Frutta secca: molteplici benefici di una dieta con noci, mandorle e arachidi

Proprietà e benefici del mangiare frutta secca: quale la migliore da scegliere e buoni effetti sul nostro organismo

Frutta secca: molteplici benefici di una

Frutta secca benefici noci mandorle arachidi



La frutta secca un toccasana per la nostra salute, se consumata nelle dosi consigliate, sia per i benefici che apporta all’organismo sia per quanto riguarda diete per perdere peso. Diversi studi hanno, infatti, dimostrato come il consumo di frutta secca possa rappresentare un valido aiuto per dimagrire.

Mangiare frutta secca per dimagrire

Stando a quanto riportato da recenti studi, infatti, determinati tipi di frutta secca, come ad noci, arachidi e mandorle, possono aiutare a rimettersi in forma con gusto. Dall’ultima ricerca condotta dalla Loma Lima University School of Public Health insieme all’International Agency for Research on Cancer è, infatti, emerso come la frutta secca contenga sostanze utili e benefiche per il nostro organismo se però consumate con moderazione. Il consiglio è quello di consumare frutta secca come spuntino di metà mattina o metà pomeriggio e in quantità diverse in base alle attività svolte dalla persona, per esempio, uno sportivo potrà mangiare più frutta secca rispetto a una persona che lavora sedentariamente in ufficio o sempre davanti al computer. Solitamente, però, la quantità di frutta secca consigliata è tra i 15 e i 30 grammi. Diverse le principali proprietà che sono in grado di garantire determinati tipi di frutta secca come:

  1. noci;
  2. arachidi;
  3. mandorle.

Noci: proprietà e benefici

Partendo dalle noci, sono una buona fonte di Omega 3, aiutano a proteggere contro le malattie cardiache e diverse malattie di tipo infiammatorio e non. Le noci, inoltre, contengono anche acido ellagico, antiossidante benefico per il sistema immunitario che sembra anche essere un buon anti-cancerogeno; melatonina, sostanza prodotta dalla ghiandola pineale che aiuta a regolare il ritmo sonno-veglia e ha proprietà antiossidanti; e sali minerali come magnesio, calcio, potassio, ecc. e vitamine, soprattutto vitamina E.

Mandorle: proprietà e benefici

Passando alle mandorle, rappresentano un’ottima fonte di proteine e grassi monoinsaturi e aiutano a stabilizzare gli zuccheri nel sangue evitando picchi glicemici, prevenendo malattie come il diabete e sono ricche di antiossidanti, calcio, magnesio e fosforo, ottimi per le ossa e per tenere sotto controllo il colesterolo.

Arachidi: proprietà e benefici

Infine, le arachidi, oltre che essere particolarmente gustose, se consumate in maniera eccessiva possono aumentare la probabilità di sviluppare ipertensione e rischi cardiovascolare, ma in generale sono una buona fonte di:

  1. proteine vegetali, perché contengono infatti molti amminoacidi;
  2. sali minerali, come magnesio, potassio, zinco, fosforo, manganese e rame;
  3. vitamine, soprattutto vitamina E;
  4. fibre e grassi buoni;
  5. antiossidanti (polifenoli), che riducono il rischio di ammalarsi di diverse patologie.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il