Svezia, Volvo chiede permesso di 'bere e guidare' al governo

Il produttore di auto Volvo ha chiesto al governo una speciale esenzione dalle dure leggi sulla guida in stato di ebbrezza per collaudare nuovi sistemi di sicurezza



Il produttore di auto Volvo ha chiesto al governo una speciale esenzione dalle dure leggi sulla guida in stato di ebbrezza per collaudare nuovi sistemi di sicurezza, capaci di segnalare il pericolo ai guidatori dai riflessi lenti.

Volvo, rinomata per la vendita di macchine familiari che puntano alla sicurezza, collauderà questi nuovi sistemi su strade appositamente create nella città di Goteborg, solo con il permesso del governo.

'Si tratta di sviluppare dei sistemi che avvertono l'autista che non ha prontezza di riflessi', ha dichiarato Christer Gustafsson, portavoce della Volvo Cars, proprietà di Ford.

'Un tale segnale si attiverebbe quando la persona al volante è stanca, malata, ubriaca o sotto l'influenza di altre droghea, e vogliamo testarlo in Svezia in condizioni controllate', ha detto Gustafsson all'agenzia di stampa Tt.

Senza fornire ulteriori dettagli sul funzionamento della nuova tecnologia, il portavoce ha precisato che i nuovi sistemi di sicurezza sono ancora ad uno stadio sperimentale. 'Si tratta di una tecnica per evitare gli incidenti', ha aggiunto.

Il tasso di sicurezza stradale in Svezia è uno dei più elevati al mondo, grazie in parte a leggi sulla guida in stato di ebbrezza che sono fra le più rigorose in Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il