Canone Rai: regole nuove su bollette, pagare meno o niente. Tornano truffe a cittadini, evasioni rimangono

Le nuove regole del Canone Rai continuano a far discutere e stupisce quel 10 per cento di evasori nonostante l'inserimento del pagamento nella bolletta della luce.

Canone Rai: regole nuove su bollette, pa

Chi può non pagare il Canone Rai



Il Canone Rai ancora al centro dell'attenzione con una serie di nuove regole sulle bollette e nello stesso il ritorno delle truffe per i cittadini in email e din diversi altri modi e poi una evasione che continua ad esserci. E alcuni alcuni modi per non pagare niente o nulla ovviamente legali.

Tutto risolto il problema dell'evasione fiscale con il pagamento inserito nella bolletta della luce? Non proprio perché le nuove regole sul Canone Rai non si rivelano così efficaci. Non c'è dubbio che la percentuale di chi è adesso costretto a versare l'imposta sia vertiginosamente aumentata. Ma stando a quanto si apprende dalla Relazione sull'evasione, commissionata da Tesoro al gruppo di lavoro guidato dall'ex ministro Enrico Giovannini, c'è ancora un 10 per cento di cittadini (10,5, per la precisione) che si rifiutano di versare il canone Rai ovvero 90 euro all'anno distribuito in 10 rate di pari importo. Più esattamente, tra evasori e morosi, la cifra supera i due milioni e mezzo, 2.532.360 per l'esattezza. Si ricorda che non c'è distacco della luce in caso di mancato pagamento del Canone.

Perché c'è ancora tanta evasione del Canone Rai

Ma come fanno a non pagare considerando che l'importo del Canone Rai è stampato nero su bianco nella bolletta elettrica? Con il meccanismo fraudolento delle seconde case affittate in nero. L'imposta va infatti pagata sola una sola volta, anche nel caso di possesso di più abitazioni. E poi ci sono coloro che non hanno un televisore in casa e pensano di non dover versare l'imposta, che in realtà - secondo il fisco - andrebbe pagata per la sola attivazione di una utenza elettrica che presuppone il possesso di un apparecchio in grado di collegarsi alle reti Rai. La situazione italiana nel 2016 (l'importo pagato lo scorso anno è stato di 100 euro, sceso a 90 solo nel 2017) è la seguente:

  1. Famiglie residenti: 25.853.547
  2. Famiglie soggette a canone: 24.098.090
  3. Famiglie che versano il canone: 21.565.730
  4. Evasori e morosi: 2.532.360
  5. Evasori e morosi in percentuale: 10,5

Il tutto mentre non si arrestano i tentativi di truffare i contribuenti approfittando del cambiamento delel regole. Lo strategemma è quello di fingersi rappresentanti dell'Agenzia delle entrate e il mezzo è il web attraverso la posta elettronica. Viene chiesto al destinatario del messaggio di attivare procedure di rimborso o di regolarizzare la propria posizione fiscale, ma in realtà si tratta della truffa del phishing contenenti link che infettano il PC con virus in grado di rubare dati digitali e informazioni personali.

Chi può non pagare il Canone Rai

Il Canone Rai è dovuto una sola volta in relazione a tutte le residenze e dimore della famiglia anagrafica: cioè un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità adozione o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora occasionale nello stesso comune, quindi anche le coppie di fatto, se c'è l'elenco istituito dal Comune. Non si paga nelle 20 isole minori - Ustica, le Tremiti, Levanzo, Favignana, Lipari, Lampedusa, Linosa, Merettimo, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia, Ventotene - non interconnesse con la rete elettrica.

Poi ci sono gli esentati dal pagamento del Canone Rai ovvero gli anziani con più di 75 anni di età e reddito fino a circa 6.700 euro tra tutti i membri della famiglia, i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il