Pensioni ultime notizie e novità affermazioni mini pensioni, quota 100, quota 41 decisioni esecutivo bloccato

Le importanti decisioni ancora bloccate per evitare crisi dell’esecutivo: ultime notizie, situazione attuale e ripercussioni su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e novità afferma

pensioni novità decisioni esecutivo blocco assoluto



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): Se da una parte c'è del movimento per le novità per le pensioni, questo si scontra chiaramente con la realtà dei fatti che vede protagonista l'esecutivo dove tra affermazioni ma anche decisioni concrete si tende nelle ultime notizie e ultimissime a rimandare tutto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Continuano a essere tanti i casi che non fanno ben sperare sulle novità per le pensioni. L'esecutivo, sempre più alle corde, sta infatti rinviando con le questioni più spinose, anche per il rischio di cadere, mentre su altre ha deciso nelle ultime notizie e ultimissime di proseguire il tradizionale iter anziché porre la fiducia, rischiosa in queste condizioni.

Mentre discussioni e decisioni su alcuni temi e determinate questioni si sono arenate perché considerate questioni non prioritarie o per scarsa disponibilità di budget da potervi impiegare, altre decisioni, stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbero bloccate per evitare la caduta dell’esecutivo in un momento particolare che rischierebbe di far cadere il Paese in un profondo stato di crisi e incertezza. Tuttavia, ci si chiede come poter andare avanti tanto su iniziative urgenti bloccate quanto sulla definizione delle prossime decisioni economiche strategiche, cruciali per il concreto rilancio di crescita e sviluppo del nostro Paese, in una situazione di caos e timore come quella attuale del nostro stesso Paese. E’ necessaria una svolta, che probabilmente potrebbe consistere nella decisione dell’attuale esecutivo di staccarsi completamente dalla strategia del precedente, andando avanti con misure che potrebbero rivelarsi effettivamente importanti e significative. Ma tutto tace in merito. E le ultime notizie confermano solo confusione e blocchi assoluti.

Le decisioni dell’esecutivo ancora del tutto bloccate

Tra le decisioni bloccate dall’esecutivo su questioni che in quest’ultimo periodo sono state particolarmente discusse e al centro delle ultime notizie ci sono:

  1. obbligatorietà dei vaccini;
  2. provvedimento di riconoscimento della cittadinanza italiana ai figli nati nel nostro Paese da genitori stranieri;
  3. decisioni economiche strategiche.

Partendo dalla questione vaccini, il dibattito resta ancora senza fiducia, cosa che, secondo quanto riportano le ultime notizie, avrebbe fatto cadere l’esecutivo. Secondo le ultime notizie, saltata la fiducia sul provvedimento che avrebbe dovuto rendere obbligatori i vaccini, sarebbe stato raggiunto un accordo tra maggioranza e schieramento del Cavaliere sulla norma che prevede la possibilità di effettuare vaccini anche nelle farmacie, in modo da renderli meno onerosi, con ulteriori proposte di modifiche al provvedimento. Se fosse stata votata la fiducia, invece, la maggioranza avrebbe avuto numeri risicati visto anche che alcuni esponenti del movimento democratico progressista si erano detti contrari al provvedimento.

Insieme alla questione vaccini, altra questione che, come confermano le ultime notizie, avrebbe acceso decisamente i dibattiti di queste ultime settimane sarebbe quella relativa al provvedimento di riconoscimento del diritto di cittadinanza italiana a tutti i figli di stranieri nati nel nostro Paese. Anche la fiducia su questo tema avrebbe fatto cadere l’esecutivo. Decisamente discordanti le posizioni in merito. Meglio sarebbe, secondo alcuni centristi, rimandare il provvedimento al prossimo settembre, perchè altrimenti il rischio sarebbe davvero quello di far cadere l'attuale esecutivo. Senza i voti necessari, infatti, si rischia la crisi ed è una prospettiva che, a detta di molti, dovrebbe essere decisamente scongiurata al momento.

Proprio per questo la mossa giusta, annunciata anche dalle ultime notizie dell’attuale premier, sarebbe quella di rimandare il tutto a dopo l’estate: proprio secondo l’attuale premier non si tratta di un provvedimento che ora può continuare il suo iter a causa della forte spaccatura esistente sia tra le varie forze dell'esecutivo sia all'interno della stessa maggioranza. Un rinvio che, dunque, sembrerebbe solo ufficializzare l'ennesimo blocco assoluto di una questione che ormai da tanto, troppo tempo si sta portando avanti senza mai raggiungere alcun esito. E a questo punto ci si chiede se davvero sarà ripresa dop la pausa estiva.

In questo contesto, non dobbiamo dimenticare la posizione di forte contrarietà del movimento democratico progressista di voler andare contro le decisioni economiche strategiche d’autunno. Si tratta di una latro grande capitolo aperto che, però, a differenza di altri, entro termini stabiliti dovrà per forza essere completato. Si tratta, infatti, di mettere a punto quelle misure economiche strategiche per il rilancio di crescita e sviluppo interno del nostro Paese. E se ne discute da tempo, tra ipotesi, contraddizioni e misure saltata come le importanti novità per le pensioni.

Stando, infatti, alle ultime notizie, è possibile che tra le prossime decisioni economiche d’autunno possa rientrare solo una delle novità per le pensioni ulteriori del momento successivo, che presumibilmente, secondo le ultime notizie, potrebbe essere qualche novità per le pensioni per i ragazzi. Le situazioni appena riportato confermano un ritorno al blocco assoluto delle importanti questioni per il nostro Paese, quando si era sperato in rilancio delle iniziative urgenti, comprese le novità per le pensioni, e in un dibattito rinnovato, ma le ultime notizie confermano, ancora una volta, che la realtà dei fatti è decisamente un'altra.

Altre decisioni ancora bloccate comprese novità per le pensioni

Tra le altre questioni ancora bloccate per l’esecutivo anche quella relativa al rinnovo dei contratti del pubblico impiego, fermi ormai da otto anni, su cui si pensava fosse stato finalmente raggiunto l’accordo ma per cui è sopraggiunto, ancora, un problema di mancanza di soldi necessari, e novità per le pensioni che si continuano a richiedere, come:

  1. novità per le pensioni già approvate di mini pensione con e senza oneri e quota 41, che avrebbero dovuto essere in vigore dallo scorso mese di maggio, per cui sono già state presentate tantissime richieste, ma per cui si è ancora in attesa del via ufficiale;
  2. ulteriori novità per le pensioni di analisi del momento successivo, che secondo le ultime notizie sarebbero ancora da definire certamente;
  3. novità per le pensioni importanti di quota 100 a novità per le pensioni di quota 41 per tutti, fondamentali sia per risolvere alcuni problemi causati dall’entrata in vigore delle norme pensionistiche attuali, sia per dare avvio ad un rinnovato ciclo economico positivo in generale attraverso rilancio di occupazione e produttività.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il