Chili in eccesso da eliminare: quando si mangia e si dorme fondamentale. Orari

Non assimilare e ridurre i chili di troppo non dipende dall'ora in cui mangia, ma da quanto tempo passa dal pranzo o dalla cena prima di andare a dormire

Chili in eccesso da eliminare: quando si

Orologio biologico, dormire e distanza da pasti e cena influiscono su dimagrimento



La chiamano dieta dei due giorni e proprio dal nome si capisce in cosa consiste. Chi l’ha provata ha ammesso gli effetti benefici per la propria forma fisica. Consiste nel consumare pasti regolari per cinque volte a settimana e fare due giorni di totale digiuno. Permesso il consumo solo di liquidi e integratori.

Non è importante a che ora si mangia secondo alcune ricerche che smentirebbe così alcuni consigli alimentari, ma quanto tempo passa tra quando si mangia e quando si va a dormire, compreso un pisolino ristoratore dopo mezziogiorno.

Il problema è il nostro metabolismo e quanto tempo ci impiega a bruciare i grassi e il rapporto con la melatonina.

Il test condotto e i risultati

A dei nuovi risultati è arrivato uno studio condaotto da Andrew McHill con il gruppo di ricerca all'ospedale di Boston Brigham and Women's Hospital he hanno fatto un test su 110 giovani tra i 18 e i 22 anni durato una settimana.

Da questa prova è risultato che chi attendeva alcune ore prima di coricarsi, aveva un livello di grasso minore rispetto a chi andava a dormire subito o, comunque, prima.

I ricercatori sono arrivati alla conclusione che tutto dipennde dalla melatonina, più i livelli di melatonina sono alti, e di solito lo sono più si avvicina il momento in cui andare a dormire, più i grassi vengono eliminati. Dunque stando alzati di più, e questo come detto, vale dia di giorno per la penicchella che per la notte il metabilisimo con la melatonina elimina più facilmente i grassi in eccesso ed è puù semplice dimagrire.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il