Pensioni novità Ape Social, Donna, Quota 41, Aspettative Vita bloccate le sei iniziative dei partiti in Manovra Fiscale

Bloccate le iniziative dei partiti di novità per le pensioni presentate in Aula: cosa aspettarsi in prossima manovra per ape social e aspettative di vita

Pensioni novità Ape Social, Donna, Quota

Pensioni novità Ape Donna Aspettative Vita iniziative



All’indomani delle discussioni in Aula delle diverse iniziative di revisione del sistema delle aspettative di vita, nulla è stato concluso in merito. Anzi: sembra che le sei iniziative presentate dai partiti per una revisione delle aspettative di vita con l’auspicio di inserire tale novità per le pensioni nella prossima manovra finanziaria siano state del tutto bloccate.

Iniziative di novità per le pensioni per nuova manovra presentate e bloccate

La vera e propria discussione sulla questione di revisione delle aspettative di vita sembra essere stata nuovamente rimandata, almeno stando a quanto riportano le ultime notizie, alla luce di quanto accaduto nella recente seduta in Aula, quando i partiti hanno presentato diverse iniziative di modifica in merito ma nessuna di queste è stata in realtà considerata. E non è certo una sorpresa, considerando che l’esecutivo da tempo dichiara, innanzitutto, che le novità per le pensioni non sono affatto una priorità, ancora, per il rilancio economico del nostro Paese, e che la revisione delle aspettative di vita al momento sembra piuttosto difficile.

Non ci sarebbe l’intenzione di rivedere tale meccanismo e si tratta di una posizione fortemente sostenuta da diversi organismi, come Corte dei Conti e Bankitalia, che ritengono che l’attuale sistema pensionistico, al momento, debba essere lasciato esattamente così com’è. Nessuna modifica e nessuna novità per il meccanismo delle aspettative di vita, dunque. Nel corso dell’ultima seduta in Aula sono state illustrate ben cinque iniziative di revisione delle aspettative di vita che, però, sono state rimandate ad una nuova seduta.

Ma, secondo le ultime notizie, sarebbe stato precisato che le aspettative di vita essendo strettamente collegate all’andamento dell’aspettative di vita Istat, che come noto ormai dal 2015 calano invece di aumentare, dovrebbero necessariamente essere riviste. Le risoluzioni presentate dai partiti, soprattutto in materia di revisione delle aspettative di vita, prevedevano:

  1. revisione del sistema di aumento dell'età pensionabile in base alla crescita dell'aspettativa di vita ed estensione delle attività considerate usuranti per il riconoscimento di benefici previdenziali;
  2. iniziative per la pensione finale volte a modificare le differenti aspettative di vita e inserire tra le categorie di lavoratori impegnati in attività usuranti anche gli operatori socio-sanitari;
  3. iniziative per l’adeguamento dei requisiti pensionistici in base all'incremento all'aspettativa di vita;
  4. revisione dell’aumento dell'età pensionabile che dovrebbe scattare dal primo gennaio 2019 in relazione alla crescita dell'aspettativa di vita;
  5. revisione del sistema di adeguamento dei requisiti per la pensione finale agli aumenti delle aspettative di vita.

A queste cinque iniziative si aggiunge poi il Ddl presentato dalla Lega solo qualche tempo fa di congelamento del sistema delle aspettative di vita al 2022 per garantire un reale adeguamento alle aspettative di vita Istat che, come riportato dalle ultime notizie, nel 2015 ha subito un forte calo.

Novità per le pensioni di Ape Social e quota 41 e per le donne in prossima manovra

Se per le novità per le pensioni di revisione delle aspettative di vita nulla di positivo sembra profilarsi all’orizzonte, sembra che anche per le novità per le pensioni minime, di miglioramento di ape social e quota 41 e novità per le pensioni per le donne non ci saranno notizie particolarmente positive per la prossima manovra, soprattutto considerando che le ultime notizie sul Def confermano la mancanza di riferimento alle stesse novità per le pensioni. Ancora delusione, dunque, per tutti coloro che ritenevano che questo fosse l’anno giusto per riuscire a vedere concreti e importanti cambiamenti per le novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il