770 2017 proroga e dichiarazione redditi 2017: richiesta semplificazioni regole generali Agenzia delle Entrate

Non ci sono solo le questioni aperte degli aggiornamenti su 770 2017 proroga e dichiarazione redditi 2017, ma anche l'eccessiva complicazione degli adempimenti fiscali.

770 2017 proroga e dichiarazione redditi

770 2017 e dichiarazione redditi 2017: proroga



C'è evidentemente ancora molto da lavorare sul fronte degli adempimenti fiscali e del rapporto tra Agenzia delle Entrate, contribuenti e professionisti del settore alla luce delle novità settimana da oggi lunedì 17 luglio a venerdì 21. Tutti gli anni si ripresenta lo stesso problema e anche questa volta il tema del 770 2017 proroga accanto alla vicende della dichiarazione redditi 2017 con tutte le complicazioni e il rischio errori che porta con sé è un fatto concreto. Una delle richieste avanzate dai commercialisti è di posticipare la scadenza per l’invio del modello dei sostituti d'imposta: la proposta è spostare il termine dal 31 luglio al 2 ottobre, considerando che il 30 settembre cade di sabato. Non solo, ma per quanto riguarda i modelli Redditi, la richiesta è allineare la scadenza per la trasmissione telematica con quelli dei modelli Irap, prevedendo un termine più lungo non solo per le società interessate dai nuovi principi contabili.

770 2017 proroga e dichiarazione redditi 2017: richiesta semplificazioni

770 2017 proroga, dichiarazione redditi 2017 o altre scadenze fiscali, cambia poco: commercialisti e professionisti del settore chiedono una maggiore semplificazione. Le nuove comunicazioni Iva moltiplicano il lavoro per studi e attività produttive mentre mancano ancora le dichiarazioni dei redditi e i versamenti degli acconti per le partite Iva. Ma sono solo alcuni degli adempimenti che passano da Entratel, il canale telematico dell'Agenzia delle entrate riservato ai soggetti obbligati alla trasmissione telematica di dichiarazioni e atti: persone fisiche, società ed enti che devono presentare il modello 770 2017 per più di 20 soggetti (contiene i dati identificativi del dichiarante, quelli relativi ai versamenti e all'utilizzo dei crediti, i dati sulle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi nonché quelli relativi alle ritenute); intermediari (professionisti, Caf e associazioni di categoria) per la presentazione telematica delle dichiarazioni; Poste italiane; società che trasmettono per conto delle società del gruppo cui fanno parte; amministrazioni dello Stato; intermediari e soggetti delegati per la registrazione delle locazioni.

In ogni caso, a dimostrazione di come la semplificazioni non alberghi nel fisco italiano sono tenuti a presentare il modello 770 2017 ordinario deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta, dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell’anno 2015 o operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, nonché i dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio e quelli concernenti i versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d'imposta utilizzati.

Dall'altra parte, c'è anche il modello 770 2017 semplificato, a cui devono fare riferimento le società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali; le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali; le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; i trust; i condomini; le società di persone residenti nel territorio dello Stato; le società di armamento residenti nel territorio dello Stato; le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il