Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 tra schieramenti e alleanze movimenti (novità, affermazioni)

Recenti movimenti dei diversi schieramenti e in vista di alleanze: ultime notizie, attese e rilancio eventuali di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità alleanze schieramenti movimenti



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): C'è ancora molto da scoprire sulla formazione di quelle alleanze così importanti per le novità per le pensioni. Il momento attuale è ancora di transizione e sia da una parte che dall'altra i giochi sono in itinere sia in relazione ai contenuti nelle ultime notizie e ultimissime e sia nell'individuazione delle figure di riferimento.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30):  Vi sono continui movimenti tra i differenti schieramenti sia interni che esterni fondamentali per le novità per le pensioni alcuni dei quali nelle ultime notizie e ultimissime interessanti per le stesse in particolare.

Proseguono movimenti e riorganizzazioni dei diversi schieramenti, sia al loro interno, sia in prospettiva di diverse alleanze che potrebbe preannunciarsi importanti e necessarie in vista di prossime elezioni per assicurare una maggioranza certa e una piena governabilità. Intanto, le ultime notizie parlano di incertezze ancora all’interno dei diversi schieramenti, tra l’ombra di ulteriore scissione nel centrosinistra e caos in un centrodestra che vorrebbe riunirsi ma in cui sembrano essere anche diversi gli ostacoli e le divergenze ancora da risolvere.

Alleanza e prospettive di prossimi movimenti e rilancio di novità per le pensioni

Stando a quanto riportano le ultime notizie, la maggioranza sembrerebbe ulteriormente in difficoltà con alcuni esponenti pronti a staccarsi del tutto dall’attuale segretario e sembra ancora fortemente divisa su cosa fare. Il Centrodestra, dal canto suo, sembra sempre più disposto ad una rinnovata riunione, ma in realtà si profila sempre l’ombra di una profonda scissone interna e di una grande alleanza tra schieramento del Cavaliere e attuale maggioranza che non sarebbe affatto positiva per le novità per le pensioni soprattutto con la maggioranza sfaldata. Il rischio sarebbe quello di replicare il nulla di fatto della precedente esperienza e la situazione potrebbe prospettarsi ancor meno favorevole considerando i sempre più forti malumori, come detto, nella stessa maggioranza e la posizione del movimento democratico progressista che difficilmente si avvicinerebbe alla maggioranza e che, secondo le ultime notizie, potrebbe aprire ad un’alleanza con i pentastellati.

E in tal caso, si tratterebbe di un’unione positiva per il rilancio di novità per le pensioni considerando che entrambe le forze punterebbero su revisione dell’attuale sistema e rilancio di misure per gli indigenti. Aperto alla possibilità di nuovo dialogo e possibile unione con i pentastellati anche il Carroccio. Ad annunciare questa novità sarebbe stato qualche giorno fa proprio il leader della Schieramento prospettando una inaspettata alleanza che altrettanto inaspettatamente, però, potrebbe avere successo e che certamente sarebbe la migliore per un concreto rilancio di novità per le pensioni. Stando alle ultime notizie, infatti, questa inedita alleanza potrebbe rivelarsi vincente sia da un punto di vista di numeri in Parlamento sia, appunto, per novità per le pensioni. Tra i punti prioritari che Carroccio e pentastellati da sempre vorrebbero rilanciare c’è la totale revisione delle attuali norme pensionistiche che per il Carroccio partirebbe dalla novità per le pensioni di quota 100.

Lunga, invece, la lista di novità per le pensioni che vorrebbero i pentastellati, come:

  1. novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza alcun onere;
  2. novità per le pensioni di abbassamento generalizzato degli anni di uscita;
  3. novità per le pensioni di cancellazione delle alte pensioni degli esponenti.

Senza dimenticare, chiaramente, l’introduzione dell’assegno universale per tutti, che rappresenta il cavallo di battaglia delle intenzioni dei pentastellati.

Riorganizzazione e prospettive dei singoli schieramenti e rilancio priorità

Ogni schieramento, dunque, si muove in direzioni differenti con l’unico obiettivo di conquistare nuova fiducia e nuovi consensi da parte dei cittadini e prossimi passi per la riconquista dei consensi saranno le presentazioni delle loro priorità. Stando a quanto riportano le ultime notizie, tra circa una decina di giorni i pentastellati dovrebbero rendere nota la lista delle loro priorità tra cui certamente rientrerà l’introduzione dell’assegno universale per tutti. Spazio anche, certamente, e novità per le pensioni ma bisognerà capire su quale novità per le pensioni si vorranno orientare.

Dal canto suo, il centrodestra, dopo le ultime dichiarazioni del Cavliere, sembrerebbe anch’esso orientato al rilancio dell’assegno universale insieme alla novità per le pensioni di crescita del valore delle pensioni inferiori. E le ultime notizie confermano la creazione di una squadra che si sta occupando delle novità per le pensioni per superare lo stallo attuale e chiaramente in questo contesto particolare peso avrà il Carroccio che sostiene particolarmente l’introduzione di novità per le pensioni, a partire dalla quota 100.

Anche la maggioranza, stando alle ultime notizie, sembrerebbe tornata a parlare delle sue priorità ritorna, rilanciando il contributo di solidarietà per le pensioni più alte con la speranza che si tratti di una misura che possa concorrere al rilancio di ulteriori iniziative positive, come la novità per le pensioni di quota 100. Del resto, lo stesso segretario della maggioranza, qualche tempo fa, aveva già incaricato il responsabile dei tecnici di effettuare una ulteriore analisi di fattibilità proprio della novità per le pensioni di quota 100. Ancora incerta, invece, la posizione sull’assegno universale, che lo stesso segretario tempo fa aveva proposto ma non come mera erogazione di denaro a chi è indigente ma strettamente collegato alla dimostrazione di essere alla ricerca attiva di un impiego o di frequentare corsi di formazione o specializzazione professionale volti proprio a favorire l’inserimento di chi è senza attività nel mondo occupazionale.

Stando a quanto riportano le ultime notizie, poi, sarebbe confermata idea di un taglio delle imposte per tutte le famiglie con figli, artigiani e piccoli imprenditori, ma non per i pensionati per cui, come sopra accennato, potrebbe essere introdotto un contributo di solidarietà. Ma si tratta di una misura che preannuncia polemiche e proteste, considerando che alla luce delle ultime notizie su una situazione generalizzata di crisi che ancora non passa, proprio i pensionati sono coloro che sostengono figli ed eventuali famiglie che non hanno occupazioni stabili e salari adeguati per condurre una vita dignitosa.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il