Sovrapprezzi bollette luce e gas: multate cinque società per aumenti costi non dovuti da Antitrust

Sanzioni a carico di A2A, E.On, Edison Energia, Green Network, e Sorgenia: ecco cosa è successo. Quali saranno le conseguenze reali di questa decisione?

Sovrapprezzi bollette luce e gas: multat

Sovrapprezzi bollette luce e gas



Sono cinque le società fornitrici dei servizi di luce e gas multate dall'Antitrust: A2A, E.On, Edison Energia, Green Network e Sorgenia. A tutte loro viene contestata la violazione dell'articolo 62 del Codice del Consumo nella parte in cui viene previsto il divieto di imporre ai consumatori spese aggiuntive per l'adozione di strumenti di pagamento. Si tratta di una sentenza destinata a creare un precedente e che potrebbe disciplinare le azioni delle aziende interessate. Nello specifico i gestori hanno chiesto ai consumatori il pagamento di una commissione associate a diverse modalità di pagamento delle fatture, come con carta di credito o con bollettino postale. Il sovrapprezzo variava da 1 a 4 euro e tutte loro sono adesso complessivamente chiamate a versare quasi un milione di euro, esattamente oltre 900.000 euro.

Irregolarità accertata, multa contenuta

Vale la pena far notare come la sanzione che dovranno corrispondere A2A, E.On, Edison, Green Network, e Sorgenia è tale da sfiorare appena i loro fatturati. Non è un caso che le associazioni a tutela dei diritti dei consumatori plaudono all'azione dell'Antitrust ma evidenziano questo aspetto. In qualche modo si tratta di quanto accade con le grandi società nel campo della telefonia, in cui le multe per comportamenti scorretti o illegittimi fanno solo il solletico e i ritardi con cui sono regolarizzate le posizioni è l'esempio più evidente. Il suggerimento dell'Unione Nazionale Consumatori per uscire da questo vicolo cieco e fare in modo che realmente ci sia un impatto nelle scelte e nei comportamenti delle società energetiche così come quelle telefoniche, è la cancellazione delle soglie alle multe ovvero stabilire che siano sempre superiori al guadagno percepito.

A2A, E.On, Edison Energia, Green Network, e Sorgenia: cos'è successo

Quali sono stati nei dettagli il comportamento contestato alle società energetiche? Perché le sanzioni a carico dei vari A2A, E.On, Edison Energia, Green Network, e Sorgenia?

  1. A2A: multa di 220.000 euro per l'applicazione di un sovrapprezzo a carico dei consumatori che hanno preferito pagare le bollette relative ai consumi di energia elettrica o gas, mediante il sito web della società utilizzando la carta di credito.
  2. E.On: multa di 150.000 euro per l'applicazione di un euro al mese a carico dei consumatori che hanno scelto di pagare le fatture di energia elettrica o gas tramite bollettino postale, a fronte della gratuità del pagamento attraverso addebito diretto sul conto corrente.
  3. Edison Energia: multa di 350.000 euro per l'applicazione di un onere pari a 2 euro ogni due mesi a carico dei clienti che sceglievano di pagare attraverso bollettino postale alcune offerte del mercato libero, invece che optare per la domiciliazione bancaria, per la quale non erano previsti costi aggiuntivi.
  4. Green Network: multa di 20.000 euro per la richiesta di un sovrapprezzo pari a 2 euro al mese ai clienti che hanno scelto di pagare le bollette relative ai consumi di energia elettrica o gas con modalità o strumenti diversi dalla domiciliazione bancaria. A detta dell'Antitrust, il mancato addebito può essere considerato una diretta conseguenza della previsione contrattuale che ha di fatto orientato la scelta dei consumatori verso la soluzione di pagamento per loro meno onerosa.
  5. Sorgenia: multa di 170.000 euro per l'applicazione di un sovrapprezzo a carico dei clienti che hanno scelto di pagare le bollette relative ai consumi di energia elettrica o gas con modalità diverse dall'addebito diretto sul proprio conto corrente bancario o su carta di credito.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il