Nuova multa a Microsoft di quasi 900 milioni di euro da Unione Europea. Motivazioni

Ulteriore multa per Microsoft per inadempienza di obblighi dalla Commissione Europea



Per il mancato adempimento (fino al 22 Ottobre 2007) verso alcuni obblighi sanciti dalla famosa sentenza di Marzo 2004, in cui l'azienda di Redmond era stata accusata di abusare della sua posizione di leader nel mercato dei software desktop per soffocate i rivali, l'UE multa la Microsoft per 899 milioni di dollari.

Dopo tre anni di scontro aperto, ad Ottobre 2007 il colosso del software aveva infatti finalmente gettato la spugna annunciando di volersi adeguare in toto alla sentenza del caso antitrust.
Un mese prima la Corte Europea di Prima Istanza aveva supportato la decisione della Commissione Europea, accertando due abusi di posizione dominante da parte del colosso. A Microsoft era stata irrogata un'ammenda di più di 497 milioni di euro, più un ulteriore multa di 280.5 milioni di euro per inadempienza.

A queste sanzioni si aggiunge ora la nuova multa di 899 milioni di euro; la decisione si riferisce all'operato di Microsoft fino al 22 Ottobre 2007: la colpa dell'azienda di Redmond è quella di aver fissato dei "prezzi non ragionevoli" per le "royalty" necessarie per i contratti di licenza dei protocolli di interoperatività.

A marzo 2007 la Commissione Europea aveva contestato al gigante del software il fatto che i protocolli di comunicazione e le informazioni sulla interoperabilità tra server e PC Windows e quelli di altre società contenessero innovazioni significative, tali da giustificare i prezzi applicati dal colosso ai contratti di licenza. Ad Ottobre 2007 Microsoft aveva accettato di ridurre le "royalty" ad una tassa nominale una-tantum di 10.000 euro; e la "royaltiy" per una licenza globale, che include i brevetti, da 5.95% a 0.4% degli introiti derivati dai prodotti licenziatari.

Neelie Kroes, commissario Ue alla concorrenza, commenta: "Microsoft è stata la prima compagnia in 50 anni di regolamentazione della concorrenza Ue che la Commissione ha dovuto multare per il mancato rispetto di una decisione antitrust".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il