iPhone 8 trapelate Apple Pencil e ricarica wireless senza fili tra le caratteristiche potenziali

Sono tante le voci che circolano in merito alle caratteristiche tecniche del prossimo iPhone di casa Cupertino. A cosa credere realmente?

iPhone 8 trapelate Apple Pencil e ricari

iPhone 8: quale novità



Per la prima volta Apple potrebbe utilizzare una penna su uno smartphone soprattutto se di dimensioni generose. Una novità che testimonia come la casa di Cupertino sia sempre attenta alle esigenze del proprio target di riferimento. Il prossimo iPhone 8 potrebbe essere compatibile con una nuova Apple Pencil.

Lo diciamo da tempo: iPhone 8 non sarà un device come gli altri ovvero non rappresenterà il naturale aggiornamento del modello top di gamma attuale a scaffale. Il prossimo è l'iPhone del decennale e Apple intende lasciare il segno. Non è proprio casuale che accanto alla realizzazione dell'iPhone 8 vengano immaginati anche iPhone 7S e iPhone 7S Plus, veri e propri upgrade delle migliori versioni adesso acquistabili. Tuttavia in questo contesto di indiscrezioni e supposizioni non è affatto così semplice riuscire a distinguere le reali intenzioni di Apple dalle voci messe ad arte in circolazione. Come quelle delle ultime ore che immaginano l'adozione di un pennino speciale per l'integrazione con il maxi display. Si tratterebbe di una novità assoluta in campo iPhone che, a dirla tutta sulla base delle informazioni che abbiamo raccolto, appare adesso molto difficile. Non resta che aspettare ancora qualche giorno anche perché - siamo ancora nel campo della non ufficialità - l'azienda di Cupertino non ha ancora confermato la data del 12 settembre come possibile giorno di presentazione del nuovo modello di iPhone.

iPhone 8: quale novità tra pennino e ricarica wireless?

Se allora il pennino appare una novità che ci sentiamo da escludere per l'iPhone 8, diverso è il caso della ricarica wireless. Questa volta i tempi sembrano realmente maturi e l'azienda di Cupertino si sarebbe decisa all'adozione di questo strumento. Il tutto verrà fatto in salsa Apple: significa che alcune peculiarità rendono speciale questo sistema. Speciale ma non rapidissimo, almeno in comparazione ai tempi di ricarica di altri device dotati di ricarica wireless. Anche in questo caso le informazioni vanno prese con la dovuta cautela, ma pare che la multinazionale statunitense voglia contenerla a 7.5 watt anziché integrare lo standard Qi 1.2.x del Wireless Power Consortium capace di offrire una carica di 15 watt, evitando così quelle ricariche super veloci e forse non così troppo salutari nel lungo periodo. Delusione o meno, non resta che aspettare la decisione definitiva di Apple, ben sapendo comunque che si tratta di una novità rispetto a quanto visto con gli ultimi modelli di iPhone. In fin dei conti, la filosofia seguita da Cupertino non è mai stata (o comunque non è più) quella di arrivare prima degli altri, ma semplicemente quella di fare meglio.

Altre innovazioni in arrivo sull'iPhone 8

Comunque sia, non si tratta della sola novità (o delle due se diamo credito alle indiscrezioni sul pennino) destinata a salire a bordo dell'iPhone 8. Altre due sono in cantiere: la prima è l'adozione dei pannelli Oled, già realtà altrove, destinati a far compiere un salto di qualità agli smarpthone di Cupertino in termini di brillantezza e luminosità. La seconda è l'implementazione del sensore 3D per il riconoscimento facciale che potrebbe prendere definitivamente il posto di password e impronte digitali per lo sblocco del terminale, per effettuare pagamenti in mobilità e per altre operazioni su cui innalzare il livello di sicurezza e privacy. Scelte di questo tipo andranno naturalmente a impattare anche sul device ed ecco allora che il tasto Home potrebbe diventare un ricordo. La parte frontale potrebbe essere quasi esclusivamente consegnata allo schermo, con una striscia nella parte superiore per lo stesso sensore e la doppia fotocamera. Tutte ipotesi che sembrano trovare riscontro in attesa della giornata decisiva con il keynote di presentazione dell'iPhone 8.

Una giornata da segnare in agenda anche perché sarà quella del rilascio della versione finale dell'iOS 11, il nuovo aggiornamento che spazzerà via le tante beta in circolazione. Sappiamo già che iPhone 8 e iPhone 7S a parte, il software sarà supportato anche da un bel po' tra smartphone e tablet made in Apple ovvero iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 5S, iPhone SE, iPad Pro da 12,9 pollici di prima e seconda generazione, iPad Pro da 10,5 pollici, iPad Pro 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad (2017), iPad 4, iPad mini 4, iPad mini 3.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il