Incentivi fiscali 2008 su acquisto auto saranno cumulabili, si potranno sommare insieme?

Grazie al Decreto Legge 'Milleproroghe', gli incentivi fiscali sulle auto si potranno sommare tra loro



Stando a quanto deliberato dalla risoluzione n. 7/Dpf del 6 marzo del dipartimento per le Politiche fiscale del ministero dell’Economia e delle Finanze, gli incentivi sulle auto previsti dal Decreto Milleproroghe saranno cumulabili.

Il documento spiega che le nuove disposizioni in materia di incentivi all’acquisto di autovetture e autoveicoli “euro 4″ e “euro 5″, benché diversi da quelli precedentemente in vigore, sono comunque in sintonia con le stesse finalità della Finanziaria 2007. Pertanto, in assenza di un esplicito divieto di cumulo, la risoluzione afferma che “non sussistono ostacoli all’ammissibilità di cumulare entrambi i contributi” purché siano rispettate entrambe le condizioni di acquisto e di demolizione di autoveicoli indicati nella norma.

Quali incentivi per il 2008?
Il bonus dell’anno nuovo, lo ricordiamo, ammonta a 700 euro, a cui si aggiunge l’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche (bollo) per un anno, in caso di acquisto di veicoli “euro 4″ o “euro 5″ che non emettano oltre i 140 grammi di CO2 oppure non oltre i 130 grammi di CO2 per quelli ad alimentazione diesel.

Il bonus sarà concesso solo a fronte della rottamazione di auto “euro 0″, “euro 1″ o “euro 2″ immatricolate prima del 1° gennaio 1997. In caso di demolizione di un veicolo “euro 0″, l’esenzione del bollo viene estesa per ulteriori due anni. L’incentivo, invece, cresce di 100 euro in caso di acquisto di auto delle categorie indicate (euro 4 o 5) con emissioni di CO2 non superiori a 120 grammi per chilometro. E ancora, 500 euro in più nell’eventualità di demolizione di due veicoli di proprietà di soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare, purché conviventi.
Autocarri
Il comma 4 dell’articolo 29 del “mille proroghe” prevede, inoltre, allo scopo di favorire il rinnovo del parco autocarri, i seguenti incentivi:

  • 1.500 euro per l’acquisto di veicoli di massa inferiore a 3.000 chilogrammi
  • 2.500 euro, invece, se la massa è compresa fra 3.000 e 3.500 chilogrammi.

I bonus sono riconosciuti solo a seguito di rottamazione dei veicoli di massa fino a 3.500 chilogrammi, di categoria “euro 0″ o “euro 1″, immatricolati prima del 1° gennaio 1999 e sostituiti con veicoli “euro 4″ della medesima tipologia, entro il medesimo limite di massa.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il