WhatsApp aggiunge MMS su Android dopo altre novità appena apportate interessanti

Tempo di novità per il software di messaggistica istantanea e alcune di queste sono destinate a lasciare il segno. Il punto della situazione.

WhatsApp aggiunge MMS su Android dopo al

WhatsApp e Status per Web e Desktop



Si affina WhatsApp, il più popolare tra i software di messaggistica istantanea, con la novità dell'implementazione del protocollo MMS per i cellulari Android. Acronimo di Multi Media Server, la sua utilità va cercata nel miglioramento della condivisione di contenuti multimediali. Si tratta infatti dello stesso file utilizzato per il trasferimento dei file multimediali. Cosa cambia per gli utenti? Semplice: la possibilità di scaricare in contemporanea più file (immagini e video, ad esempio), a differenza di adesso che avviene file dopo file. In buona sostanza, non è più necessario attendere la fine del trasferimento per avviarne uno successivo. La novità non è formalmente attiva, ma lo sarà a breve ovvero con il prossimo aggiornamento già annunciato. Come per i precedenti, il nuovo update sarà gratuitamente scaricabile su tutti i cellulari Android compatibili.

WhatsApp tra lo Status per Web e Desktop e la ricerca rapida delle emoji

Che la macchina di WhatsApp sia costantemente in moto è dimostrato dalle recenti novità già introdotte. E non tutte hanno a che fare con l'esperienza mobile, come dimostrato dall'aggiornamento che ha portato con sé la possibilità di vedere le storie (Status) dei contatti anche da Web e Desktop ovvero le altre due release del software. Il funzionamento è semplice e ricalca quello che caratterizza l'esperienza su dispositivi mobile, in cui basta un tap per sapere se i nostri contatti hanno condiviso foto o video nelle ultime 24 ore.

E a proposito di WhatsApp Web, ecco la ricerca rapida delle emoji attraverso la digitazione del relativo codice all'interno del campo di testo. Basta inserire solo la parte iniziare (i due punti) per vedere apparire le icone associate e a quel punto utilizzare le frecce della tastiera o il mouse per inserire quella desiderata. Il client web (è dunque possibile usare WhatsApp senza numero ovvero senza una SIM) è comunque solo un'estensione del telefono ovvero il programma di navigazione riporta le conversazioni e i messaggi che rimangono comunque memorizzati sullo smartphone.

Status colorati per WhatsApp

Che questo in corso sia un mese di novità è dimostrato anche dagli Status colorati per WhatsApp ovvero l'opportunità di cambiare la tonalità di sfondo, che si associa appunto a quelli multimediali che durano 24 ore. Ecco poi la funzione con cui gestire tutti i messaggi e i media inviati e ricevuti da una sola finestra. Segnaliamo anche altre due novità WhatsApp in agenda: la possibilità di inviare la propria posizione ad un amico o un parente per far sapere con precisiamo dove siamo e l'ingrandimento dell'immagine del profilo. Ma tra le funzioni più attese non può che essere quello di eliminare un messaggio già spedito purché non sia stato visualizzato. Subito dietro ci sono i filtri per le foto, nella scia di Instagram. La novità coinvolgerà sia gli smartphone Android e sia la varie release di iPhone.

Già attivo l'allargamento dei tipi dei file da spedire ad amici e contatti. Non solo le immagini in JPG, ma anche i documenti PDF, quelli XLS e gli archivi ZIP. Di più: i file JPG possono essere inviati nella grandezza originale oppure ottimizzata in bassa risoluzione per velocizzare i tempi e contenere il consumo dati. Cresce anche la dimensione dei file da spedire: su iPhone il limite massimo è di 128 GB, su Android di 100 MB. Il nuovo aggiornamento WhatsApp porta con sé il parziale restyling dell'interfaccia e dell'utilizzo di alcuni servizi. Per rispondere a una chiamata WhatsApp è sufficiente uno swipe verso l'alto e non più lateralmente.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il