Pensioni novità Ape Social, Pensioni Anticipate, Donne, Quota 41, Aspettative di vita venerdì oggi 15 Settembre

Situazione attuale e ultime notizie su novità per le pensioni ad oggi: cosa è successo, nuovi appuntamenti in programma e aspettative

Pensioni novità Ape Social, Pensioni Ant

Pensioni ape Aspettative Vita Donne oggi venerdì



Cosa è successo in questo ultimo periodo, negli ultimi 15 giorni, essendo perfettamente alla metà del mese e cos ci si può attednere per le novità per le pensioni dopo tutto quello che nelle ultime notizie e ultimissime è accaduto.

Siamo arrivati alla metà di quel mese di settembre in cui si sperava che le vere e proprie discussioni avviate sulle misure da inserire nella prossima manovra finanziaria contemplassero anche le novità per le pensioni ulteriori da inserirvi. Speranze tramontate per quanto riguarda le importanti novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti senza penalità nonostante da annunci e dichiarazioni fatte nel corso dell’anno si pensava potesse essere questo l’anno giusto per la loro approvazione, le speranze si sono tutte concentrare su quelle novità per le pensioni ulteriori della cosiddetta seconda fase su cui, però, stando alle ultime notizie, sembra calato il silenzio. Dopo le aperture a novità per le pensioni per i giovani e probabili novità per le pensioni per l’ape social per le donne, che forse sarà l’unica vera effettiva novità per le pensioni che rientrerà nella prossima manovra, per il resto nulla è stato concluso finora e mancano ancora:

  1. gli ultimi dettagli relativi all’ape volontaria, nonostante la presentazione ufficiale solo qualche giorno fa del suo decreto attuativo.;
  2. miglioramenti relativi ad ape social e quota 41, soprattutto per coloro che sono rimasti senza lavoro a seguito di fine contratto;
  3. decisioni sulla revisione delle aspettative di vita.

Le ultime notizie su novità per le pensioni ad oggi

Ad oggi, dunque, venerdì 15 settembre, non ci sarebbe ancora alcuna certezza di novità per le pensioni che saranno inserite nella prossima manovra finanziaria. L’unica cosa certa è che nei prossimi giorni continueranno gli incontri proprio per discutere di ulteriori eventuali novità per le pensioni da mettere a punto ma con la speranza che non si tratti di ennesime riunioni esclusivamente interlocutorie ma durante le quali si possa finalmente giungere a qualche conclusione. Le prossime riunioni in programma prevedono:

  1. una nuova riunione tra le parti del Comitato per le pensioni per i primi di ottobre;
  2. una nuova riunione tecnica tra i vari Dicasteri e l’Inps nei prossimi dieci giorni per fare il punto della situazione su ape  social e quota 41;
  3. nuove riunioni del Tesoro per le decisioni relative il prossimo Def e durante le quali dovrebbe essere presentato il nuovo documento che le forze sociali stanno mettendo a punto con ulteriori proposte di novità per le pensioni.

Situazione ad oggi su novità per le pensioni di ape volontaria, social, quota 41, donna

Nonostante la presentazione ufficiale del nuovo decreto attuativo, sono ancora diverse le incognite sull’ape volontaria. Confermati i requisiti di uscita a 63 anni di età con 20 anni di contributi e possibilità di avere dalle banche, tramite erogazione dall’Inps, un prestito da restituire in 20 anni alle stesse banche, mancano ancora i tassi di interesse ufficiali che le banche applicheranno all’anticipo erogato e le condizioni delle polizze assicurative, obbligatorie per un’eventuale copertura dei costi in casi di premorienza. E si tratta di due elementi fondamentali per determinare la convenienza, o meno, dell’uscita prima con l’ape volontaria. Restano ancora da dare risposte alla possibilità prevista di accesso all’ape volontaria per disoccupati, usuranti e precoci che non riescono a maturare i requisiti necessari per l’accesso all’ape social.

Attese anche risposte alle richieste di miglioramento di ape social e quota 41, soprattutto per chi ha perso il lavoro per fine contratto. E l’unica novità relativa l’ape social sembra essere quella per le donne: le ultime notizie confermano, infatti, che ad oggi, 15 settembre, l’esecutivo starebbe valutando la proposta di uno sconto contributivo per le lavoratrici di sei mesi per ogni figlio nato, per un massimo di due anni nel caso di quattro figli in famiglia, sconto che abbasserebbe da 30 a 28 gli anni di contribuzione necessari per l’accesso all’ape social da parte delle donne. Tuttavia, sembrerebbe essere ancora in ballo anche l’ipotesi di ulteriore proroga dell’opzione donna, in scadenza il 30 settembre.

Situazione ad oggi su novità per le pensioni di revisione delle aspettative di vita

Ad oggi, venerdì 15 settembre, dopo tante discussioni, non si  è ancora capito cosa si farà per quanto riguarda le aspettative di vita. L’attesa è per capire se sarà accettata la richiesta avanzata dalle forze sociali di revisione del sistema delle aspettative di vita che prevede un rialzo automatico dell’età pensionabile ogni due anni, di tre, quattro mesi. Si tratta di un meccanismo su cui si regge l’attuale riforma delle pensioni secondo cui vivendo più a lungo si può anche lavorare più a lungo. Ma si tratta di un assunto che oggi, alla luce delle ultime notizie sul calo delle aspettative di vita, potrebbe cadere non avendo più ragione di essere. E proprio in virtù di questo forte calo che si registra, in particolare dal 2015, la Lega avrebbe presentato una nuova proposta di legge di blocco delle aspettative di vita fino al 2021.

Tra le altre ipotesi di revisione delle aspettative di vita anche quella di congelamento delle stesse solo per alcune categorie di lavoratori come precoci e usuranti con possibilità di definizione di ulteriori sistemi di uscita prima in base alla tipologia di attività che si svolge; e quella di uno sconto di tre mesi sull’aumento dell’età pensionabile, arrivando così nel 2019 a una soglia di 66 anni e 9 mesi piuttosto che a 67 anni. Ma si tratta di ipotesi ancora molto teoriche e, stando alle ultime notizie, difficilmente si riuscirà davvero a modificare questo sistema entro l’anno.
 

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il