BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Hollywood firma accordo storico con la Cina su pirateria

Un gruppo guidato da importanti studios di Hollywood tra cui la Warner Bros di Time Warner Inc. ha firmato un accordo anti-pirateria con la Cina



Un gruppo guidato da importanti studios di Hollywood tra cui la Warner Bros di Time Warner Inc. ha firmato un accordo anti-pirateria con la Cina, compiendo un piccolo ma decisivo passo nella lunga battaglia contro la pirateria endemica nel paese.

La Motion Picture Association ha salutato l'accordo come un passo in avanti nella lotta alla pirateria in Cina, che si stima costi alle aziende occidentali centinaia di milioni di dollari ogni anno. La pirateria è una spina perenne nel fianco dei rapporti tra Cina e Stati Uniti.

L'annuncio del gruppo arriva alcuni giorni dopo la visita a Pechino di una delegazione Usa guidata dal Segretario al commercio Carlos Gutierrez, per discutere la situazione commerciale e accordi relativi alla proprietà intellettuale.

Secondo il nuovo memorandum d'intesa, l'associazione della cinematografia Usa -- che comprende tra i soci anche la Walt Disney, la Universal di General Electric e la Paramount di Viacom -- invierà alle autorità di regolazione cinesi una lista di film di prossima uscita ogni tre mesi.

L'accordo fornisce un controllo più rigoroso sui film contraffatti e pene più severe, ha dichiarato l'associazione cinematografica venerdì.

'Tutti i prodotti per il noleggio che sono disponibili sul mercato prima della data di uscita legale in Cina, saranno considerati illegali ... e contraffatti', ha dichiarato il gruppo. 'E quando viene commessa una violazione del copyright, il crimine sarà perseguito,' ha aggiunto.

 

MOSSA STORICA

L'accordo tra l'associazione e il Ministero della Cultura cinese e l'Amministrazione statale di radio, film e televisione mira a sconfiggere la pirateria sui film appena usciti. Mike Ellis, direttore regionale per l'Asia dell'associazione di film Usa, ha definito l'accordo storico, augurandosi che si possa rivelare produttivo in tempi brevi.

Film piratati si trovano spesso sul mercato in Cina prima della data di uscita ufficiale. Costano circa 8 yuan (1 dollaro) ognuno, molto meno di un biglietto del cinema. Dischi non autorizzati di 'Guerre Stellari: Episodio III, la Vendetta di Sith' erano in vendita per le strade di Pechino appena una settimana dopo l'anteprima del film a maggio.

Dall'industria del cinema si sono spesso lamentati che la Cina non fa abbastanza per combattere la pirateria cinematografica, che costa agli studios 280 milioni di dollari ogni anno in vendite perse.

Sostengono che le autorità cinesi spesso intervengano caso per caso, solo quando vengono sollevati problemi specifici. Ma il paese è poco attivo nel perseguire i criminali, e le multe inflitte ammontano spesso a poco più che un buffetto sulla guancia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il