Bollo auto tra aumento elevato o cancellazione. E Cassazione blocca avvisi multe pagamento -

Diversi elementi inediti già ufficiali o via di sviluppo nel mondo della auto, a partire dal bollo auto.

Bollo auto tra aumento elevato o cancell

Pedaggi autostrada con sconto per moto, facilitazioni per auto altri sconti attesi ancora nulla



Il bollo auto continua a rimanere al centro dell'attenzione e si potrebbero verificare due possibilità diametralmente opposto ma che entrambe sono allo studio, mentre vi è una certezza sulle multe.

Vi sono una serie di elementi positivi per quanto riguarda le auto e le moto e altre meno positivi o perlomeno che gli effetti si devono ancora far vedere e speriamo che si mostrino quanto prima realmente.

Bollo Auto e moto incertezza, tranne una

Le noti dolenti, almemo parziali, arrivano, potenzialmente dal bollo auto che in manovra finanaria dovrebbe diventare progressivo in base all'inquinameto dell'auto, ma anche moto, facendolo diventare il costo più alto, di una tassa già odiata da tanti italiani, per chi i veicoli più inquinanti. E in manovra non sembra esserci un cambio di direzione al momento. Questo significherebbe che circa 17 milioni di italiani pagherebbe la somma maggiore, avendo auto vecchie e non è chiaramente una cosa di poco conto senza contare moto e scooter in queste prime statistiche. 

C'è da dire, però, che si sta affacciando una possibilità portata avanti in antitesi a quella del Parlamento dal centro destra che sarebbe pronto ad eliminare del tutto il bollo dell'auto, una mossa elettroale che già Renzi aveva pensato in quanto una delle tasse più invise. Ora su questo punto ci sarebbe convergenza in tutto il cento destra e secondo indiscrezioni potrebbe essere inserito nel programma ufficiale per le prossime elezioni.

L'unica nota positiva è che il bollo auto non pagato, non va più pagato con la relativa multa aggiuntiva dopo tre anni, perchè dopo 36 mesi va in prescrizione e non vale nessun cartella o multa inviata dall'ente che nelle varie regioni (anche la regione stesse o comune) se ne occupa. Lo ha deciso la Cassazione con uan recentissima sentenza visto che prima le richieste per il mancato pagamento potevano arrivare fino a dieci anni.

Assicurazioni nessun sconto e truffe crescenti.

Le Assicurazioni con la Legge sulla Concorrenza dovevano portare maggiori sconti sia per auto che per moto, in diverse modi.
Il primo era quello della scatola nera che se inserita registrebbe tutta la guida e sarà la prova principale e indiscutibile in caso di incidente. Il costo sarebbe a carico dell'assicurazione, ma al momento non c'è stata ancora alcuna offerta.

Stesso discorso per l'etilometro da inserire in auto, che occorre soffiare prima di ogni avvio. Anche in quest caso darebbe uno sconto sulla polizza e il costo sarebbe a carico dell'istituto della polizza, ma non ci sono offerte ancora

Ulteriori sconti derivano dal fatto di essere guidatori particolarmenti virtuosi sia in auto o in moto, in zone con alte percentuali di incidenti. Nulla di tutto questo è stato portato a regime.

Speriamo che arrivino presto e non rimangano su carta, anche perchè, comunque diversi esperti del settore hanno giustamente spiegato che questa legge sulla concorrena così fatta, solo con queste tre opzioni, non serve a nulla o quasi all'obiettivo che ra fondamentale ovvero quello di far diminuire realmente i costi mettendo in gara per i servizi e i prezzi migliori le varie assicurazioni.

Nel frattempo aumentano le truffe relative all'assicurazioni, su tutte le tipologie, ma in particolare su quelle più recenti, come le assicurazioni temporanee. Molte di queste, ma non tutte, vengono vendute sul Web e l'IVASS non manca settimana di segnalare una società falsa. E di fronte a queste truffe oltre a eprdere i soldi pagati, non si ha nessuna protezione in caso di incidente fatto o subito con gravissime potenziali conseguenze senza dimenticare alrtri problemi come furto, incendio e diversi altri che l'assicurazione dovrebbe proteggere.

Moto e Auto sconti con Telepass

La società del Telepass e le Autostrade hanno deciso entrambe di portare avanti il test per lo sconto del 30% sui pedaggi per le moto e gli scooter che possono andare in autostrada e che era iniziato in Agosto con un ottimo riscontro. 

Certo, occorre avere il Telepass, mentre i altre nazioni è già gratuito il transito e non mancano alcuni problemi tecnici o un canone fisso da pagare, ma è già qualcosa in più.
E poi vi sono agevolazioni sia per le auto che per le moto che derivano dal fatto che il Telepass si sia trasformato da circa 2-3 mesi a queta parte in una carta di servizi e nello stesso tempo in un bacomat-carta di credito con il quale si può pagare le multe, il bollo auto, le aree riservate o limitate di transito in Italia e in Europa in migliaia di città così come pure i parcheggi. 

E si può pagare anche la benzina, spesso con alcune promozioni e sconti come epr gli altri servizi elencati sotto che tenederanno a quanto pare, ad assere ampliati.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il