Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 analogie e frammentazioni (novità, pensioni)

Ulteriori movimenti tra schieramenti e al loro interno, ultime notizie e contenuti possibili: prospettive e attese per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità schieramenti divisioni convergenze



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): In questi movimenti si intravedono alcune analogie e un tentativo di superare le frammentazioni che non può che essere positivo per le novità per le pensioni nonostante tutto sia molto dinamico e queste sono nelle ultime notizie e ultimissime i primi passi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 01:01): C'è davvero grande fermento e si iniziano a delineare alcuni movimenti significativi negli schieramenti sia per la propria struttura, alleanze e contenuti che si ripercuoteranno per le novità per le pensioni inevitabilmente nelle ultime notizie e ultimissime lungi, però, da essere completamente chiare.

Continuano i movimenti tra i diversi schieramenti e al loro stesso interno in vista di prossime elezioni, che ancora non si sa se si terranno prima della naturale scadenza dell’attuale legislatura o, come stabilito, nella primavera del prossimo anno, ma si tratta di movimenti necessari che tra riorganizzazioni ed eventuali alleanze si prospettano piuttosto importanti per il raggiungimento di una maggioranza certa e una piena governabilità, condizioni che permetterebbero di rilanciare le iniziative urgenti ancora in sospeso e dare nuova spinta, finalmente, al rilancio di concrete novità per le pensioni.

Del resto, stando a quanto riportano le ultime notizie, le stesse novità per le pensioni sarebbero già state inserite tra i punti su cui ogni schieramento ha intenzione di puntare in vista di prossime urne. Probabilmente non saranno per tutti una priorità ma certamente ci saranno, considerando che si tratta di una questione particolarmente cara ai cittadini che permetterebbe ad ogni schieramento di riconquistare fiducia e consensi e quindi nuovi elettori.

Schieramenti da riorganizzare tra divisioni e convergenze
 

Probabilmente, secondo le ultime notizie parlare di alleanze in questo particolare momento, potrebbe ancora sembrare prematuro, anche se ipotesi di eventuali intese si stanno già paventando da un po’ di tempo, alcune delle quali anche decisamente inedite, come quella possibile tra Carroccio e pentastellati, che però sarebbe la migliore per un rilancio effettivo di importati novità per le pensioni, così come prematuro potrebbe sembrare già parlare di contenuti su cui rilanciare in vista di prossime elezioni in un momento in cui tutto è ancora incerto e confuso e suscettibile di cambiamenti. Ma le ultime notizie sui movimenti dei diversi schieramenti confermano un impegno da parte degli stessi per la definizione dei punti che, per esempio, nel caso dei pentastellati, dovrebbero già essere resi noti entro una decina di giorni.  Sarà, però, fondamentale analizzare le dinamiche degli schieramenti per capire le possibili alleanze, i possibili leader e i possibili contenuti che saranno messi a punto dai quali dipenderanno chiaramente le novità per le pensioni

Divisioni e convergenze nella maggioranza e impatto su novità per le pensioni

Confusioni e tribolazioni stanno caratterizzando questo particolare periodo all’interno della maggioranza. Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, la maggioranza sembrerebbe ulteriormente in difficoltà con alcuni esponenti pronti a staccarsi del tutto dall’attuale segretario, con la prospettiva di una ulteriore scissione interna, con l’ipotesi di una sinistra rinnovata che nascerebbe dalle idee di coloro che erano i fedelissimi dell’ex premier, dal guardasigilli al ministro della Cultura. Sempre più nette appaiono, intanto, le divisioni con il movimento democratico progressista che non avrebbe alcuna intenzione di avviarsi verso una grande riunione del centrosinistra, contrariamente, invece, da quanto professato dal leader di Sinistra Italiana.

Secondo le ultime notizie, infatti, le forze scissioniste della maggioranza avrebbero chiaramente proposto una ‘rotazione’ di personalità e ruoli, per dare finalmente una svolta all’andamento dello stesso schieramento, rilanciando quei valori originari della sinistra che, secondo tanti, sembrano essersi persi e riponendo al centro dell’attenzione i cittadini e i loro reali interessi e bisogni. Per il leader di Sinistra Italiana, invece, per superare la crisi serve una convergenza tra tutte le forze di centrosinistra, andando oltre le attuali diatribe su giochi di potere e sterili polemiche interne, ma tornando a concentrarsi in maniera condivisa sulle vere questioni che interessano a cittadini e Paese intero. Solo così si potrà effettivamente riconquistare la fiducia.

