Pensioni novità Ape Volontaria, Quota 41, Donne, aspettativa di vita tra DEF, Manovra Finanziaria e Decreto

Le possibili novità per le pensioni da aspettarsi nelle prossime settimane tra nuovi decreto, Def e Manovra finanziaria. Quali sono le più probabili

Pensioni novità Ape Volontaria, Quota 41

Pensioni ultime notizie DEF Manovra Finanziaria Decreto



Si attendono ormai a giorni le risposte relative alle richieste di novità per le pensioni presentate nel corso di questi mesi e che dovranno arrivare con nuovo Def, decreto e manovra finanziaria ed eventuali cambiamenti che potranno essere eventualmente apportati dal Parlamento ai suddetti provvedimenti e che tanti auspicano, considerando che stando alle ultime notizie sono decisamente pochi gli indizi che lasciano ben sperare nell’attuazione di novità per le pensioni che potranno effettivamente rivedere l’attuale sistema o, quanto meno, apportare quei miglioramenti richiesti alle ultime novità per le pensioni approvate di ape volontaria e ape social e quota 41 ad essa collegata.

Le attese di novità per le pensioni in nuovi Def e manovra

Secondo le ultime notizie, le grandi attese di novità per le pensioni che si auspica di vedere in prossimi Def e manovra finanziaria sarebbero:

  1. revisione del sistema delle aspettative di vita;
  2. novità per le pensioni per i giovani;
  3. novità per le pensioni per le donne lavoratrici.

Si tratta, tra l’altro, di punti che sono contenuti anche nel uovo documento inviato dalle forze sociali all’esecutivo e che si affiancano alle richieste di modifiche e miglioramenti delle condizioni di accesso all’ape volontaria e ad ape social e quota 41. Nel primo caso, infatti, si punterebbe ad ampliare la platea dei potenziali beneficiari di questa novità per le pensioni estendendone le condizioni anche a disoccupati, usuranti e precoci che non avessero maturato i requisiti di pensione necessari per la richiesta dell’ape social; nel secondo caso, invece, si punterebbe a permettere l’accesso all’ape social anche a coloro che sono rimasti senza occupazione per fine contratto.
Queste ultime proposte di novità per le pensioni sono provvedimenti che permetterebbero di rendere meno rigidi i requisiti di accesso alla pensione finale in modo da sostenere quel ricambio generazionale a lavoro che sosterebbe, a sua volta, il rilancio dell’occupazione giovanile. Ma si riuscirà ad arrivare ad unna concreta approvazione di novità per le pensioni nel breve periodo?

Le novità per le pensioni più probabili

Tra le diverse proposte di novità per le pensioni sul tavolo dell’esecutivo, stando a quanto riportano le ultime notizie, sembra che le reali possibilità di modifica potranno interessare:

  1. novità per le pensioni per i giovani;
  2. novità per le pensioni per le donne.

Con particolare riferimento alle novità per le pensioni per le donne, bisognerà decidere se approvare nuova proroga dell’opzione donna, in scadenza il 30 settembre, o definire una nuova ape social per le donne, con riconoscimento di uno sconto contributivo per permettere alle lavoratrici di accedere all’ape social con 28 anni di contributi invece che con 30. L’ipotesi al vaglio dell’esecutivo sarebbe quella di applicare uno sconto contributivo di sei mesi per ogni figlio nato fino ad un massimo, appunto, di due anni in presenza di quattro figli, ma le forze sociali vorrebbero elevare questo sconto contributivo, portandolo da 6 a 12 mesi. Decisamente difficile, invece, al momento, che venga dato il via libera alla revisione delle aspettative di vita, questione che divide particolarmente l’esecutivo e che, stando a quanto riportano le ultime notizie, gli stessi tecnici del Tesoro, insieme al presidente dell’Inps, respingono, considerando che questa eventuale novità per le pensioni potrebbe avere un impatto fortemente negativo sui conti pubblici.

Qualsiasi novità per le pensioni che arriverà, o meno, nei prossimi provvedimenti, non sarà però ancora quella definitiva, considerando che fino all’approvazione finale della nuova manovra finanziaria, fissata come consuetudine per la fine di quest’anno, vi saranno ulteriori passaggi in Aula che potrebbero portare ad nuovi cambiamenti e modifiche delle misure che verranno presentate con il nuovo Def.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il