Alice in Francia: Telecom Italia pronta a venderla ?

Telecom Italia sarebbe pronta a vendere Alice in Francia. La stima degli asset in gioco si aggira fra i 600 e 650 milioni di euro e trova d’accordo gli analisti.



Telecom Italia sarebbe pronta a vendere Alice in Francia.

La stima degli asset in gioco si aggira fra i 600 e 650 milioni di euro e trova d’accordo gli analisti. Fra i candidati al pacchetto da quasi 900 mila clienti che l’italiana potrebbe mettere sul mercato ci sarebbero Neuf Cegetel (a sua volta nel mirino di SFR-Vivendi), il gruppo Iliad (alle prese però con un difficile processo di crescita organica) e Bouygues. Secondo Le Figaro il mandato di trovare un acquirente sarebbe già stato affidato a Calyon (gruppo Credit Agricole). Ma perché Telecom Italia dovrebbe vendere Alice Francia?

Secondo il quotidiano francese (e non solo) per il semplice fatto che, a differenza delle controllate tedesche (Hansenet e Aol) e del ramo olandese (BBNed), Alice Francia non ha una redditività sufficiente e, con un margine operativo lordo passato a -51 da -83 milioni, si trova, per detta dello stesso management della controllante italiana, in fase di investimento.

A novembre Riccardo Ruggiero aveva dichiarato di volere portare nel corso del 2008 l’ebitda all’equilibrio, ma gli ultimi rumors sembrano ventilare maggiormente l’ipotesi di una cessione, ipotesi che non e’ ancora stata smentita dal gruppo.

Torna subito in mente il caso Fastweb, ossia quello di un internet provider che, non appena ha finito di assorbire investimenti e si è avviato verso una gestione redditizia, è stato acquisito da un altro operatore. A dire il vero, nonostante un’operazione da 600 milioni appaia ancora relativamente poco rilevante per un colosso fortemente indebitato come Telecom Italia, il mercato ha interpretato come un segnale positivo dal nuovo management la riapertura di questo dossier.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il