Controllo prezzi e settori con osservatorio Unione Europea Consumer Market Watch

L'Unione Europea da il via al nuovo osservatorio dei prezzi, denominato Consumer Market Watch



Con questo nuovo strumento l’Ue monitorerà i mercati alla ricerca delle distorsioni, delle violazioni della concorrenza, dell’opacità dei prezzi e della qualità ingannevole dei servizi. Lo ha annunciato Meglena Kuneva, commissario Ue per i consumatori, garantendo la massima meticolosità nell’individuazione delle disfunzioni del mercato: “in 15 anni - ha detto la Kuneva - il mercato interno ha fatto considerevoli passi avanti, ma secondo noi i consumatori non hanno ancora raccolto i frutti che avrebbero dovuto”.
Un primo esempio di monitoraggio dei mercati dei 27 paesi dell’Unione Europea mostra in Italia dati allarmanti, soprattutto in tema di prezzi: in nessuno dei 27 paesi dell’Unione, per esempio, l’elettricità costa come in Italia. In Grecia o in Finlandia i cittadini pagano la metà, in Bulgaria un terzo. Nella classifica sulla soddisfazione dei consumatori per il funzionamento del mercato dell’elettricità (e del gas) l’Italia è infatti all’ultimo posto.
Un altro risultato negativo per l’Italia è quello sulla percezione da parte dei consumatori della sicurezza di alcuni servizi di interesse generale: sulle ferrovie, per esempio, gli italiani sono, con gli olandesi, gli utenti europei che hanno un’impressione di maggiore insicurezza (il 21 per cento considera il trasporto su treno non sicuro). Per quanto riguarda la percezione di pericolosità dei trasporti interurbani, invece i cittadini italiani sono secondi soltanto a Malta. Il 12 per cento degli italiani, inoltre - ed e’ la percentuale più alta in Europa - ritiene non sicura la fornitura di acqua.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il