Eliot Spitzer governatore di New York si dimette dopo essere stato trovato con prostituta. Video

Presenterà le dimissioni Eliot Spitzer, l'attuale governatore di New York, dopo essere stato scoperto parte di un giro di prostituzione, proprio lui che l'ha sempre combattuto!



Eliot e Silda Spitzer, il governatore dello stato di New York e la sua first lady. Un politico famoso, già procuratore capo dello stato e poi governatore, che da pubblico accusatore aveva combattuto senza guardare in faccia a nessuno contro la corruzione, la criminalità organizzata e - sì -- anche lo sfruttamento della prostituzione, guadagnandosi la fama di incorruttibile.

Grazie alle sue battaglie giudiziarie aveva conquistato l'anno scorso la poltrona più alta dello stato. Fino ad oggi era assurto all'onore delle cronache soltanto a causa di una discussa proposta di legge per concedere la patente agli immigrati clandestini. Ne era nato un putiferio, anche nel partito democratico (di cui Spitzer fa parte), Hillary Clinton l'aveva criticato, e Spitzer era stato costretto a fare marcia indietro.

L'altro giorno è di nuovo assurto - questa volta al disonore - delle cronache. Gli agenti federali gli hanno comunicato che, da intercettazioni telefoniche, risulta coinvolto in un giro di prostitute d'alto bordo che, per soddisfare i loro potenti e ricchi clienti, venivano spedite da New York a Washington al prezzo di diverse migliaia di dollari. Incastrato, Spitzer non ha negato. Ha convocato i giornalisti e, con la moglie al fianco, ha ammesso di avere tradito i suoi stessi standard etici e ha chiesto scusa 'alla moglie, alla famiglia e ai cittadini che lo hanno eletto' fidandosi di lui. In queste ore forse deciderà se rassegnare le dimissioni, come gli chiede a gran voce l'opposizione repubblicana.

Tutta la storia non sarebbe altro che l'ennesimo esempio della prassi invalsa del 'predicar bene e razzolar male', certamente molto diffusa in tutti gli ambienti, politici e non, ma assai frequente nel mondo politico americano che, a differenza dell'Europa (vedi i casi Berlusconi e Sarkozy), è caratterizzato da un robusto puritanesimo di facciata. A parte i giornali scandalistici la storia avrebbe uno scarso interesse se non fosse per l'elevata funzione istituzionale del maschio coinvolto, e di alcune caratteristiche della moglie che anche in questa penosa circostanza non l'ha abbandonato.

Perché la sinora Filda è una donna fuori del comune. Ricca di famiglia, laureata alla prestigiosa Harvard University, è stata accanto al marito non da silenziosa e fedele compagna, ma da comprimaria. Divenuto lui governatore, l'ha seguito ad Albany come first lady, ricevendone in cambio anche un incarico ufficiale nel governo dello stato (seppure non retribuito, in ossequio alla legge che vieta di assumere i propri parenti stretti). Già prima si parlava di una sua futura, probabile carriera politica, questa volta in proprio. Adesso l'infortunio del marito, distruggendo la sua carriera politica (ma non è detto, vedi Bill Clinton e prima di lui Ted Kennedy che risorse dalle acque fangose di Chappaquiddick dove perì la sua amante), mette in forse anche quella della moglie.

Video

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il