Detrazione medicine acquistate in farmacia: occorre scontrino e codice fiscale

Grazie ad una nuova norma del Governo, è possibile detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese per i medicinali. Ma ci sono alcune incongruenze.



Disagi per quanto riguarda la nuova norma per la detrazione delle spese per i medicinali dalla dichiarazione dei redditi.
Lo denuncia la Federconsumatori che riscontra “diverse incongruenze”, Eccole: nonostante i cittadini presentino il tesserino sanitario, molto spesso – sostiene l’associazione - sullo scontrino non si trova scritto il codice fiscale dell’acquirente, per mancanza d’informazione da parte delle farmacie, provocando la mancata detrazione fiscale dello stesso. Inoltre – continua Federconsumatori - spesso in farmacia non si richiede al consumatore né la tessera sanitaria né il codice fiscale emettendo uno scontrino che non permetterà la detrazione dei costi nella denuncia dei redditi. Per questo l’associazione chiede ai farmacisti di pubblicizzare nelle loro farmacie con cartelli la necessità di esibire il tesserino sanitario da parte dei consumatori per avere detrazioni fiscali.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il