BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Evasione fiscale in Italia: negozi di abbigliamento, bar, ristoranti, pizzerie e panettieri i primi

Statisticamente, degli esercizi pubblici controllati, sette negozi su dieci sono stati sorpresi a non emettere scontrino fiscale. In cima alla classifica vi sono negozi di abbigliamento, bar, ristoranti, pizzerie e panettieri.



L'evasione fiscale in Italia è stata una delle priorità del Governo Prodi nel 2007 e ad inizio 2008 la Guardia di Finanza e l'agenzia delle Entrate hanno pubblicato alcune statistiche sul mancato rispetto da parte di negozianti e commercianti nell'emissione di scontrini fiscali.

Statisticamente, degli esercizi pubblici controllati, sette negozi su dieci sono stati sorpresi a non emettere scontrino fiscale

In cima alla classifica vi sono negozi di abbigliamento, bar, ristoranti, pizzerie e panettieri.

E non manca l'ironia al Fisco che nella nota del comunicato stampa rilasciato afferma:
"Pensate che nei giorni successivi ai controlli, gli incassi aumentano improvvisamente del 20% rispetto ai quindici giorni precedenti alle verifiche".

I controlli totali effettuati sono stati 180mila controlli su tutto il territorio nazionale, riscontrando violazioni alla normativa nel 69% dei casi.

La regione peggiore sembra essere la Campania con 8 esercizi pubblici su dieci controllati che non emesso lo scontrino per tre volte consecutive.

La migliere è stata l'Umbria con "solo" il 45% dei negozi fuori norma.

Ma per quanto riguarda i negozi chiusi perchè trovati tre volte a non emettere lo scontrino fiscale,la regione peggiore risulta essere la Sicilia con 1.017. Seguono il Veneto con 117 chiusure ordinate dopo tre verbali, e il Lazio con 90.
La migliore regione, in questa speciale classifica, è stata la Valle d'Aosta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il