere contrattuale su tutti quei temi legati alle novità per le pensioni in cui stanno ricoprendo un ruolo subalterno. Le questioni delicate su cui anche il rappresentante Giovanni Luciano e tutti coloro che hanno in mano il fascicolo delle novità per le pensioni stanno concentrando le attenzioni sono il ripensamento delle attese vita e la tutela dei ragazzi. Sotto quest'ultimo profilo tra le ipotesi in posta c'è quella un assegno che potrebbe integrare le future pensioni facendole arrivare a una cifra di base concordata. Un meccanismo simile a quello attualmente in vigore che però è destinato a scomparire con il passaggio al sistema contributivo. Ma anche il versamento di contributi figurativi da parte dello Stato nei periodi di discontinuità occupazione. Oppure il rafforzamento della pensione integrativa con meccanismi tali per renderla obbligatoria per i prossimi ingressi nel mercato occupazionale.

Le recenti posizioni di Guglielmo Loy e impatto su novità per le pensioni

Vedremo fino a che punto l'azione dei rappresentanti dei dipendenti si rivelerà efficace perché fino a ora lo è stata solo a intermittenza. I compromessi raggiungi con l'esecutivo sulle novità per le pensioni sono sembrati più una imposizione che altro. Adesso provano a rilanciare giocando quasi tutte le carte con la revisione delle attese vita. Difficile scommettere con sicurezza sul buon esito dell'operazione e lo stesso rappresentante Guglielmo Loy conosce bene tutte le insidie e le rigidità che comporta rapportarsi con il dicastero dell'occupazione. Se i rappresentanti dei dipendenti chiedono infatti la possibilità di non allungare il traguardo della pensione, secondo la controparte si tratta di un passaggio che non può essere consumato nel cosiddetto momento successivo per la verifica della fattibilità di ulteriori novità per le pensioni poiché è uno nodo che deve sciogliere l'esecutivo per via dei conti elevati. Solo in seconda battuta, almeno per ora, si nota un pari impegno nella predisposizione di maggiori tutele da assegnare ai ragazzi, quelli maggiormente in affanno con il sistema in vigore.

Le ultime affermazioni di Nino Baseotto e impatto su novità per le pensioni

La posta in gioco è dunque molto alta perché i rappresentanti dei dipendenti sanno che la legislatura sta volgendo rapidamente al termine e occorre fare in fretta. Certo, questo è l'anno delle mini pensioni, con o senza oneri, e di quota 41, ma si tratta di strumenti insufficienti per rispondere alle variegati esigenze sulle novità per le pensioni espresse a più riprese. Rimangono in posta le ipotesi di revisione delle pensioni e delle possibili tutele aggiuntive per i ragazzi, rispetto a cui l'esecutivo potrebbe decidere di affondare il colpo. E così Nino Baseotto, tra i rappresentanti dei dipendenti, spinge per l'implementazione di elementi correttivi sul funzionamento del sistema delle novità per le pensioni ovvero quota 41 e mini pensioni, così come sull'introduzione di tutele per chi svolge attività saltuarie, discontinue e con stipendi al di sotto della media fino all'abbassamento delle imposte sulle pensioni e all'entrata in vigore dell'assegno universale o di una pensione base per tutti coloro che sono in difficoltà.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il