Bce: «L'inflazione presto scenderà»

L’inflazione nella zona euro dovrebbe, nei prossimi mesi, continuare ad attestarsi al di sopra del 2% per poi scendere, in assenza di ulteriori shock, nel corso del 2005, al di sotto del 2%.<



L’inflazione nella zona euro dovrebbe, nei prossimi mesi, continuare ad attestarsi al di sopra del 2% per poi scendere, in assenza di ulteriori shock, nel corso del 2005, al di sotto del 2%.

A sostenerlo è la Bce che oggi ha diffuso il bollettino mensile di gennaio. Secondo l’Istituto di Francoforte, infatti, «è probabile che nei prossimi mesi il tasso di inflazione continui ad attestarsi al di sopra del 2% malgrado il recente calo delle quotazioni petrolifere.

In una prospettiva di più lungo periodo, tuttavia, le informazioni disponibili -sottolinea la Bce- indicano che, in assenza di ulteriori shock avversi, l’inflazione armonizzata scenderà al di sotto del 2% nel corso del 2005.

Inoltre, gli indicatori più recenti non segnalano l’accumularsi di pressioni inflazionistiche di fondo interne all’area dell’euro».

La dinamica salariale, sottolinea l’Istituto di Francoforte, «rimane contenuta, a fronte della moderata crescita economica in corso e delle deboli condizioni dei mercati del lavoro».

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci Fonte: pubblicato il