Pensioni novità: con Landini, Bellanova, Romani possibile svolta

Quali saranno i protagonisti della terza fase delle novità per le pensioni e le figure che potrebbero rappresentare i punti di riferimento di un comparto sempre in agitazione?

Pensioni novità: con Landini, Bellanova,

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): Se l'attuale Governo sembra fare ben poco per cercare di venire incontro alle richieste di novità per le pensioni, i possibili leader del futuro tra sindacalisti e possibili ministri dell'attuale opposizione hanno idee chiara su come muoversi e modificare l'attuale riforma delle pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:01): Cosa bisogna aspettarsi a ripresa dei lavori questo autunno, in un clima di manovra d'autunno, campagna elettorale e forte disagio sociale soprattutto per coloro che devono andare in pensione, Landini fa ben sperare tutta questa tipologia di lavoratori. Contemporaneamente sembrano papabili, per un nuovo Governo, Teresa Bellanova  per il PD e Paolo Romani per il Cavaliere, due figure importanti che hanno sempre espresso interesse nell'introdurre novità per le pensioni.

Si scaldano i motori in vista dei possibili scenari nella prossima legislatura per le novità per le pensioni poiché ad alcune figure potrebbe essere assegnato un peso specifico ben maggiore di quello attuale. Ma molte, come emerge chiaramente nelle ultime notizie pensioni, dipenderanno dagli equilibri post urne.

Le ultime posizioni di Teresa Bellanova e conseguenze per novità per le pensioni

Il suo nome circola da sempre negli ambienti associati alle novità per le pensioni. E non poteva che essere diversamente: anche se adesso è impegnata nel dicastero dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova ha fatto parte per molto tempo del mondo della rappresentanza dei dipendenti. La sua estrazione le permette di avere piena consapevolezza dei problemi relativi alle novità per le pensioni così come delle esigenze e degli spazi di intervento in questo comparto.

Per un certo periodo di tempo è stata perfino data in pole position per ricoprire il ruolo di responsabile di un dicastero. E anche adesso viene data tra le figure papabili a guidare lo stesso delicato dicastero dell'occupazione nel caso di vittoria della maggioranza. Certo, la sua posizione ha perso quegli spunti di radicalità che poteva avere in passato e in qualche modi è diventata più morbida, quasi in linea con quanto proposta dal suo segretario. In ogni caso si tratta di una figura da seguire da vicino perché potrebbe essere la reale sorpresa della prossima legislatura, anche per via dei pareri favorevoli che sta raccogliendo in questo periodo di esperienza nell'esecutivo, seppur in una posizione secondaria.

Le recenti posizioni di Paolo Romani e impatto su novità per le pensioni

L'appuntamento con le urne è sempre più vicino e il Cavaliere è pronto a estrarre dal cilindro qualche interessante sorpresa anche sulle novità per le pensioni, su cui ha sempre puntato molto in termini di consenso. E lo farà insieme ai suoi fedelissimi, tra cui Paolo Romani che continua a ricoprire un ruolo di primo piano. Stando infatti alla recenti posizioni, qualcosa di diverso potrebbe saltare fuori. La certezza è rappresentata dalla volontà di aumentare l'importo delle pensioni inferiori, da sempre il cavallo di battaglia.

La novità è invece rappresentata dalla proposizione di un assegno universale, dai contorni da definire, legato al concetto di dignità. I dettagli si conosceranno man mano che le urne saranno più vicine. Ma le ultime notizie ci raccontano anche di una posizione più radicale sulle novità per le pensioni, quasi sconosciuta alla luce della tradizionale posizione moderata di Romani e del Cavaliere. Si tratta del tentativo di riscrivere le disposizioni attuali ovvero di una parziale rivisitazione del sistema attuale. Una mossa probabilmente pensata per convincere il Carroccio della bontà di un'alleanza.

Le ultime affermazioni di Maurizio Landini e impatto su novità per le pensioni

Si prospetta un autunno caldissimo sul fronte delle novità per le pensioni. Forse il più incandescente degli ultimi anni perché Maurizio Landini, una vita spesa nel ruolo di rappresentante dei dipendenti, promette di non fare sconti. Anche perché quella che si prospetta è l'ultima manovra prima delle urne ovvero l'occasione finale per introdurre qualche utile disposizione per migliorare un sistema ritenuto insoddisfacente da più angolazione. E non ha paura di chiamare a raccolta tutti gli iscritti e non per una grande manifestazione di protesta contro l'eventuale immobilismo dell'esecutivo.

Insomma, con Landini potrebbe scattare un livello successivo nel rapporto con la classe dirigente: più protesta e meno compromessi. Anche perché il ruolo dei rappresentanti dei dipendenti in questa prima parte della legislatura non è stato propriamente entusiasmante e a più ripresa è sembrato che fossero dei meri ratificatori delle decisioni prese altrove. A ogni modo, Landini ha indicato nel blocco delle attese vita legate al momento della pensione e nella previsione di strumenti di tutela per i ragazzi i binari lungo i quali far scorrere l'azione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il