Android Oreo: miglioramenti, differenze e novità ufficiali Android 8. Uscita, quando dopo presentazione

Il nuovo aggiornamento di sistema operativo ha preso definitivamente forma migliorando l'esperienza d'uso e il livello di sicurezza.

Android Oreo: miglioramenti, differenze

Sicurezza e compatibilità Android Oreo



Tutte le novità ufficiali di Android Oreo (finalmente svelato il nome ufficiale) sono state presentate da Google con i miglioramenti e le differenze rispetto al precedente Android 7. E c'è già una indicazione sui cellulari compatibili e quando e come vi sarà l'uscita, almeno secondo indiscrezioni.
 

Se realmente il nuovo sistema operativo Android 8 o Android Oreo è più intelligente, più veloce e più potente che mai, come affermato da Google, non resta che attendere di poterlo testare. Per ora è stato infatti possibile provare l'aggiornamento solo in forma di developer preview, dove comunque sono emerse le differenze rispetto al precedente software, così come i miglioramenti sviluppati nei laboratori di Mountain View. Già scaricabile sotto forma di factory image su Google Pixel, Google Pixel XL, Huawei Nexus 6P, LG Nexus 5X, Pixel C e Nexus Player, la nuova major release sarà presto scaricabile via OTA anche sui vari smarthpone e tablet Samsung Galaxy, Huawei, LG, Sony Xperia, HTC. Non subito perché come da tradizione il rilascio avverrà in maniera graduale. La prima grossa tornata di update è prevista nell'ultimo trimestre dell'anno.

Android 8 Oreo: differenze e miglioramenti

Senza dubbio tra le novità di Android Oreo da segnalare c'è la funzione picture-in-picture. Si tratta dell'opportunità di visualizzare due applicazioni in contemporanea. Va da sé che si tratta di una possibilità che si rivela utile nei dispositivi con schermo grande, tablet innanzitutto, perché si rivelano più strategici nel permettere la visione di un video su YouTube e la scrittura del testo di una email, ad esempio. Altro versante di intervento è quel del contenimento del consumo della batteria. In realtà è da tempo che Google sta seguendo questa strada con le varie versioni degli aggiornamenti. E anche con risultati apprezzabili. Con Android Oreo succede che se la carica volge al termine, con un tocco è possibile ridurre al minimo l'attività in background delle app meno utilizzate. Nulla di così impattante, ma in tempi come questi in cui la carica non basta mai è un altro piccolo ausilio per arrivare a fine giornata senza troppi patemi d'animo.

Sicurezza e compatibilità Android Oreo

L'altra grande emergenza non può che essere quella della sicurezza e la risposta che arriva con Android Oreo è il sistema di controllo Google Play Protect. In dote porta con sé Trova il mio dispositivo per scovare, bloccare e perfino resettare il proprio device, Navigazione sicura per stare alla larga dai siti poco sicuri, un sistema di check di oltre 50 miliardi di app così da scongiurare l'installazione di quelle dannose. Ecco poi gli indicatori di notifica ovvero la possibilità di vedere cosa c'è di nuovo toccando l'icona di una app. Tra le novità più tecniche, fanno la loro comparsa la compatibilità alla trasmissione wireless audio tramite codec LDAC e l'implementazione della funzionalità Wi-Fi Aware per collegare dispositivi vicini senza la necessità di un Access Point comune.

Quindi fanno la loro comparsa la personalizzazione delle icone, il supporto ai font XML, implementati e riconosciuti dalle applicazioni supportate così come quello ai profili colore AdobeRGB, Pro Photo RGB e DCI-P3 e ai display di nuova generazione utilizzati per l'editing grafico professionale. Quando disponibile Android 8 sui terminali per cui sarà annunciato il supporto, arriverà una notifica con la segnalazione, ma seguendo il percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema, è comunque possibile verificare la disponibilità di eventuali upgrade di sistema operativo sul proprio dispositivo. In primissima battuta, terminali Nexus e Pixel a parte, saranno coinvolti i device Essential, General Mobile, HMD Global Home of Nokia Phones, Huawei, HTC, Kyocera, LG, Motorola, Samsung, Sharp e Sony.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il