E per quanto riguarda i contenuti, stando alle ultime notizie, la maggioranza, nell’attesa della prossima conferenza programmatica che si terrà ad ottobre secondo quanto stabilito al momento, e che potrebbe rappresentare un segnale di apertura ma anche di rilancio per le novità per le pensioni, dopo il faccia a faccio avvenuto lunedì, starebbe pensando a rilanciare su misure come:
contributo di solidarietà per le pensioni più alte con la speranza che si tratti di una misura che possa concorrere al rilancio di ulteriori iniziative positive;

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni per i ragazzi;
  3. introduzione dell’assegno universale, che lo stesso segretario tempo fa aveva proposto strettamente collegato alla dimostrazione di essere alla ricerca attiva di un impiego o di frequentare corsi di formazione o specializzazione professionale volti proprio a favorire l’inserimento di chi è senza attività nel mondo occupazionale;
  4. taglio delle imposte per tutte le famiglie con figli, artigiani e piccoli imprenditori, ma non per i pensionati.

Divisioni e convergenze nel centrodestra e impatto su novità per le pensioni

Nel centrodestra, le ultime notizie sembrano confermare una rinnovata corsa a far parte dello Schieramento del Cavaliere. Autorevoli personalità che dopo essersi allontanati dallo schieramento stanno decidendo di farvi ritorno, senza, però, minimamente pensare davvero ad una grande alleanza con la maggioranza. Ma in questo contesto ancora piuttosto controversa è la posizione del Cavaliere stesso che ancora non si è capito se effettivamente stia valutando la possibilità di un’alleanza con la maggioranza, cosa che non sarebbe affatto positiva per le novità per le pensioni soprattutto con la maggioranza sfaldata, rischiando di replicare il nulla di fatto della precedente esperienza, o meno.

Aperto alla possibilità di nuovo dialogo e possibile unione con i pentastellati invece si è detto il Carroccio, prospettando una inaspettata alleanza che potrebbe essere l’ideale per un concreto rilancio di novità per le pensioni. Tra le priorità di Carroccio e pentastellati, infatti, vi è da sempre la totale revisione delle attuali norme pensionistiche che per il Carroccio partirebbe dalla novità per le pensioni di quota 100, condivisa dai pentastellati insieme alla quota 41 per tutti senza oneri, ma non solo. Insieme alla novità per le pensioni di quota 100, il centrodestra, con lo Schieramento del Cavaliere soprattutto, punterebbe anche su novità per le pensioni di aumento delle pensioni inferiori fino almeno a mille euro. E mentre rimane latente la divisione sul leader, si va avanti con i contenuti.
Insieme alle novità per le pensioni, tra i contenuti del centrodestra, stando alle ultime notizie, vi sarebbero anche:

  1. novità per la scuola;
  2. misure di sostegno alla natalità;
  3. proposta di una flat tax al 15% per tutti;
  4. cancellazione delle imposte su donazioni e successioni rimesse;
  5. misure di rilancio dell'attività per i ragazzi;
  6. abolizione del pagamento del bollo sulla prima auto;
  7. cancellazione di tutte le imposte sulla prima casa.

Divisioni e convergenze tra i pentastellati e impatto su novità per le pensioni

Dal canto loro, i pentastellati sembrano ad oggi più uniti dopo le ultime notizie su recenti scandali e scosse, derivanti anche dall’esito delle ultime elezioni comunali, che hanno attestato un generalizzato calo dei consensi per gli stessi pentastellati, e, stando a quanto riportano le ultime notizie, entro una decina di giorni dovrebbero presentare buona parte dei propri contenuti e priorità, comunicando anche quando sarà deciso il leader che, stando alle ultime notizie, potrebbe essere una personalità diversa da quella dell’attuale leader.
Tra i contenuti che i pentastellati si preparano a presentare certamente immancabile dovrebbe essere l’introduzione dell’assegno universale per tutti, da sempre fiore all’occhiello delle priorità dei pentastellati, insieme a novità per le pensioni, anche se in tal caso bisognerà capire quale sarà la novità per le pensioni rilanciata dai pentastellati, considerando la lunga lista di novità per le pensioni che vorrebbero i pentastellati, come:

  1. novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza alcun onere;
  2. novità per le pensioni di abbassamento generalizzato degli anni di uscita;
  3. novità per le pensioni di cancellazione delle alte pensioni degli esponenti.

Senza dimenticare, chiaramente, l’introduzione dell’assegno universale per tutti, che rappresenta il cavallo di battaglia delle intenzioni dei pentastellati.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il