Pensioni ultime novità Manovra Finanziaria, Aspettative Vita, Conferenza sindacati oggi sabato 15 Luglio

I prossimi appuntamenti in programma che potrebbero rivelarsi importanti per rilancio di novità per le pensioni e misure in nuova manovra

Pensioni ultime novità Manovra Finanziar

pensioni novità forze sindacali manovra finanziaria



AGGIORNAMENTO: Dunque, potenzialmente ci sarebbe uno spiraglio più largo per le novità per le pensioni in Manovra Finanziario anche se le intenzioni nelle ultime notizie e ultimissime sembrano essere diverse.

AGGIORNAMENTO: A questo punto se la cifre si rivalesse vera, Il Governo potrebbe anche cocnerla senza dare, però, altro per l'Ape Social o novità per le pensioni differenti e non sarebbe neanche impossibile visto che sarebbe lo stesso costo, anzi pi+ù basso, ma i soldi totali sono più bassi, disponisti l'anno per le mini pensioni senza oneri, quota 41 e l'importo maggior che fu, per molti nelle ultime notiie e ultimisse sprecato, la mensilità aggiuntiva che solo essa costeva oltre un miliardo.

AGGIORNAMENTO: Nella conferenza delle tre sindacali di oggi sulle novità per le pensioni richieste oltre quelle già riportate della piattaforma comune, si è venuta a conoscenza che il costo per congelare le aspettative di vita per non farle alzare nel 2019 a 67, priorità fondamentale per i sindacati nelle ultime notizie e ultimissime, sarebbe di 1,2 miliardi e si chiede l'inserimento nella prossima Manovra Finanziaria, per poi con il nuovo prossimo Governo rivederne i meccanismi. 

Tra conferenze tra esponenti dell’esecutivo e forze sindacali e impegni per i prossimi importanti appuntamenti economici, le ultime notizie in merito alle novità per le pensioni sono diverse ma concretamente ancora poco interessanti. Continuano ad essere particolarmente forti le richieste di novità per le pensioni di revisione dell’attuale sistema che, ancora troppo rigido, continua a penalizzare i lavoratori e soprattutto coloro che sono impiegati in determinate attività, e vale a dire le occupazioni faticose, o coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale, senza considerare che, come confermano le ultime notizie sulle modifiche pensionistiche già attuate in altri Paesi come Germania e Francia dove si va in pensione molto prima che da noi, a 60-62 anni, con possibilità di uscita anche a 55 anni per alcune persone e con penalità, il nostro sistema previdenziale rimane ancora il più rigido tra quelli dei Paesi comunitari e che merita, dunque, di essere modificato.

Del resto, le ultime notizie confermano anche come siano proprio gli organismi internazionali, Comunità compresa, ad appoggiare ora l’attuazione di novità per le pensioni nel nostro Paese soprattutto perché collegate al rilancio dell’occupazione. Nel frattempo, potrebbero arrivare novità da due importanti eventi. Stiamo parlando:

  1. della conferenza delle forze sindacali;
  2. delle ultime notizie relative alla prossima manovra finanziaria.

Conferenza delle forze sindacali e attese su novità per le pensioni

E’ in programma oggi, giovedì 13 luglio a Roma, la conferenza organizzata dalle forze sindacali per rilanciare le proprie richieste di revisione o blocco totale delle attese vita, provvedimento che finalmente modificherebbe le attuali norme pensionistiche rivedendone il principio base secondo cui vivendo più a lungo si può lavorare anche più lungo. La richiesta di revisione del meccanismo delle attese vita dipende innanzitutto dal fatto che le attese vita non stanno aumentando, ma diminuiscono, motivo per il quale la stessa logica su cui basa l’attuale sistema verrebbe meno.

Se, infatti, le attese vita non crescono ma si riducono, non dovrebbe neanche aumentare il requisito anagrafico di uscita dalla propria occupazione. Per le forze sindacali si tratta di una novità per le pensioni ormai dovuta, soprattutto per determinate persone impiegate in comparti specifici, come coloro che sono svolgono occupazioni faticose o coloro che sono entrati sin da giovanissimi nel mondo occupazionale. L’ulteriore rilancio della richiesta di revisione delle attese vita arriverebbe dopo un primo no secco già detto dall’esecutivo ai rappresentanti dei dipendenti in occasione della recente riunione tenutasi due giorni fa sul momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni, durante la quale si è parlato di:

  1. revisione del sistema delle attese vita;
  2. novità per le pensioni con sistema inedito di uscita a 62 anni;
  3. novità per le pensioni per i ragazzi;
  4. novità per le pensioni per mini pensione senza oneri.

In riferimento alla richiesta di una revisione del meccanismo di attese vita, secondo quanto riportano le ultime notizie, l’esecutivo non sarebbe al momento intenzionato ad alcuna modifica. Aperto, invece, alla possibilità di portare avanti l’ulteriore novità per le pensioni del sistema inedito che permetterebbe di lasciare anzitempo la propria occupazione a 62 anni per gli iscritti ai singoli comparti di settore. Nessuna novità, invece, è stata decisa per quanto riguarda la proroga al 15 luglio di presentazione della domanda di accesso alla novità per le pensioni di mini pensione senza oneri. La giornata odierna si preannuncia, comunque, importante perchè si dovrebbe decidere la linea generale di novità per le pensioni su cui lavorare per una revisione dell'attuale sistema da portare nuovamente sul tavolo dell'esecutivo. Nel corso della giornata di oggi, secondo le ultime notizie, si dovrebbe discutere anche della piattaforma unitaria delle forze sindacali su cui saranno rilanciate le priorità proprio in riferimento alle novità per le pensioni.

Prossima manovra finanziaria: ultime notizie e rilancio di novità per le pensioni

Per quanto riguarda la prossima manovra finanziaria, le ultime notizie parlano dell’arrivo della lettera di apertura dall'Europa che ci permetterebbe di avere i 9 miliardi di euro in più da impiegare ma con meccanismi ancora da rendere noti, mentre per quanto riguarda le novità per le pensioni dalle ultime notizie sembra emergere la possibilità che nella manovra, come si era detto già qualche tempo fa, possa rientrarvi solo una delle novità per le pensioni ulteriori della seconda fase. E bisognerà, dunque, decidere se privilegiare le novità per le pensioni per i ragazzi, che al momento sembrerebbero le favorite, o se sarà portata avanti la novità per le pensioni del sistema inedito di uscita a 62 anni, considerando che per quanto riguarda le attese vita, stando alle ultime notizie, si tratterebbe di una modifica da rimandare al momento non sostenuta dallo stesso esecutivo.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il