Pensioni novità: metodi uscita anticipata e quelli allo studio per anticipare età pensionabile

Sistemi per uscire già in vigore e allo studio: novità per le pensioni già definite e in via di definizione per revisione dell’attuale sistema

Pensioni novità: metodi uscita anticipat

pensioni novità sistemi uscita esistenti studio



Mentre l'età pensionabile col passare degli anni aumenterà sempre di più, è possibile andare in pensione anticipata grazie a dei meccanismi già in vigore, a volte con dei costi per la persona altre volte no. Vediamo quali sono i metodi ufficiali per l'uscia anticipata e quali sono le novità delle pensioni allo studio per garantire maggiore giustizia sociale nei confronto di alcune categorie di lavoratori che giustamente chiedono di poter andare in pensione prima (aggiornamento 11:15)

Le novità per le pensioni continuano a mancara in un'ottima di miglioramento dell'attuale riforma anche per rilanciare l'economia naziale. Ed è per questo motivo che sarebbe opportuno rilanciare le pensioni anticipate anche, almeno inizialmente, per alcune particolari categorie di lavoratori (aggiornamento 16:01)

Mentre si attendono le ulteriori novità per le pensioni che saranno portate avanti nel momento successivo con l’auspicio che vengano inserite nella prossima manovra, sono diversi i sistemi per uscire in prima al momento allo studio che vanno ad affiancarsi ai sistemi per uscire anzitempo dalla propria occupazione già in vigore.

La speranza è che finalmente, prima o poi, diventino realtà novità per le pensioni come quota 100, che continua ad essere considerata la migliore soluzione pensionistica pur sempre rimandata però perché considerata troppo costosa (richiederebbe tra i 7 e i 10 miliardi di euro), e quota 41 per tutti senza alcun onere, che richiederebbe circa 5 miliardi di euro e servirebbe per risolvere problemi e storture determinate dall’entrata in vigore delle attuali norme pensionistiche che hanno penalizzato soprattutto determinate categorie di impiegati, come coloro che sono in attività sin da giovanissimi e chi svolge attività faticose.

I sistemi per uscire prima già in vigore  

Sono diverse le novità per le pensioni di sistemi per uscire prima già in vigore e che sarebbero:

  1. contributivo femminile, che permette di uscire prima, rispettivamente a 57 o a 58 anni, alle statali e alle lavoratici private e autonome, che abbiamo maturato almeno 35 anni di contributi ma che accettino di percepire una pensione ridotta fino anche al 30% calcolata con metodo contributivo e non più retributivo;
  2. staffetta, che prevede per gli impiegati del settore privato la possibilità di scegliere il passaggio dall’impiego a tempo pieno all’impiego con orario ridotto, con una conseguente riduzione dell'orario di lavoro del 40, 60%, e conseguente riduzione dello stipendio mensile, mentre i contributi previdenziali continuerebbero ad essere versati regolarmente, a patto di aver maturato almeno 20 anni di contributi e avere 63 anni e sette mesi entro il 31 dicembre 2018;
  3. possibilità di andare in pensione a 64 anni per impiegati dipendenti del settore privato, che abbiano maturato almeno 36 anni di contributi o 61 anni di età con 35 di contributi entro il 31 dicembre 2012, e per le impiegate che abbiano raggiunto 60 anni di età e 20 anni di contributi, sempre entro il 31 dicembre 2012, a condizione di essere regolarmente impegnati in una attività dipendente nel settore privato al 28 dicembre 2011.
  4. possibilità di uscita prima per determinate categorie di attività.

A questi sistemi già in vigore per uscire prima si affiancano le possibilità di uscita prima per determinate categorie di persone come:

  1. coloro che fanno parte del mondo dello spettacolo, che possono uscire a 64 anni e 7 mesi di età, che diventano a 61 e 7 mesi, attori, conduttori, direttori di orchestra, chi svolge attività nella moda;
  2. cantanti, concertisti e orchestrali vanno in pensione a 61 anni di età e 7 mesi, che scendono a 58 anni e 7 mesi per il mondo femminile;
  3. i militari, che possono andare in pensione a 57 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi o avendo maturato 40 anni e 7 mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica;
  4. dirigenti medici, ricercatori universitari e professori associati possono andare in pensione a 65 anni.

E non sono da dimenticare le ultime novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, novità per le pensioni che potenzialmente e teoricamente dovrebbero già esistere, considerando che sono già state approvate e avrebbero dovuto essere in vigore dallo scorso mese di maggio, ma il cui avvio ufficiale è ancora atteso per la mancanza degli atti finali ufficiali.

Novità pensioni: sistemi per uscire prima allo studio

Se alcune categorie di persone, come appena visto, hanno dunque già la possibilità di lasciare anzitempo la propria occupazione, sono diversi anche i sistemi per uscire prima che, come riportano le ultime notizie, sarebbero allo studio. E tra cui figurerebbero:

  1. novità per le pensioni per i ragazzi, con una pensione di garanzia per i ragazzi che oggi sono per lo più impiegati in attività precarie e discontinue, in modo da dare loro la possibilità di crearsi un certo futuro previdenziale, ma che, stando alle ultime notizie, potrebbe essere estesa anche agli over 45, sotto forma di una sorta di assegno universale, a patto di aver maturato almeno 20 anni di contributi;
  2. novità per le pensioni di revisione del sistema delle attese vita, che potrebbero essere sospese o bloccate per poi definire sistemi più adatti di scatto del requisito anagrafico per la pensione finale in base alla tipologia di attività che si svolge;
  3. novità per le pensioni con sistema inedito di uscita a 62 anni di età per coloro che sono iscritti ai singoli fondi di comparto e che abbiano maturato almeno 20 anni di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire