Unione Europea: si studiano missure contro l'inflazione e il cambio dollaro-euro troppo sfavorevole

L'Unione Europea continua ad osservare la situazione attuale, cercando al tempo stesso un rimedio



"I tassi di cambio, dice Jean Claude Juncker, presidente di Eurogruppo, devono riflettere i fondamentali: l'eccessiva volatilità e i movimenti disordinati non vanno a vantaggio della crescita economica: continueremo ad osservare da vicino l'evoluzione della situazione"

In un anno il quadro economico per i 15 paesi di Eurolandia è peggiorata con un calo del prodotto interno lordo, con una netta accellerazione del tasso d'inflazione salita di quasi un punto netto percentuale e una forte rivalutazione dell'euro sul dollaro apprezzatosi di circa il 30%

"Quando è stata creata all'inizio del secolo l'Unione monetaria, dice quest'analista, abbiamo sostenuto l'euro forte . Negli Stati Uniti hanno fatto l'abitudine alla debolezza del dollaro in quanto baluardo contro una possibile recessione"

Le previsioni sono tutte improntate al ribasso per il 2008.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il