Incentivi auto a metano e gpl per il 2008: le novità e le procedure

Cambia ancora la situazione sugli incentivi per l'installazione degli impianti a gas per le autovetture. Ecco la panoramica



Ecco la lettura definitiva della situazione delle incentivazioni per l'installazione di impianti GPL/Metano.

Cambia l'importo unitario del contributo statale a far data dal 1° gennaio. Le modifiche introdotte prevedono un contributo di euro 350 per l'installazione di impianti a GPL e di euro 500 per l'installazione di impianti a metano. Non esiste più quindi la formula di 650 euro per i veicoli trasformati a gas entro i tre anni dalla prima immatricolazione, nella quale rientravano anche i veicoli acquistati nuovi dal concessionario già equipaggiati a GPL o a metano ma non omologati anche a gas dal costruttore.

Con il 2008 l'incentivo, viene esteso agli autoveicoli appartenenti a tutte le categorie ("euro 0", "euro 1", "euro 2", "euro 3", "euro 4", "euro 5"), indipendentemente dalla data dello loro prima immatricolazione. Il comma 10, infatti, abolisce il limite dei tre anni dalla data di prima immatricolazione dell'autoveicolo, per l'installazione dell'impianto.

Rimane invariato il fondo a disposizione per il 2008 , 52 milioni di euro circa, con lo stanziamento previsto dalla Finanziaria 2007. Il contributo statale, che non richiede una contestuale rottamazione, ammonta a 1.500 euro e sale a 2.000 se il veicolo produce meno di 120 gr/km di CO2. Si tratta di agevolazioni valide per contratti stipulati dal 3/10/2006 al 31/12/2009, con possibilità di immatricolazione fino al 31/03/2010.

L'incentivo statale ammonta a 350 euro per ogni autoveicolo convertito a GPL e a 500 euro per ogni autoveicolo convertito a metano. Per le trasformazioni a gas è stato adottato un listino prezzi massimi al pubblico che le officine aderenti si impegnano a non superare.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il