Aste Wimax: assegnazioni partiranno domani e già si potrebbero avere alcune società vincitrici

Al via domani le aste per il WiMax, e gia potrebbero concludersi le procedure per alcuni diritti d'uso



In palio ci sono 35 diritti d'uso: 14 macroregionali e 21 regionali/provinciali. Ventinove le società in gara che hanno fatto pervenire la loro offerta in busta chiusa al Ministero delle Comunicazioni. L'appuntamento è quindi per domani mattina alle 10,30 presso la sede del ministero in viale America a Roma. Alla fase di accredito dei rappresentanti legali delle società che hanno presentato le offerte preliminari, seguirà quella dell'asta vera e propria con un lotto alla volta: i rappresentanti delle aziende siederanno in appositi box, da cui invieranno le offerte che verranno inserite in un computer, via via fino all'ultimo rilancio.

"La riduzione del digital-divide e il diritto a Internet veloce - ha dichiarato il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni - sono fra gli obiettivi strategici dell'Italia per i prossimi anni, traguardo indispensabile perché la diffusione della banda larga si affermi come il nuovo servizio universale del XXI secolo. Le frequenze WiMax saranno tra gli strumenti più efficaci per il raggiungimento di questo traguardo. L'interesse che si è manifestato per la gara, con offerte iniziali su tutti i lotti di frequenze, è un segnale incoraggiante per la fase successiva".

Già domani potrebbero concludersi le procedure per alcuni diritti d'uso.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il