Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 supporto da sinistra rinnovata (novità, pensioni)

Verso una sinistra rinnovata: cambiano gli assetti interni, ultime notizie e possibili impatti su concreto rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità sostegno sinistra rinnovata



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:45): Il supporto e il sostegno teoricamente ci sarebbero, dunque, per le novità per le pensioni per una sinistra rinnovata che ha questo tra i punti sicuri di convergenza almeno al suo interno quando, però, nelle ultime notizie e ultimissime risultano esempre più evidenti le altre spaccature

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 04:01): Il sostegno di quella parte della sinistra che si pul definire rinnovata per le novità pe rle pensioni potrebbe essere assolutamente significativo ma al momento sembra pari allo zero nelle ultime notizie e ultimissime per le distanze che ancora ci sono su tanti aspetti.

Dopo la prima grande scissione interna che ha portato alla netta separazione del centrosinistra tra attuale maggioranza e i nuovi nati movimento democratico progressista e campo progressista, con riorganizzazioni di sinistra italiana, le ultime notizie parlano dell’ombra di una possibile ulteriore scissione proprio all’interno dell’attuale maggioranza, con guardasigilli e ministro della Cultura che sembrerebbero aver preso le distanze dal segretario. Si va, dunque, verso un rinnovamento della sinistra in cui, come confermano le ultime notizie, fervono movimenti diversi.

Verso una sinistra rinnovata

Le ultime notizie si concentrano soprattutto su eventuali nuovi accordi da parte del segretario della maggioranza, che qualche tempo fa aveva dimostrato interesse per l’ex sindaco di Milano che, dal canto suo, avrebbe chiaramente dimostrato sostegno all’attuale maggioranza, avviandosi verso una sinistra rinnovata. Tuttavia causa di divisioni interne, secondo le ultime notizie, la stessa sinistra rinnovata faticherebbe a prendere consistenza e forza, quindi il sostegno ci sarebbe ma è come se fosse nullo.

E proprio l’ex sindaco di Milano in questi ultimi giorni è stato protagonista di eventi di rilancio tanto dei valori della sinistra quanto delle misure prioritarie da rilanciare. Il punto centrale è proprio sull'organizzazione dello stesso nuovo movimento dell'ex sindaco di Milano. E proprio in questi giorni, per dimostrarne obiettivi e intenzioni, l'ex sindaco di Milano avrebbe iniziato ad illustrare le sue priorità come:

  1. reintroduzione dell'articolo 18;
  2. istituzione di un fondo per pagare l'affitto ai morosi incolpevoli;
  3. introduzione di una sorta di patrimoniale per fare pagare imposte maggiori a chi più ha;
  4.  finanziamenti per la scuola;
  5. misure per gli indigenti;
  6. novità per le pensioni.

Sembrerebbe che l’attenzione si particolarmente concentrata su introduzione dell’assegno universale, ma anche su novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti. Si tratta di misure importanti e che potrebbero rivelarsi importanti in un ritrovato avvicinamento con il segretario della maggioranza, perché permetterebbe di dare ulteriore forza anche a quest’ultimo. Stando alle ultime notizie, però, sarebbero diverse le differenze nei contenuti tra le due forze, entro degli interessi anche sappiamo essere al centro degli interessi anche del segretario della maggioranza, quanto su altri provvedimenti come una nuova patrimoniale. Per l’ex sindaco di Milano, però, si potrebbe andare insieme solo aderendo ad un programma condiviso, novità per le pensioni comprese.

Sinistra rinnovata, tramonto di una sinistra alternativa e impatto sulle novità per le pensioni

Il sostegno all’attuale maggioranza da parte dell’ex sindaco di Milano, che prospetterebbe una sinistra decisamente rinnovata e che potrebbe esserlo anche nei contenuti, dovrebbe far chiaramente tramontare parte del progetto di costituzione di una sinistra alternativa, obiettivo che aveva spinto proprio l’ex sindaco di Milano a costituire il suo campo progressista e l’ex segretario della maggioranza, insieme ad altri scissionisti, verso il nuovo movimento democratico progressista. Un progetto di novità e rinnovamento che, però, nel giro di poco tempo sembra aver perso forza.

E tra 24 ore circa, stando a quanto riportano le ultime notizie, dovrebbe essere in programma un nuovo incontro proprio tra l’ex sindaco di Milano e il coordinatore del movimento democratico progressista che potrebbe segnare, una volta per tutte, la separazione tra le due forze che, invece, fino a qualche tempo fa sembravano essere avviate verso una grande coalizione con l’obiettivo di restituire alla sinistra quei suoi valori che, come detto da molti, sembrano essere andati persi. Ciò che a questo punto ci si chiede è cosa aspettarsi dall’incontro, quali saranno le decisioni definitive dell’ex sindaco di Milano, quanto potranno influire sulla riorganizzazione di centrosinistra e attuale maggioranza e quale impatto potrebbero avere sul rilancio di iniziative urgenti e novità per le pensioni particolarmente attese dai cittadini.  

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il