Cina stop auto diesel e benzina come Francia. E in silenzio arrivo in Italia cambio obbligatorio.

La Cina sta per bloccare la vendita di auto a benzina e diesel come in Francia e Gran Bretagna è stato già deciso. Ora questa decisione potrebbe arrivare anche in Italia, ma ancora prima il cambio obbligatorio auto potrebbe avvenire da noi per due motivi.

Cina stop auto diesel e benzina come Fra

Blocco auto inquinanti in Cina e nazioni Europee. E in Italia ci si muove



Potrebbe essere una tendenza di numerosi nazioni, sia in Europa che fuori, come il caso della Cina che è il mercato mondiale più importante con tutte le conseguenze del caso. Ma anche in Italia con alcune leggi che stanno arrivando l'orientament in silenzio è almeno quello di costringere quasi 20 milioni di italiani a dove cambiare auto.

Dopo Gran Bretagna e Francia, anche la Cina sta decidendo se bloccare le auto diesel e a benzina nei prossimi anni. Le due nazioni europee hanno già deciso che per legge dal 2040 questo tipo di auto con queste emissione saranno completamente bloccate, la vendita dovrà finire completamente.

Il piano della Cina

L'inquinamento in Cina è uno dei più alti al mondo, se non in alcune zone, il più alto ed è chiaro che la decisione presa va in questa direzione di diminuire lo smog insieme anche ad un progetto di calo dell'inquinamento per quanto riguarda le fabbriche, altro problema davvero grave a cui si aggiunge per le auto e i veicoli in generale quello del caos sulle strade e della maobilità sostenibile.

Una decisione, comunque, fondamentale se sarà presa quella della Cina, in quanto è destinata ad avere una doppia ripercussione per il mercato mondiale dell'auto. Da una parte, le industrie automobilistiche non potrebbero contare su uno dei mercati più forti anche a livelo potenziale per le auto diesel e benzina e dovrebbero epr forza convertirsi sempre con maggior forza alle auto elettriche. Occorre pensare che già l'anno scorso poco più di mezzo milioni di auto elettriche sono state vendute in Cina ed già il mercato più importante al mondo attualmente con l'obiettivo sostenuto anche dal Governo di diventarlo sempre di più con circa 10 milioni di auto elettriche vendute ogni anno.

Cosa succede in Italia

In Italia al momento non ci sono piani di questo genere, così come obiettivi comuni nell'Unione Europea per blcocare le vendite di auto e e veicoli non elettrici entro una certa data.
Ma tutto si muove anche da noi e a livello Ue e si stanno velocizzando alcune decisioni che porteranno nel giro di pochi anni a obbligare al cambio di auto anche in Italia, acquistando veicoli il meno inquinanti possibili e tra una decina di anni si potrebbe asistere ad un cambio parco veicoli completo e molto forte e ampio verso tutto veicoli e auto elettriche.

Per quale motivo?

I motivi sono essenzialmente due. Il bollo auto che diventa progressivo in base all'inquinamento prodoto dall'auto e che si paga proporzionalmente di più rispetto a quanto si inquina. E si pensa già che questa legge che dovrebbe entrare in manovra finanziaria ed essere in vigore entro l'anno prossimo potrebbe portare circa 17milioni di italiani a dover cambiare auto per pagare molto meno di bollo, avendo tutte auto vecchie e con emissioni inquinanti e di smog molto forti.

Inoltre anche l'Unione Europea ha nell'ultimo periodo reso legge ufficiale, un nuovo sistema di accertamento e controlli delle emissioni dei veicoli e allo studio c'è un'altra norma per limitare l'inquinamento, bloccando la vendita di auto con più di una certa emissione di smog e queto provocherebbe un altro passaggio obbligatorio per il cambio di auto.

Un altra legge che è in fase di studio, al momento bloccata, ma che da parecchio tempo sta circolando, a livello italiano è quello di far sconti a livello di assicurazioni per le auto che inquinano meno e in modo particolare ai veicoli elettrici che avrebebrod ei vantaggi molto forti sia in termini di bolo auto, ma anche a livello di assicurazioni.
Questa norma al momento è ancora abbastanza ostacolata dalle assicurazioni, ma potrebbe essere ripresa in ogni momento. E, comunque, bastano già le prime due dette sopra per costringere 17 milioni di italiani a cambiare auto.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il